Progetto Aurora: Aurora V.2?


Autore Messaggio
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 17:42 pm    Oggetto: Progetto Aurora: Aurora V.2?   

La discussione nata in altro canale sul GDR mi ha portato a riflettere sul progetto Aurora nel suo complesso. Forse, e dico forse, siamo partiti dalle basi sbagliate.

Nell'enfasi di creare un mondo originale, possibilmente siamo andati troppo oltre e abbiamo creato qualcosa che, in sé, è un progetto fine a se stesso. E' stato un grande lavoro, che continua ancora adesso, ma la coerenza, come dice giustamente Palin, non è stata rispettata più di tanto.

La riflessione mi ha portato a pormi una domanda: noi vogliamo costruire un mondo fantasy. Non sarebbe forse il caso, o meglio non sarebbe stato forse il caso, di basarsi un po' di più su un fantasy classico, adattabile per questo a molte forme e attività, invece di creare qualcosa di talmente originale dal risultare inutilizzabile se non come esempio di come si possa creare un mondo?

Pensando, adesso, a come fare le cose, mi accorgo che probabilmente alcuni argomenti sono stati affrontati nel momento sbagliato. Per creare un mondo fantasy, ci si sarebbe dovuti chiedere fin da subito quale fosse lo scopo del progetto, e se volessimi fare qualcosa di totalmente estraneo al fantasy che tutti noi conosciamo e amiamo, oppure qualcosa di coerente con le ambientazioni dei nostri voli pindarci e delle avventure letterarie, ludiche e cinematografiche su cui basiamo la nostra passione.

Se dovessi creare un mondo da zero, di mio, sceglierei prima di tutto l'ambientazione generica: per capirci, fantasy classico o fantasy "postnucleare". Mentre Aurora può apparire come un mondo post-cataclisma, cosa che in effetti è, si discosta parecchio dal fantasy tanto amato.

Aurora è stata, per me, un'esperienza straordinaria. Ma inizio a chiedermi se abbiamo puntato un po' troppo in alto, con il rischio di non arrivare a nulla. Insomma, abbiamo iniziato a dipingere basandoci sulla scelta dei colori. Ma il dipinto rappresenta un paesaggio totalmente alieno.

E allora mi sono chiesto: e se prendessimo quello che di buono è stato fatto e lo usassimo per dare vita a un nuovo progetto, un nuovo Aurora che sia forse più facile da costruire e cui sia più facile legarsi? Elfi, Nani, Orchi, grandi foreste e montagne e deserti e pianure, con un giorno e una notte costanti, un'ambientazione medievaleggiante...

Io sarei per il mettere in discussione non il progetto in sé, ma i risultati che abbiamo ottenuto. Troppi pochi paletti, direi adesso, hanno generato qualcosa di troppo fantasioso...
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6863
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 17:52 pm    Oggetto:   

Non saprei... semplificare le cose potrebbe dare una spinda "innovativa" al progetto.

Tuttavia mi pare che parecchie cose si possano recuperare... in primis la Geografia e le Razze.
La cosa di creare un pianeta con una faccia Oscura e una Luminosa unita alle razze che, se non proprio originalissime hanno un qualcosa di più esotico rispetto agli standard letterari... mi pare si possano recuperare.
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:04 pm    Oggetto:   

DiVega ha scritto:
Non saprei... semplificare le cose potrebbe dare una spinda "innovativa" al progetto.

Tuttavia mi pare che parecchie cose si possano recuperare... in primis la Geografia e le Razze.
La cosa di creare un pianeta con una faccia Oscura e una Luminosa unita alle razze che, se non proprio originalissime hanno un qualcosa di più esotico rispetto agli standard letterari... mi pare si possano recuperare.


Quindi tutto? Wink
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6863
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:06 pm    Oggetto:   

No... tralescerei per esempio il vocabolario che avevamo... avevate inventato e semplificherei la geografia, senza discostarmi troppo da quanto detto.
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:08 pm    Oggetto:   

Mi sembra una discreta idea, solo che ho paura che si "perda" altro tempo. Forse occorre definire bene cosa tenere...

Comunque consiglio vivamente la lettura della serie "Un nuovo mondo" di Andrea D'Angelo, situata proprio su FantasyMagazine Wink
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:11 pm    Oggetto:   

... e su cui questo progetto si è basato! Razz
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:12 pm    Oggetto:   

EnKay ha scritto:
... e su cui questo progetto si è basato! Razz


Intendevo... consiglio a tutti ammicca
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
Rikus
Ex rivoltoso Ex rivoltoso
Messaggi: 6917
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:27 pm    Oggetto:   

Perchè rifarci al fantasy classico?
Io sono per proseguire su questa strada, magari si può snellire qualcosa come dice Divega.
Internet è stata una grande scoperta, ma l' Uomo non era ancora pronto.
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Lun 19 Mar 2007 18:29 pm    Oggetto:   

La mia idea, a ogni modo, è di tenere solo i concetti. Insomma, imparare la lezione...

Trovo che mutuare idee da qui al futuro sia forse eccessivo.

Il sistema dei sondaggi, per esempio, può funzionare, ma bisogna usare maggiore criterio per non impelagarcisi. Che ne so, vogliamo creare le razze? Mettiamo tre possibilità: 1. razze classiche del fantasy (e intendiamo tutte 2. razze classiche ma con caratteristiche differenti (limitate) 3. Razze tutte nuove (paletti tosti).

Per intenderci, io procederei con una nuova creazione basandomi sulle schermate di creazione di un personaggio di un qualsiasi VGDR (per esempio, Oblivion) o sul processo di creazione di un GDR cartaceo, se se ne trova uno buono... Per ogni cosa da scegliere, tre o quattro opzioni definite.

Ovviamente, la massa ci perde in libertà. Ma credo che la troppa libertà sia stata, fin'ora, la pecca più grande di Aurora. Essendo così dispersivo, non invogliava la partecipazione. Se devi solo decidere, probabilmente lo fai più volentieri.
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
anguisette
Drago
Messaggi: 535
Località: Sempre altrove e in un altro momento
MessaggioInviato: Mer 21 Mar 2007 11:03 am    Oggetto:   

Mha, posso concordare sul fatto che Aurora sia un po' dispersivo...

Però, penso anche che, arrivati a questo punto, si perderebbe molto più tempo sia a ricominciare da capo, sia a cercare di decidere cosa salvare e cosa no.

Per snellire il tutto, potremmo tenere quanto fatto fino a ora e, da adesso in poi, procedere in maniera più semplice.

Anche se, sinceramente, non ho ben chiaro come intendiate procedere in maniera più semplice.

Un'idea potrebbe essere quella che espongo qui?
http://www.fantasymagazine.it/forum/viewtopic.php?t=9340
De gustibus non "sputazzandum" est. Baciuz.
Adelasia
Balrog
Messaggi: 1349
MessaggioInviato: Mer 21 Mar 2007 17:30 pm    Oggetto:   

In generale, concordo con Anguisette
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Gio 22 Mar 2007 10:41 am    Oggetto:   

Anguisette dice cose giuste. O almeno, le direbbe se avessimo pensato a creare soltanto le aree del mondo. Ricordiamoci che l'Arcipelago, per quanto zona più simile al fantasy classico, è totalmente differente da tutto perché i suoi abitanti vivono in un perenne tramonto (o in una perenne alba, dipende quanto pieno è il bicchiere). Non c'è l'alternanza di giorno e notte, non ci sono i canoni soliti. Nemmeno sappiamo ancora di preciso come fanno a calcolare il trascorrere del tempo...

A ogni modo, la presenza di Piccolo Popolo e Umani limita di molto le possibilità. Inoltre, per la creazione di un Gioco di Ruolo, correggetemi se sbaglio, è necessaria la presenza anche di creature Malvage. Ma i cattivi, nello specifico i Giganti, vivono da tutt'altra parte.

Che tipo di avventure si potrebbero creare nell'Arcipelago?
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
anguisette
Drago
Messaggi: 535
Località: Sempre altrove e in un altro momento
MessaggioInviato: Gio 22 Mar 2007 10:50 am    Oggetto:   

Bhe, il fatto che nell'Arcipelago ci sia un perenne tramonto penso non crei problemi a un GdR. Per il calcolo del tempo, per esempio possiamo (come mi pare sia già stato detto) inventarci un fiore che si apre e si chiude a intervalli regolari.

Problema più grosso è la mancanza di malvagi...

Chi ci vieta però di "infilarceli"?

O chi ci vieta di stabilire che alcuni umani possono essere adepti di una qualche setta dedita al male?

Magari una setta che vuol preparare l'Arcipelago a una futura colonizzazione dei Giganti.

Magari questi umani potrebbero essere dei mezzosangue, discendenti di un'antica spedizione nelle terre dei Giganti.

Solo per dare alcune idee...

Insomma, posto lo scopo, partendo da quello che già abbiamo creato, poi si corregge il tiro.
De gustibus non "sputazzandum" est. Baciuz.
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Gio 22 Mar 2007 11:00 am    Oggetto:   

Giusto. Comunque, direi che è meglio continuare di là...

Chiudo. Lasciamo una discussione sola per argomento, che è meglio!
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fantasy Magazine Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum