Romanzi autoconclusivi...


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
Severian
Hobbit
Messaggi: 60
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 8:27 am    Oggetto:   

Ash, di Mary Gentle....
...Silk remembered the whorl outside the whorl, the Outsider's immeasurable whorl beneath his feet. So dark.
Yet lit by scattered motes.
Tigana
Incantatrice
Messaggi: 4213
Località: Corte dei Miracoli
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 8:45 am    Oggetto:   

Salkaner il Nero ha scritto:

Tigana (tradotto come "Il paese delle 2 lune", i miei accidenti, come al solito, ai traduttori dei titoli) di G. Kay


Questo lo quoto in toto e aggiungo Jonathan Strange e Mr. Norrell della Clarke, Coraline e Nessundove di Gaiman, Mordred di Nancy Springer e infine Io sono Leggenda di Matheson.
Naturalmente ce ne sono molti altri, ma dovendo scegliere questi sono quelli che mi sono piaciuti di più Wink


Ho capito, con un'illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno.
Ciombe
Hobbit
Messaggi: 36
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 8:53 am    Oggetto:   

Io tempo fa lessi "Le luci di Avardale", non mi ricordo di chi.
Un fantasy di medio livello, e semisconosciuto.
Melian
Ospite

MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 9:32 am    Oggetto:   

Alekos79 ha scritto:
Mieville ancora non l'ho letto, ma credo sia una specie di triligia anche quella.

No non è una trilogia.
Hanno la stessa ambientazione ma i tre romanzi sono indipendenti e soprattutto autoconclusivi. Wink

Nel listone aggiungo anche La spada spezzata di Poul Anderson

Alekos79 perchè mano a mano che aggiungiamo titoli non fai una lista nel primo post?
Potrebbe diventare un 3d utile per coloro che cercano romanzi fantasy autoconclusivi.
kindra
Hobbit
Messaggi: 51
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 12:13 pm    Oggetto:   

Citazione:
Il miglior autoconclusivo in assoluto che mi sia capitato fra la mani è

Tigana (tradotto come "Il paese delle 2 lune", i miei accidenti, come al solito, ai traduttori dei titoli) di G. Kay



Guy Gavriel Kay, a mio giudizio, è il miglior autore di fantasy in circolazione, meglio di Martin e Jordan, che pure adoro.
Tigana è bello, ma sono di livello superiore alcuni libri che non sono mai stati tradotti in Italia: "A Song for Arbonne", "The Lions of Al-Rassan" (è in inglese, lingua che io conosco in modo approssimativo, e malgrado questo ad un certo punto ho pianto anche alla seconda lettura" e "The Last Light of the Sun".
Kay ha scritto anche la "Trilogia di Fionavar" e la duologia "The Sarantine Mosaic", ma in genere preferisce i libri singoli, come il nuovo, "Ysabel", che uscirà in Canada a gennaio e che aspetto con impazienza.
Quanto a "Tigana" si chiama "Il paese delle due lune" solo in Italia, perché la casa editrice dell'epoca, Sperling&Kupfer, non ha voluto chiamare il libro come un calciatore dell'epoca. Comunque i quattro libri di Kay pubblicati in Italia sono ormai fuori catalogo e quindi praticamente introvabili.


Citazione:
Io tempo fa lessi "Le luci di Avardale", non mi ricordo di chi.
Un fantasy di medio livello, e semisconosciuto.

Mary Corran, edizioni Nord.


Segnalo altri libri autoconclusivi che ho letto nel corso degli anni. Dove segnalo la casa editrice è perché il libro è ancora in commercio, gli altri vanno cercati in biblioteca.


Stephens, La pentola dell'oro.
L'ho letto troppi anni fa per ricordarne qualcosa, dopo Tolkien e Ende è stato tra i miei primi fantasy, e all'epoca lo avevo trovato carino.

Goldman, La storia fantastica.
Ormai introvabile. Raro caso in cui ho preferito il film al libro.

O'Shea, La pietra del vecchio pescatore, edizione Tea.
Ambientazione gaelica. Semplice e adatto anche ai bambini, ma molto carino.

Silverberg, Ali della notte.
Lo stile di Silverberg non fa per me. Ho sentito dire che è un grande, ma a me non appassiona.

Neville, Il segreto del millennio, Mondadori.
Non è esattamente un fantasy, l'ambientazione è il nostro mondo, in parte duarnte la Rivoluzione Francese e in parte negli anni '70 del novecento, ed è incentrato su alcuni schacchi che forse hanno poteri particolari. Uno dei libri che ho riletto più volte, davvero bello.

Llywelyn, Il leone d'Irlanda, Tea.
Come tutti i libri della Llywelyn è quasi un romanzo storico. L'atmosfera è suggestiva, anche se il ritmo è lento. Tutti i suoi libri dovrebbero essere autoconclusivi.

Preussler, Il mulino dei dodici corvi, Tea.
Noiosetto.

Aldridge, Lo gnolo.
All'epoca lo avevo trovato simpatico, ma non è uno di quei libri che vanno assolutamente letti.

Anderson, Tempesta di mezza estate.
Noiosetto.

Moore, Il ritorno dei dio coyote.
Carino.

Cochran-Murphy, Re per sempre.
Carino.

Zimmer Bradley, La casa tra i mondi, Fanucci.
Lento all'inizio, ma complessivamente non male. Diversi libri della Zimmer Bradley facenti parte della saga di Darkover possono essere letti in totale autonomia, perché le storie di quei personaggi iniziano e finiscono in quei volumi. I migliori, a mio giudizio, sono "La signora delle tempeste" e "La donna del falco", edizioni Tea.

Barker, Imagica.
Perché mai l'ho terminato? una noia mortale.

Rio, Merlino, Instar edizioni.
Poetico. In seguito Rio ha scritto altri due romanzi, dedicati ad Artù e Morgana, ma non raggiungono il livello di questo, che è, di fatto, una storia completa. Da leggere.

Turtledove, Basil Argyros agente di Bisanzio, Delosbooks.
Non è un romanzo ma una raccolta di racconti aventi un unico protagonista, comunque molto belli.

Stahawk, la quinta cosa sacra.
Noiosissimo.

Wells, I signori del cielo.
Non male.

Haugen, Il ragazzo che sognava la luna.
Non male.

Sky, La principessa di Englene.
Assolutamente da evitare.

Pesaro, I difensori di Cylith.
Carino all'inizio, perde molto nel finale.

Brooks, Il demone, Mondadori.
A mio giudizio il miglior Brooks. Peccato che poi ne abbia scritto i seguiti.

Martha Wells, Il potere del fuoco.
Non male.

Le Guin, La soglia.
La Le Guin ha uno stile particolare, con pochi dialoghi e descrizioni poetiche. Non è una lettura per tutti.

Tuttle-Martin, Il pianeta dei venti.
Carino, ma le "Cronache del ghiaccio e del fuoco" sono tutt'altra cosa.

Lepre, Il respiro delle montagne.
Una delle cose peggiori che abbia mai letto.

Bergman, Il settimo sigillo, Iperborea.
è la sceneggiatura del film, scritta dallo stesso regista. Bella e inquietante.

Banks, Inversioni, Nord.
Bello. Due storie intrecciate l'una nell'altra, fino alla fine non si capisce quel che succederà.

Bujor, Le tre pietre, Sonzogno.
Se avete più di 12 anni evitatelo.

Eddings, La redenzione di Althalus, Sperling&Kupfer.
Ci sono delle battute carine, ma è molto al di sotto delle varie saghe di Belgariad, Mallorean, Elene e Tamuli. Abbastanza inutile, anche perché l'autore finisce per incartarsi nelle sue stesse idee.

Nadir, Lo stagno di fuoco, Sperling&Kupfer.
Carino all'inizio, poi diventa troppo lungo e noioso. Belle le illustrazioni.

Marillier, La figlia della foresta, Armenia.
In realtà è il primo di una trilogia, ma può essere letto benissimo da solo. Consigliato a chi ha amato "Le nebbie di Avalon", sconsigliato a tutti gli altri, soprattutto ai maschietti.
Beorn
Maia
Messaggi: 653
Località: Talamona
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 13:58 pm    Oggetto:   

Ciombe ha scritto:
Io tempo fa lessi "Le luci di Avardale", non mi ricordo di chi.
Un fantasy di medio livello, e semisconosciuto.


L'ho letto anch'io l'anno scorso ma non mi è proprio piaciuto.
Quindi non lo consiglio a nessuno...è una tristezza...


- "Oh, no! "
- "Che cos'è? La nebbia?"
- "No, è il motore. È partito un pistone."
- " Poi torna?"
Harion
Nazgul
Messaggi: 476
Località: Lazio
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 15:00 pm    Oggetto:   

ora non mi ricordo,vorrei finirlo di leggere...ma...anche "le luci di Atlantide" della Bradley è un autoconclusivo! Confused
Leireel
Lil men udér
Messaggi: 2028
Località: terre della guarigione
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 16:50 pm    Oggetto:   

Da un certo punto di vista, tutti i libri della Zimmer Bradley su Avalon sono autoconclusivi... però è bello leggerli tutti, perché insieme formano poesia pura... Very Happy Very Happy Very Happy


Fairfax ha scritto:
la nostra giovane Miss Adler, la nostra Leireel
Diable Noire
Trickster
Messaggi: 4714
Località: The dark heart of a dream
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 17:18 pm    Oggetto:   

Harion, non ti sembra un po' grandicello quell'avatar? Wink
I've spent my entire life doing nothing but collecting comic books... and now there's only time to say... LIFE WELL SPENT!

Harion
Nazgul
Messaggi: 476
Località: Lazio
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 17:23 pm    Oggetto:   

si!!! non so cosa diavolo ho combinato!!! scusate tanto!!ora ne ho messo uno più piccolo che scema Embarassed Embarassed Embarassed
Jirel
Haut-lady Haut-lady
Messaggi: 4533
Località: milano
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 18:08 pm    Oggetto:   

Dato che nelle mie librerie sono solita dividere i fantasy singoli dai fantasy-saghe, poteri aggiornare i consigli scritti sopra... se solo fossi a casa e non in ufficio Laughing Laughing Laughing
a memoria ci sono anche altri fy solitari, ma non so se di facile reperibilità, dato che sono usciti o come Nord o come Urania Fantasy o come Fanucci vecchie edizioni (riordate quelle bianche con le striscie azzurre o rosa?)
dunque:

la grigia criniera del mattino, by J. Chant, ed. Nord bello, originale ma senza elfi o draghi
mmm
ho in mente un certo numero di titoli, autori e case editrici, ma sono appena appena mischiati tra loro... Embarassed Embarassed Embarassed
inoltre c'è il capo che gira e non posso troppo cercare su internet per ricollegare i titoli con gli autori Twisted Evil
stasera butto un occhio in libreria e vedo. Rolling Eyes

Unico appunto:
il signore degli enigmi sopra citato è una triologia, sono tre romanzi in un'unico tomone... Wink
La paura uccide la mente
Dendarii forever!!!!!
Socio Fondatore Zzott Fun Club

BI forever
Ciombe
Hobbit
Messaggi: 36
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 20:18 pm    Oggetto:   

Beorn ha scritto:
Ciombe ha scritto:
Io tempo fa lessi "Le luci di Avardale", non mi ricordo di chi.
Un fantasy di medio livello, e semisconosciuto.


L'ho letto anch'io l'anno scorso ma non mi è proprio piaciuto.
Quindi non lo consiglio a nessuno...è una tristezza...


Effettivamente non è che fosse gran che...
Alekos79
Hobbit
Messaggi: 26
MessaggioInviato: Mar 03 Ott 2006 20:58 pm    Oggetto:   

Melian ha scritto:
Alekos79 ha scritto:
Mieville ancora non l'ho letto, ma credo sia una specie di triligia anche quella.

No non è una trilogia.
Hanno la stessa ambientazione ma i tre romanzi sono indipendenti e soprattutto autoconclusivi. Wink

Nel listone aggiungo anche La spada spezzata di Poul Anderson

Alekos79 perchè mano a mano che aggiungiamo titoli non fai una lista nel primo post?
Potrebbe diventare un 3d utile per coloro che cercano romanzi fantasy autoconclusivi.



Beh, diciamo che i motivi per cui non lo faccio sono fondamendalmente due, il primo è che non potrei dedicare a questa iniziativa il tempo che si merita, il secondo è che non essendo esperto di internet, non ho la minima idea di come si faccia.
Comunque se ti va di spiegarmelo, appena avrò un po di tempo libero prometto di fare una lista dettagliata, visto che per i libri che mi interesano la sto già facendo per me.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum