Antropologia critica del lettore di Fantasy


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Autore Messaggio
Il.Viandante
Chubacabra
Messaggi: 2764
Località: Giringiro
MessaggioInviato: Mar 13 Gen 2009 19:15 pm    Oggetto:   

uljanka ha scritto:

i fast food alla buona cucina.


i fast food sono buona cucina

uljanka ha scritto:

Lo "Invitiamo" nel tempio, ragazzi?


per farne hamborgarar?
Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera (J.W.G.)
DelemnO
Hobbit
Messaggi: 40
Località: Meslamta
MessaggioInviato: Mar 13 Gen 2009 20:45 pm    Oggetto:   

Bel post, Uljanka Very Happy Bhe, alcune cose sono vere, altre sono solo frutto di una generalizzazione..ma poi dipende.
.A million images won't be enough, for I know where you hide your soul.

Sì al fantasy dignitoso, no a ragazzine a pancia scoperta e assurdità varie.

www.myspace.com/delemno
www.carminaelementalia.blogspot.com
Lan.
Nano
Messaggi: 123
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 0:05 am    Oggetto: Re: Antropologia critica del lettore di Fantasy   

Uruthun ha scritto:
Il lettore di genere Fantasy è un incontentabile per natura.
Spesso accusa di plagio, spesso richiama analogie con Tolkien e via dicendo, coglie il tritoritrito in ogni libro che legge...
D'altra parte, non sa rinunciare a draghi, viaggi, elfi e castelli....
Non rinuncia al color fiamma di una copertina...
Un nome che "stona" con etimologie simil-gaeliche, simil-nordiche, quasi-francesizzanti o circa-angloidi, una nomenclatura senza kappa e ypsilon al punto giusto può spingerlo addirittura a mollare un libro...
Però non credo esista un altro lettore di genere che sappia immergersi in egual modo nel mondo creato dall'autore di turno...
E non ce n'è uno, non può essercene uno, che non abbia scritto almeno qualche mozzicone di racconto, brandello di saga, bestiario o atlante di mondi immaginari...


Notare come questa caratteristica poi può portare in alcuni all'evoluzione nel leggendario lettore "rosicone", pronto ad aspettare al varco qualunque proposta recente per massacrarla solo perché, aldilà dell'abilità che può avere nel celarlo, sente il bisogno di sfogare la sua atavica frustrazione verso i vari no ricevuti anche dalle case editrici a pagamento (della serie scriviamo per la gloria e non perché ci si appassiona, salvo poi venire a scrivere quanto facciano schifo e siano commerciali i nuovi autori).
Laughing
Tsè Tsè...
FraRebu
Eldar
Messaggi: 318
Località: Ovada
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 0:54 am    Oggetto:   

Antropologia dell'antropologo che scrive sull'antropologia del lettore di fantasy:

Considera i lettori di Fantasy poveri sfigati che si rinchiudono in una torre d'avorio.
Vede suscettibilità perchè non sopporta le critiche.
Non capisce la grandiosità di Tolkien (e quindi la nostra delusione quando tale maestosità viene abbassata a pura copia senza animo).
Rinuncia alla fantasia in nome del Nulla.
Non ha la capacità di emozionarsi con le parole (corollario: non ha la capacità di emozionarsi).
Scrive non per sè ma per autoaffermarsi.
Rinuncia ai colori accesi e si limita a rimanere nel grigiore del mondo quotidiano.
Confonde continuamente la fuga del disertore con l'evasione del prigioniero (mi dispiace che qui tu non possa capire.., mio antropologo)...
Vede altri-mondi (il mondo ideale della comunità modello di lettori di Fantasy, quale esempio di eterna Idea!!) poichè si sente evidentemente rifiutato dal mondo (nessun altro motivo ci sarebbe per vedere il nostro come un altro-mondo).

Privo di alcun senso dell'umorismo, sentendosi attaccato, sfocia nel refugium peccatorum dell'ironia....
Mordor
Hobbit
Messaggi: 10
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 9:11 am    Oggetto:   

frarebu sei uno psicologo? È certo che sei parecchio permaloso...ho notato che i nuovi arrivati sono spesso trattati come degli intrusi e questo non va bene
FraRebu
Eldar
Messaggi: 318
Località: Ovada
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 9:44 am    Oggetto:   

Se avessi letto con attenzione tutto il post probabilmente avresti già trovato una risposta.. la mia è ovviamente una provocazione ironica che ricalca la falsariga del primo post..
I nuovi arrivati sarebbero trattati benissimo è che metà di quelli che si registrano qui lo fanno per promuovere i loro libri o per dire quanto è bello quello dell'amico (poi scompaiono), e altri vengono a dire che tutti gli iscritti del forum sono un gruppo appartenente ad un altro-mondo...
Io quando mi son iscritto non mi son mai sentito un intruso... e penso neanche centinaia di altri utenti che non si comportano come molti degli ultimissimi arrivati..
Il.Viandante
Chubacabra
Messaggi: 2764
Località: Giringiro
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 9:49 am    Oggetto:   

Non è che i nuovi arrivati vengono trattati come intrusi. Il fatto è che spesso quelli nuovi senza neppure prendere la briga di presentarsi o altro iniziano discussioni tipo questa. Dove senza nemmeno guardare le regole del forum iniziano ad aprire discussioni già esistenti o in questo caso generalizzino un modo di vedere questo ramo della letteratura.
Forse se avesse dato sfogo ai suoi pensieri in maniera diversa non sarebbe iniziata questa piccola schermaglia, ma il fatto che viene "fustigato" perchè nuovo proprio non mi torna, anzi.

Tornando alla discussione, penso che in questo forum io abbia visto forse una persona come l'ha descritta Uruthun, non di più. Saremo in mille e più qui e nemmeno un terzo arriva ad avere gusti simili. C'è chi aberra le creature mitologiche, chi non sopporta gli elfi e chi non può vivere senza, ecc. Questo genere è bello perchè è vario così come i suoi lettori, pertanto secondo me è inutile generalizzare in questo modo. Scommetto che se ognuno di noi descrive la propria "antropologia" avremmo almeno 10-15 descrizioni diverse.
Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera (J.W.G.)
Uruthun
Hobbit
Messaggi: 31
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 9:53 am    Oggetto:   

l'assassino ha scritto:
Prendilo come il battesimo del fuoco, io sono in questo forum solo da due mesi e ho già minacciato di morte eNKay Laughing Laughing


In questo 3d, mi sembri l'unico che abbia deposto il pungiglione (neanche tanto) nascosto del sarcasmo. Certe cose traspaiono subito. Smile
I fatti sono la cosa più testarda del mondo
Mikhail Bulgakov
Uruthun
Hobbit
Messaggi: 31
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 9:57 am    Oggetto:   

FraRebu ha scritto:
Antropologia dell'antropologo che scrive sull'antropologia del lettore di fantasy:

Considera i lettori di Fantasy poveri sfigati che si rinchiudono in una torre d'avorio.
Vede suscettibilità perchè non sopporta le critiche.
Non capisce la grandiosità di Tolkien (e quindi la nostra delusione quando tale maestosità viene abbassata a pura copia senza animo).
Rinuncia alla fantasia in nome del Nulla.
Non ha la capacità di emozionarsi con le parole (corollario: non ha la capacità di emozionarsi).
Scrive non per sè ma per autoaffermarsi.
Rinuncia ai colori accesi e si limita a rimanere nel grigiore del mondo quotidiano.
Confonde continuamente la fuga del disertore con l'evasione del prigioniero (mi dispiace che qui tu non possa capire.., mio antropologo)...
Vede altri-mondi (il mondo ideale della comunità modello di lettori di Fantasy, quale esempio di eterna Idea!!) poichè si sente evidentemente rifiutato dal mondo (nessun altro motivo ci sarebbe per vedere il nostro come un altro-mondo).

Privo di alcun senso dell'umorismo, sentendosi attaccato, sfocia nel refugium peccatorum dell'ironia....


Aha...hai capito tutto, proprio
Laughing
I fatti sono la cosa più testarda del mondo
Mikhail Bulgakov
frankifol
Balrog
Messaggi: 1460
Località: roma
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 10:22 am    Oggetto:   

questo thread e' una summa di luoghi comuni.

Detto questo, il forum di fm e' di solito accogliente, ma la fotografia fatta da Il.Viandante di parecchi dei nuovi utenti e' purtroppo calzante.
Detto questo ognuno tiri le proprie conclusioni
Settima proposizione - Il resto è conseguenza
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 10:49 am    Oggetto:   

E aggiungo di rimanere in Topic, per quanto strano Wink
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
by Ax
Maia
Messaggi: 663
Località: Milano
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 11:11 am    Oggetto:   

Questo post di Uruthun mi sembra un modo alternativo (più o meno ironico e abbastanza originale, senza cattiveria) per presentarsi al forum, altrimenti non si sarebbe neanche iscritto ma avrebbe usato un'utenza anonima. Quindi ti do il benvenuto come a tutte i nuovi arrivati. Wink

Citazione:
"E non ce n'è uno, non può essercene uno, che non abbia scritto almeno qualche mozzicone di racconto, brandello di saga, bestiario o atlante di mondi immaginari...

Per quanto riguarda le varie voci che elenchi, posso dire molto serenamente che non mi appartengono — forse non sono un vero lettore fantasy? Smile —, tranne l'ultima che prendo con un sorriso. Il mio è stato un mozzicone di divertente curiosità (che trama, quale tipo di magia, etc.). Ho subito capito di non avere la stoffa neanche per scrivere una pagina. Chi ci riesce, però, ha tutta la mia stima, e non solo nel campo fantasy.
Tu scrivi?
Per ogni Giovanna d'Arco c'è un Hitler appollaiato dall'altra estremità dell'altalena. La vecchia storia del bene e del male.
CB
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 11:25 am    Oggetto:   

Ritengo che l'antropologia ironica di Uruthun sia più confacente (ma non sempre) al lettore di Fantasy neofita e che pensa che il genere collimi con quel che trova in libreria (e che tutti assomiglino a se stesso, tipico adolescenziale ciò, imho).
Poi, poi ci sono quei (sempre troppo) pochi che dopo la prima fase hanno perseverato, hanno amato tanto i libri che gli innescato questa "fantafebbre" e hanno esplorato provandosi a superare gli ostacoli della reperibilità e della lingua.
Costoro hanno una migliore cognizione della storia del Fantasy, di quel che è la dove è nato e dove riesce ancora a innovarsi e, - di solito ma non sempre, essendo cresciuto e non pretendendo più che tutti siano come lui Laughing - prende il fantasy commerciale che esce ultimamente come un pugno allo stomaco.
Costui magari scrivere, faceva il master di gdr, ma o ha rinunziato o ha perseverato e, in tal caso, con multiformi esiti. Qualcuno, addirittura, è riuscito a farsi pubblicare.
C'è una varietà di personaggi in questa categoria da te ignorata, molta varietà (altrettanta che nel Fantasy Realmente prodotto oso dire Wink )

Diciamo che quanto sopra, è una mia proposta d'integrazione alla tua antropologia! Very Happy

Quanto all'accoglienza del forum. Non so che esperienze pregresse hai, ma un forum è una comunità fatta per dialogare delle tematiche in interesse. Ognuno di noi ha suoi modi di argomentare, non molti sanno veramente dialogare e il mezzo si presta ai frainendimenti.
Indi, un minimo di regole - che ogni forum serio ha - è necessario, per intendersi e per non ridurre la comunità a una gazzarra vociante e basta.

Presentandosi appiccicando etichette (anche se ci si include e questo può sfuggire) non è il modo migliore per farsi accettare, ecco... Wink
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 11:39 am    Oggetto: Re: Antropologia critica del lettore di Fantasy   

Ora voglio fare il test, personalizzandolo su di me Very Happy

Uruthun ha scritto:
Il lettore di genere Fantasy è un incontentabile per
natura.

Uhm...no, direi di no. Ce ne sono molti che si contentano di molto poco.

Uruthun ha scritto:

Spesso accusa di plagio, spesso richiama analogie con Tolkien e via dicendo, coglie il tritoritrito in ogni libro che legge...

Vero. Dopo migliaia di pagine-fotocopia su Compagnie, Anelli, Pietre, e quant'altro, mi viene istintivo.

Uruthun ha scritto:

D'altra parte, non sa rinunciare a draghi, viaggi, elfi e castelli....


Io Rinuncio!! vade retro Satanasso! Laughing

Uruthun ha scritto:

Non rinuncia al color fiamma di una copertina...

Rinuncio anche a questo! ^__^

Uruthun ha scritto:

Un nome che "stona" con etimologie simil-gaeliche, simil-nordiche, quasi-francesizzanti o circa-angloidi, una nomenclatura senza kappa e ypsilon al punto giusto può spingerlo addirittura a mollare un libro...

Assolutamente no. Certo, se il protagonista eroe si chiama Mario Rossi, mi viene un pò da ridere...

Uruthun ha scritto:

Però non credo esista un altro lettore di genere che sappia immergersi in egual modo nel mondo creato dall'autore di turno...

Forse, salvo poi desiderare di buttarci una bomba..ooops, volevo dire una palla di fuoco.

Uruthun ha scritto:

E non ce n'è uno, non può essercene uno, che non abbia scritto almeno qualche mozzicone di racconto, brandello di saga, bestiario o atlante di mondi immaginari...

LOL, in questo mi ci rivedo!

Quanti punti ho totalizzato? ^__^
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Mordor
Hobbit
Messaggi: 10
MessaggioInviato: Mer 14 Gen 2009 15:28 pm    Oggetto:   

È normale accostare libri con altri libri che hanno fatto la storia del genere (in questo caso quelli di Tolkien); succede lo stesso nella letteratura dell'orrore, se uno scrittore scrive di mostri venuti da un altro mondo subito viene accostato a Lovecraft; non vedo che c'è di male
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum