Peaks! - Giuseppe Cerniglia


Autore Messaggio
Arhathel
Hobbit
Messaggi: 2
MessaggioInviato: Lun 26 Gen 2015 18:49 pm    Oggetto: Peaks! - Giuseppe Cerniglia   

La Foresta Nera non dorme mai.
Un antico proverbio elfico mi sussurra fra i pensieri quando, al mio risveglio, la radura torna a definirsi dal torpore in cui era sprofondata: gli abeti, imponenti e solitari, svirgolano le cime contro il cielo attorniati da gruppi di querce dalle dita grigie. Questa radura è un’oasi di spazio in un bosco maledettamente soffocante, ma persino qui non riesco a scacciare la sensazione che dozzine di occhi mi stiano spiando da ogni direzione: spero si tratti solo dei grilli, o dei postumi della sbronza. Davanti a me, sulla destra, un grosso masso perfora la terra, allungando la sua ombra a piccoli funghi color crema. Nessuno si era accorto della loro presenza finché non abbiamo allestito un bivacco, ieri notte.
Nadhir ha usato tutta la sua autorità di ufficiale per metterci in guardia: non fidatevi troppo di ciò che vi cresce attorno, aveva detto, non dentro la Foresta Nera.
Qualcuno, fra i nani più intraprendenti, ha riso di quegli avvertimenti rosolando una stecca di funghi sul fuoco. Quello stesso qualcuno giace nascosto fra i ciuffi d’erba, offrendo la propria carne ai mangiatori di carogne. Gran bello spettacolo che hanno offerto prima di morire, i poveretti. Urlavano, saltellando da una parte all’altra della radura; poi le urla si sono trasformate in gemiti, e i gemiti in conati di vomito. La loro pelle è sbiadita in un pallido color avorio, gli occhi hanno mostrato il bianco finché le bocche, decorate da una bava schiumosa, si sono irrigidite nel silenzio. Quelli di noi con abbastanza sale in zucca da non mangiare i funghi se la ridevano fino alle lacrime, mentre Nadhir bestemmiava per aver perso uomini preziosi: una figura contorta, dalle mani callose, che picchiava con il proprio bastone ferrato i disgraziati in preda alle convulsioni.
Tutti sembravano aver dimenticato che ci trovavamo in territorio elfico. I boccali di birra scivolavano sulle barbe, un giro dopo l’altro, mentre alle urla si univano i canti.

At’laanthis, la città degli Dei, cadde in tempi remoti,
quando Elfi e Nani imboccarono sentieri ignoti.
Nacquero tre stirpi di Nani,
protetti dagli Dei Sovrani:
Raukhur, i savi guidò alle sue fortezze
chiamandoli Nani Nordici dalle perdute altezze.
I gemelli Rhudin e Khudin, dalla barba rossa
portarono i Peaks nel fuoco della profonda fossa.
Rhakast, dell’Inganno indiscussa Signora,
forgiò il Popolo Nascosto nella buia dimora.

Vissero gli Elfi, vissero i Nani.
Vissero, senza pensare al domani.


È stata una festa di tutto rispetto, culminata con l’uccisione del cinghiale con cui avremmo dovuto ingraziarci Rhudin e Khudin. Gli Dei possano non averne a male. Immagino Nadhir sia andato su tutte le furie ma, a giudicare da come ronfa stamattina, ha finito con l’unirsi alla cena fuori programma.
Sono il primo della compagnia a risvegliarmi. Il sole è alto, almeno metà della mattina è andata. E pensare che doveva essere solo una sosta. Pazienza. È così che vanno le cose quando un pugno di Nani Peaks decide di fare un’incursione nella Foresta Nera. Diverse dozzine di guerrieri partiti da Khandakhar; ci chiamano Guastatori per mantenere una parvenza di dignità: la realtà è che un quarto di noi sono fanatici esaltati, convinti di essere stati scelti dagli Dei per piegare gli Elfi Silvani, l’altro quarto ha pestato i piedi a qualcuno di abbastanza grosso da costringerlo controvoglia in questa missione. L’altra metà? Dispersa, fuggita o inghiottita dalle bestie, dalle risse selvagge e semplicemente dalla proverbiale volubilità Peaks.
Yanez
Hobbit
Messaggi: 48
MessaggioInviato: Dom 01 Feb 2015 12:58 pm    Oggetto:   

In mezza pagina (impreziosita dalla canzone alla Tolkien) hai già dato un notevole ritratto dei Peaks e - indirettamente - del protagonista. Complimenti!
Fer
Hobbit
Messaggi: 37
MessaggioInviato: Lun 02 Feb 2015 0:15 am    Oggetto:   

Da quanto tempo non leggevo un fantasy d'ispirazione tolkeniana...
Si presenta molto bene.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Racconto Effemme - La vendetta Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum