X-Men le origini: Wolverine


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
Sivrielle
Trista Mietitrice ad interim
Messaggi: 3229
Località: Silvaryon delle Terre di Confine
MessaggioInviato: Mar 05 Mag 2009 21:41 pm    Oggetto:   

MagicamenteMe ha scritto:
Sivrielle, primo la cannottiera a quel punto del film è funzinale alla sbavature delle ragazze in sala.


Mmm, l'avevo sospettato, però ne volevo essere sicura. Ho anche pensato che non volesse rovinarsi la giacca, però non mi sembra il tipo da pensare a simili dettagli.

Per quanto riguarda la reazione da "mi casca il mondo in testa", non so, me lo sarei aspettato da un tipo come Ciclope, da Wolverine invece mi aspetto sempre una reazione più sanguigna.
C'erano tre stati ben distinti in cui il gatto poteva trovarsi: vivo, morto o incavolato nero.

Greebo e il paradosso di Schrödinger
Manex
Apprendista Stregone
Messaggi: 1299
Località: Milano
MessaggioInviato: Gio 07 Mag 2009 19:53 pm    Oggetto: Re: X-Men le origini: Wolverine   

MagicamenteMe ha scritto:
(Yakumo Fujii) ha scritto:
cut cut cut e comunque parlando di incongruenze..ricordiamoci che stiamo parlando di MULTIuniversi marvel..qui praticamente tutto è lecito (gli stessi autori del comic a volte contrastano tra di loro)


Ci stavo pensando anche io in questi giorni.
Non è che abbia senso parlare di cose inlogiche o incongruenti con la Marvel Wink Wink Wink Wink


Wink Capisco il punto e lo scherzo.. ;D. Ma quello del film non è l'universo marvel dei fumetti. E' un universo alternativo a quello alternativo... la coerenza la cerco nella trovata narrativa in sè.
E poi non ce l'ho con la trovata, per come è stata buttata lì, a caso. Per me è stato un peccato. Ho sempre amato il personaggio di Wolverine, mentre scrivevo l'articolo per Delos ero fiducioso nel buon risultato del film... Ma ihmo la montagna ha partorito se non un topolino, un gattino neanche tanto grosso... Rolling Eyes
Ciao
Emanuele Manco
www.emanuelemanco.it
ericrap
Hobbit
Messaggi: 18
MessaggioInviato: Gio 07 Mag 2009 22:44 pm    Oggetto: And 'Superman returns'? NO SEQUEL, of course...   

??WOLVERINE??
Lo spin-off dalle ‘tarate’ origini…



Dopo il passo falso dell’ultimo film – quello diretto da Ratner (che all’epoca – vista la sua filmica ‘eiaculatio praecox’ - avrei messo volentieri in ginocchio sui ceci a guardarsi un film di Leone…) - la storia cinematografica degli X-men segna un ulteriore involuzione qualitativa del franchise con quest’ultimo spin-off ‘firmato’ (si fa per dire…) Gavin Hood.

Per certi versi direi che c’era da aspettarselo: eccetto rari casi (‘V per vendetta’; ‘Umbreakable’; ‘Darkman’; la stessa Catwoman di ‘Batman returns’…), i comic movie che dedicano attenzione alle origini del supereroe in un modo o nell’altro non riescono mai a svettare qualitativamente: magari c’è la volontà di non rischiare con quello che è l’incipit di un potenziale e proficuo franchise… magari c’è anche la difficoltà quasi insormontabile di dover adattare ad un blockbuster tematiche che oltre l’operari tutto azione in questi casi dovrebbero toccare per forza di cose anche le corde intime dell’esse… o magari altre volte la necessaria aderenza alla mitologia cartacea sembra quasi ‘impigrire’ gli sceneggiatori, più che stimolarne la creatività…

Fatto sta che con questo ‘Wolverine’ direi che si è andati oltre le più pessimistiche aspettative, facendo uscire in sala un film che - oltre ad essere poco coraggioso e povero di sostanza – a conti fatti è degno di questo nome solo per i venti minuti iniziali (prologo ‘alla Ficarra e Picone’ [‘Il 7 e l’8’] escluso) e i dieci finali…

A film terminato, di fatto, la sensazione più brutta - in assoluto - è che volenti o nolenti (cf. lo sciopero degli sceneggiatori…) si sia proceduto a realizzare una pellicola utilizzando una ‘bozza’ di script anziché una sceneggiatura vera e propria…

E così, ripeto, si ha un buon incipit, così come si ha un adeguato epilogo… ma poi - ‘from A to Z’ [‘Magnolia’] - c’è pressoché un ‘vuoto comatoso’, non sembra restare che un vacuo ‘canovaccio’ sul quale non sarebbe da stendere altro… che un ‘velo pietoso’…

Ecco quindi l’abbozzo ‘bucolico’ con gli idealizzati genitori ‘alla Superman’ (onde regalare una ‘micro-morale’ e inserire qualche gag ‘prezzemolata’ nonché fuori luogo…), ecco abbozzata la ‘guerra preventiva’ di Stryker ed il suo ‘Guantanamo’ (riempito di ‘watchmutants’ [per inciso: in una scena Victor Creed con la sua unghietta sembra come omaggiare Moore, disegnando sul bancone del bar… ]), ecco sistemato ‘Giovedì-Gambit’ che… ‘sta sempre in mezzo’ senza un valido motivo, ennesima ‘bozza’ di personaggio che poi in sostanza resta ingiustificato in toto, etc. etc…

Insomma, per farla breve: tutti ‘punti (mal)fermi’ di uno script che andrebbe in vero poi ancora visto e rivisto - ed eventualmente (avendo qualche idea…) sviluppato a fondo con successive stesure - prima di essere consegnato ‘alle armi’ per essere ‘fucilato’… pardon: ‘filmato’, messo in scena ciak dopo ciak…
E invece ahinoi si resta con delle semplici ‘pezze d’appoggio’ (e lascio fra parentesi un escamotage narrativo tanto importante nell’intelaiatura dello script quanto del tutto inverosimile e mal utilizzato come quello dell’arma letale caricata ad adamantio, della serie: da ‘Wolvie’ a ‘Wolfie’…) e la ‘compagnia circense’ sceglie di andare avanti così, che tanto il tutto rimane fondamentalmente un pretesto per cambiare setting e girare scene d’azione tutto fuoco e fiamme, col risultato di far terra bruciata intorno a quella ‘peccaminosa’ ‘strada pellicolata’ che si è comunque deciso di intraprendere ad ogni costo (o quasi…) onde arrivare ai sicuri (quanto ‘dannati’) ori del boxoffice.

In questo quadro (alla 'Dante's inferno'), quale altro ‘effetto collaterale’ dell’operazione commerciale messa in piedi c’è poi un’evoluzione dei rapporti tra i personaggi principali che anche qui – anziché essere approfondita, magari lasciando qualche metraggio in più di pellicola proprio a tal scopo – direi che ricorda i fumetti più che il vero cinema: a ‘pagina 1’ siamo legati dal sangue, a ‘pagina 5’ ci scanniamo e a ‘pagina 10’ ritorniamo amici anche se… a ‘pagina 12’… i conti restano come sempre in sospeso…

E così caracollando inutile sperare dunque su un elemento ‘di contorno’ quale l’introspezione psicologica, a partire dallo stesso ‘mutant born killer’ protagonista che tragicamente l’arma impropria è destinato a ritrovarsela sempre fra le dita (e onanisti di tutto il mondo… non fraintendete!!) ma che in vero tutto vorrebbe tranne che essere il diabolico ‘Lord of war’ della situazione…

Benioff, anche qui, lavora per tutto il film al ‘minimo sindacale’, lasciando il povero Jackman (‘nella m***a’…) chiuso in bagno a guardarsi in silenzio le lame d’adamantio… e pensare che - anni fa - ad Edward Norton - sempre in bagno, sempre dinanzi allo specchio… - lo stesso Benioff aveva regalato una ben altra manifestazione di rabbia attraverso un monologo memorabile [‘La 25ma ora’]… Qui no: ‘smemorato’ di uno sceneggiatore, ancora una volta l’analisi del personaggio si ferma in superficie, all’epidermide (roba da ‘tatto-ipnosi’… dello spettatore): al non conosco l’amata (l’unica battuta memorabile dello script…)… e al non conosco, ancora, neanche me… Nel frattempo - caro spettatore - non ti preoccupare: ci saranno altre occasioni per scoprire chi è veramente Wolverine, la sua tragedia esistenziale… per ora ‘abbozza’ un po’ anche tu, accontentati di quel monosillabico ‘No’…

Andando oltre questi ‘contenuti’, non è che per il resto le cose poi migliorino, tutt’altro: sarà per i tempi stretti - che oggigiorno si programma già tutto in anticipo, fino alla data della prima…- sarà che forse gli stessi produttori non credevano fino in fondo nel film che stavano ultimando… sta di fatto che il lavoro di postproduzione sugli effetti speciali (ma non solo: vd. anche l’anonima colonna sonora…) sembra anch’esso in molte parti solo abbozzato; anche qui, nello specifico, direi certo bene dell’inizio e anche bene della fine… ma poi tutti i soldini necessari per completare l’opera non sembra purtroppo che siano stati spesi (cf. soprattutto la fuga di Logan in moto, la già citata scena in bagno, alcune corse animalesche di Victor, i voli durante l’incontro di box etc…)…

A questo punto che altro aggiungere: in negativo direi un paio di momenti trash legati alla polifunzionalità delle lame… in positivo, beh… ricorderei l’unica bella risata che il film m’ha strappato, proprio alla fine, con l’epilogo ‘alla Minghi’ [‘Cammina, cammina’] di Stryker…

Aaand…. Cut!

Voto: 1 stelletta e ½ su 5; ‘rabberciato’ blockbuster, vuota operazione commerciale (mal)scritta su commissione; ‘ars gratia artis’, questo spin-off sarebbe stato meglio ‘mutarlo’… in un mediometraggio: ‘se qualcosa ti è di scandalo… tagliala’ [‘Interceptor’ (evangelicamente) docet], siano esse lame d’adamantio… o film interi…


Firmato:
? (un’identità [graficamente] ‘abbozzata’…)



…………………


‘Mai combattere, specialmente con se stessi’ (‘Lord of war’)

‘Vivere militare est’ (Seneca)
pelrouge
Nano
Messaggi: 139
Località: Sesto San Giovanni
MessaggioInviato: Ven 26 Giu 2009 22:28 pm    Oggetto: Re: X-Men le origini: Wolverine   

(Phayart) ha scritto:
La solita fesseria dei sceneggiatori che saccheggiano il materiale fumettistico prodotto negli anni senza informarsi bene, nei fumetti è stato spiegato tanto semplicemente il perché Logan non ricorda bene il suo passato, proprio il fattore rigenerante che gli ha permesso di sopravvivere al trattamento per l'Arma X e gli consente di invecchiare molto lentamente gli impedisce anche di conservare ricordi particolarmente lunghi (soprattutto traumi) a causa della costante rigenerazione anche dei tracciati sinaptici.
La pallottola d'adamantio nel cervello... l'equivalente Marvel del pennarello nel cranio di Homer Simpson? Very Happy


ecco non ricordavo male allora ....
Jesse Custer
Dancer of Death Dancer of Death
Messaggi: 9196
Località: Ferrara / Jesi (AN)
MessaggioInviato: Sab 27 Giu 2009 1:04 am    Oggetto: Re: And 'Superman returns'? NO SEQUEL, of course...   

ericrap ha scritto:
Voto: 1 stelletta e ½ su 5


Oh yeah!
Akira Kurosawa è più bello di voi.

Pick, guidaci tu!
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum