Nucleare in Italia...favorevoli o contrari?


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4 ... 15, 16, 17  Successivo

Nucleare in Italia...
16%  16%  [ 5 ]
No 83%  83%  [ 26 ]
Non so 0%  0%  [ 0 ]
Voti Totali : 31

Autore Messaggio
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14734
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 23:37 pm    Oggetto:   

Aehm.

Vedete di non tirar fuori questioni politiche, primo perché non ne usciremmo, secondo perché è da regolamento ... e viceversa...


ho promesso di cancellare.

Tommy, please.
(searching for)
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 0:24 am    Oggetto:   

Io non so di un singolo paese al mondo che abbia ancora risolto il problema delle scorie nucleari che, a parte infilarle sotto il tappeto di qualche paese particolarmente africano o di qualche vasta distesa semi-disabitata come la Taiga (e chissene se l'orso siberiano diventa fosforescente?), o farci armi.

Se poi vedo come sappiamo gestire noi le scorie di un qualsiasi tipo, la mia preoccupazione aumenta al mille per cento. Poi ci sono i discorsi di opportunità economica: con quel che costa, in risorse e tempi, ma quanto conviene il ritorno al nucleare? Mi sembra assai poco.
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 3:01 am    Oggetto:   

ThomasMore ha scritto:

@Argosy, la discussione è riapparsa perchè il governo vuole aprire nuove centrali, non l'ho deciso io ma il problema esiste da venticinque anni e mi sembra una occasione per parlarne.


Dovremmo fare cose (di questa portata poi) quando lo decide un governo? Proprio per quello è la peggiore occasione per parlarne. Il clima non è sereno.

Non esiste un problema da 25 anni. Esiste una discussione chiusa definitivamente 25 anni fa. Non si può riaprirla con quattro buffonate di spot (che ovviamente sono solo il preludio di una imposizione ancora più astutamente architettata).

Forse non te ne rendi conto ma qua e là hai detto le stesse cose che ho detto io, in altra forma, ma chissà com'è sei convinto che stiamo dicendo cose diverse e ne deduci conclusioni opposte.


Ultima modifica di Argosy il Dom 13 Mar 2011 10:56 am, modificato 1 volta in totale
Bran
servitore di due padroni
Messaggi: 4590
Località: Era Hyboriana (Trento)
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 10:35 am    Oggetto:   

Mi spiace che tre persone abbiano votato "Sì" (la quarta sono io ma ho sbagliato a cliccare Embarassed Embarassed Mad Embarassed Embarassed Rolling Eyes ) ma non desiderino dare il loro contributo alla discussione...
Nipote di Pick e di Julia ///
-Riuscite a vedere qualcosa?-
-Sì, cose meravigliose-

Lord Carnavon & H. Carter, 26 novembre 1922
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 11:13 am    Oggetto:   

ThomasMore ha scritto:
Kinzica ha scritto:
I rischi sono diminuiti, la sicurezza è aumentata, gli effetti sono rimasti uguali.
Qualsiasi vantaggio, evoluzione, tecnologia avanzata etc non paga per quegli effetti.

Quali effetti, quelli di Chernobyl? E se dovessero essere esclusi effetti simili, perchè no? Parlo in via ipotetica, non dico che sia il caso della tecnologia attuale ma trovo sbagliato escludere qualcosa a priori.


No, non gli effetti di Chernobyl, ma gli effetti di qualsiasi malfunzionamento più o meno grave dovuto a un qualsiasi incidente. E' aumentata la sicurezza (detto in termini molto generali) ma il principio in base al quale funziona il reattore è lo stesso, la fusione a caldo.


Thomas Moore ha scritto:

Poi è chiaro che ognuno possa avere la sua opinione, specie se informata. A me rimane il dubbio che il referendum sia passato sfruttando la paura della gente e non una riflessione sui rischi effettivi.


Questo può essere vero, ma in parte, imho.

Thomas Moore ha scritto:


Aggiungo una riflessione sentita poco fa dalla Annunziata a "che tempo che fa", in Italia non si vuole il nucleare perché non ci si fida dei nostri politici. Credo che sia davvero il motivo più serio e condivisibile.


Anche questo è verissimo ^__^, ma non credo che gli italiani siano tutti così disinformati sull'argomento.

Comunque, credo che affidare una decisione di questo tipo a un nuovo referendum sia un grosso rischio...
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 11:26 am    Oggetto:   

Bran ha scritto:
il caso di Chernobyl, secondo me, non rappresenta e non rappresentava nemmeno nel 1986 il metro con cui giudicare la sicurezza delle centrali nucleari.


Certo che no, come ho detto nel mio primo post, Chernobyl era dall'inizio una centrale arretrata e rischiosa.

Bran ha scritto:

In quel caso si è fatto praticamente di tutto per far saltare quel reattore: se si studia la dinamica dell'incidente si vesrà che è avvenuto durante un test di potenza della centrale, con il reattore al massimo e tutti i sistemi di sucurezza disattivati.


Ehm, non è andata proprio così... ma la sostanza non cambia.

(mi permetto di mettere qui il link a un mio articolo, se a qualcuno potesse interessare:http://www.terrediconfine.eu/chernobyl-storia-di-un-apocalisse.html)

Bran ha scritto:

Ovviamente prima di quella tragedia i rischi erano sottovalutati, e quello scoppio è servito per far alzare i livelli di guardia a tutti.

Come detto in precedenza io non mi oppongo al nucleare solo per la paura di un'incidente, il nocciolo (scusate il gioco di parole Laughing ) della questione è che nel 2011 non possiamo affidarci a una tecnologia vecchia, che gli altri paesi moderni stanno già pensando di mandare piano piano in pensione


Sono perfettamente d'accordo Very Happy
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
G.C.
Apprendista Mago
Messaggi: 3692
Località: Rivendell
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 11:55 am    Oggetto:   

Bran ha scritto:


Come detto in precedenza io non mi oppongo al nucleare solo per la paura di un'incidente, il nocciolo (scusate il gioco di parole Laughing ) della questione è che nel 2011 non possiamo affidarci a una tecnologia vecchia, che gli altri paesi moderni stanno già pensando di mandare piano piano in pensione


Ma non solo, pensando ai tempi di realizzazione ci allontaniamo sempre di più.
Il nucleare è anche anti economico, ci renderebbe un poco più indipendenti ma non ci svincola dal fatto di dover pagare di più per questa libertà. Allora vale la pena di pagare in misura maggiore una libertà che è pulita. Purtroppo l'immagine che l'attuale governo vuol dare (non è politica ma dato di fatto) è quella del governo del fare e ha scelto, nel bene o nel male, di fare le centrali.
Non dimentiamo comunque che personaggi del calibro di Umberto Veronesi sono totalmente a favore del nucleare.

Come al solito da bravi italiani spenderemo due volte: per fare le centrali e per smantellarle poi, dopo l'ennesimo referendum. Rolling Eyes
ThomasMore
Rivolzottoso Rivolzottoso
Messaggi: 2538
Località: Ahi Pisa, vituperio de le genti!
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 12:34 pm    Oggetto:   

Kinzica ha scritto:
E' aumentata la sicurezza (detto in termini molto generali) ma il principio in base al quale funziona il reattore è lo stesso, la fusione a caldo.

Magari fosse la fusione a caldo, quella darebbe meno problemi (almeno dal punto di vista teorico) e più energia. Il principio è quello della fissione ma il tuo è solo un errore di termini, quello che volevi dire è chiaro e i rischi connessi alla radiattività sono innegabili Wink
Anche salire su un aereo ha in sè un rischio innegabile ma si può fare il possibile per ridurlo al minimo. Uno deve decidere se il gioco vale la candela.

Kinzica ha scritto:
Comunque, credo che affidare una decisione di questo tipo a un nuovo referendum sia un grosso rischio...

Su questo, come ho detto anche prima, sono d'accordo.

Mi scuso con la modessa per l'accenno ai politici, ho cercato di esprimere solo considerazioni oggettive senza giudizi Embarassed
Il problema della fiducia nella classe dirigente è strettamente legato al nucleare, l'idea che si facciano le cose senza controlli, prendendo tagenti, per fare favori a tizio o caio, rende i rischi molto più alti Evil or Very Mad

Gli altri problemi che sono stati posti sono anch'essi sensati. Il nucleare è già vecchio? Le scorie come si smaltiscono? A che costi?
Per me le risposte non sono così chiare e sicure ed è per questo che mi interessa parlarne.


Un porco che non vola è solo un porco.
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 12:34 pm    Oggetto:   

Spero si riesca a impedire anche solo di iniziare a farle, quelle centrali. Rolling Eyes

Spero che venga un colpo a ogni singolo politico più maturo dei 57 anni (non tanto da lasciarci la pelle, ma tanto da impedirgli l'azione politica).
Solo in un gruppo dirigente da casa di riposo - come il nostro - può pensare che sia una soluzione darsi al nucleare. Rolling Eyes
(e non faccio distinzione di ramo parlamentare e se mi sfidate posso estendere l'augurio a tutti i dirigenti di azienda, pubbliche e private! Evil or Very Mad)
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 14:25 pm    Oggetto:   

ThomasMore ha scritto:
Kinzica ha scritto:
E' aumentata la sicurezza (detto in termini molto generali) ma il principio in base al quale funziona il reattore è lo stesso, la fusione a caldo.

Magari fosse la fusione a caldo, quella darebbe meno problemi (almeno dal punto di vista teorico) e più energia. Il principio è quello della fissione ma il tuo è solo un errore di termini, quello che volevi dire è chiaro e i rischi connessi alla radiattività sono innegabili Wink


Vero ^__^ quelle a fusione sono solo prototipi, pensavo agli ordigni nucleari. Per conto mio, spero che continuino la ricerca sulla fusione a freddo.
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 14:26 pm    Oggetto:   

un muspeling ha scritto:
Spero si riesca a impedire anche solo di iniziare a farle, quelle centrali. Rolling Eyes


Ma sì che non le fanno... sotto sotto interessa solo stanziare e far sparire fondi pubblici.
Quanti ponti di Messina hai visto ultimamente? Laughing

interessante questo:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/13/oggi-non-dobbiamo-parlare-di-si-o-no-al/97391/

Se questo accade nell'efficentissimo e disciplinatissimo Giappone... figuriamoci nell'arronzona, per non dire corrotta, italietta.


Ultima modifica di Argosy il Dom 13 Mar 2011 14:30 pm, modificato 2 volte in totale
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14734
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 14:28 pm    Oggetto:   

Argosy ha scritto:
un muspeling ha scritto:
Spero si riesca a impedire anche solo di iniziare a farle, quelle centrali. Rolling Eyes


Ma sì che non le fanno... sotto sotto interessa solo stanziare e far sparire fondi pubblici.
Quanti ponti di Messina hai visto ultimamente? Laughing


Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

vi pregooooooooo...

Non fatemi cancellare e non andate OT.
(searching for)
ThomasMore
Rivolzottoso Rivolzottoso
Messaggi: 2538
Località: Ahi Pisa, vituperio de le genti!
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 15:39 pm    Oggetto:   

Kinzica ha scritto:
Vero ^__^ quelle a fusione sono solo prototipi, pensavo agli ordigni nucleari. Per conto mio, spero che continuino la ricerca sulla fusione a freddo.

Io spero che continuino la ricerca anche su quella a caldo, visto che è una parte del mio lavoro, ma sono molto versatile quindi, se qualcuno realizzasse davvero la fusione fredda, ben venga!
Giusto per chiarire le idee, fare la bomba a fusione è stato fin troppo facile ma sono cinquanta anni e forse di più che stanno provando senza successo a estrarre energia dalla fusione controllata. Il processo è talmente difficile da "accendere" e da tenere "acceso" che in caso di incidente si spengerebbe da sola in un baleno.

Il problema dell'energia è più generale, con i ritmi attuali di crescita di popolazione e produzione dei paesi emergenti non basterà nemmeno la fusione per soddisfare tutti.


Un porco che non vola è solo un porco.
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 16:22 pm    Oggetto:   

@ Thomas: Tu lavori col nucleare? WOW, ottimo, così puoi dare un parere esperto. Anche la nostra Jirel è del ramo, magari viene anche lei a dire la sua ^_^.
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
T.U.F.K.A.C.*
Animula vagula, blandula Animula vagula, blandula
Messaggi: 6879
Località: Parthenope
MessaggioInviato: Dom 13 Mar 2011 16:23 pm    Oggetto:   

La centrale nucleare costa. Non è solo l'impianto e l'esercizio. E' anche lo smaltimento. Che non dura 1 o 10 o 30 anni.
E che prezzo diamo alla qualità della vita?
Rinunciamo a un ambiente più accogliente, pulito e sicuro per risparmiare dieci-venti (forse) euro sulla bolletta dell'enel??
Che stupidaggine.
*The User Formerly Known As Caesar

If I had another chance tonight, I'd try to tell you that the things we had were right
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a OT Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4 ... 15, 16, 17  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum