QUEL CHE RESTA DI NIENTE - FABRIZIO FANGAREGGI


Autore Messaggio
farrelfang
Hobbit
Messaggi: 16
MessaggioInviato: Ven 12 Dic 2014 21:08 pm    Oggetto: QUEL CHE RESTA DI NIENTE - FABRIZIO FANGAREGGI   

Lo straniero arrivò in una giornata grigia, di grida, dolore e vento.
Le Sabbie Acide raggiunsero l’insediamento e costrinsero gli abitanti a chiudersi dentro le basse case di legno, nell’attesa che la tormenta passasse. Erano più di dieci anni che il deserto non allungava i suoi artigli sino alla costa e in molti furono colti di sorpresa.
Pagarono l’Antica Colpa e trovarono la morte.
Quando lo straniero giunse alla porta sprangata della locanda, alcuni cumuli di carne sciolta punteggiavano la strada principale, nel macabro silenzio spezzato solo dal ruggire del vento impetuoso.
Bussò diverse volte senza avere risposta, poi qualcuno decise di correre il rischio e lo fece entrare.
Lo straniero indossava un mantello scuro con cappuccio, i cui bordi bianchi si univano a disegni concentrici sul resto del tessuto; un fermaglio metallico bloccava il mantello al sorcotto di cuoio.
In apparenza non portava armi.
Senza dire una parola fu fatto entrare e subito la porta fu richiusa e sprangata di nuovo.
Una volta al sicuro, lo straniero sorrise da sotto il cappuccio e i suoi occhi sembrarono illuminarsi d’indaco.
I pochi avventori scampati alle Sabbie Acide lo accompagnarono con lo sguardo quando si sedette a un tavolo vicino all’ingresso.
Un vecchio canuto dal volto rugoso prese una sedia e si accomodò di fronte allo straniero.
Sfrontato, si mise a fissarlo.
Fuori il vento continuava a soffiare selvaggio e la sabbia grattava gli edifici e diffondeva un suono lugubre e ipnotico.
L’oste portò un boccale di birra al tavolo.
– Chi devo ringraziare? – sussurrò lo straniero, rivolto al vecchio seduto di fronte a lui.
Questi sembrò squadrarlo con vivo interesse, come se cercasse di riconoscere in lui qualcosa di famigliare. Indicò un uomo magro al tavolo vicino.
– Come posso ripagarti? – chiese lo straniero, con un mezzo sorriso.
L’uomo magro tenne lo sguardo basso e non rispose.
Il vecchio fece schioccare la lingua.
Un bambino passò loro accanto e iniziò a cantilenare:
La Dagra non perdona,
quel che prende
Lo divora.

L’oste diede uno scappellotto al moccioso.
– Scusatelo, signore, ma è un po’ ritardato.
Il vecchio non aveva sottratto lo sguardo, fisso sullo straniero, neppure un momento e impassibile gli domandò: – Sei qui per lei, non è vero?
La vendetta è sua padrona,
quel che ispira
La paura.

Lo straniero si volse verso il bambino, colto come da una folgorazione.
– Sei qui per ucciderla? – lo incalzò il vecchio.
Quando socchiuse gli occhi, lo straniero sembrò lasciarsi cullare da quella filastrocca.
Nel riflesso una visione
Niente luce, niente ombra
per una sola confessione.

Spazientito, l’oste prese il bambino per la collottola, facendolo strillare, e lo scaraventò verso il bancone.
In quel momento le imposte di una delle finestre sulla strada si aprirono di colpo e sbatterono contro gli infissi con violenza e ripetutamente.
Tutti gli abitanti guardarono fuori e nell’alone plumbeo un lampo di caldo squarciò l’aria, rivelando una figura alta e massiccia, immobile sotto la tempesta di sabbia.
Yanez
Hobbit
Messaggi: 48
MessaggioInviato: Dom 01 Feb 2015 13:24 pm    Oggetto:   

Un mondo interessante e misterioso. Un incipit molto ben scritto che mi aveva incuriosito da quando era stato postato. Spero di leggere il resto.
PaulMc
Hobbit
Messaggi: 5
MessaggioInviato: Dom 01 Feb 2015 13:59 pm    Oggetto:   

Concordo!
Bell'atmosfera che preannuncia tempesta.
Smile
Fer
Hobbit
Messaggi: 37
MessaggioInviato: Dom 01 Feb 2015 23:49 pm    Oggetto:   

Anch'io sono stata colpita dall'atmosfera. Mi ricorda un western, e questo mi piace molto.
farrelfang
Hobbit
Messaggi: 16
MessaggioInviato: Mar 03 Feb 2015 17:07 pm    Oggetto:   

Scusate il ritardo, era qualche giorno che non guardavo il forum...
Grazie a tutti per i commenti.
Very Happy
farrelfang
Hobbit
Messaggi: 16
MessaggioInviato: Mar 03 Feb 2015 17:13 pm    Oggetto:   

L'inizio, in effetti, è molto western e mi fa piacere che sia stata colto.
Trovo che il fantasy e il western abbiamo molti aspetti narrativi in comune e l'ispirazione nasce proprio da lì. Smile
farrelfang
Hobbit
Messaggi: 16
MessaggioInviato: Sab 01 Ago 2015 9:28 am    Oggetto:   

Per chi dopo aver letto l'incipit volesse saperne di più, il racconto dopo essere stato ampliato è pubblicato da quelli della Wizards & Blackholes e scaricabile in e-book.
Buone vacanze e buona lettura. Very Happy
[LINK RIMOSSO DALL'AMMINISTRATORE]
La sua casa editrice ci ha mandato il comunicato che è in coda di pubblicazione. Un po' di pazienza, grazie.
farrelfang
Hobbit
Messaggi: 16
MessaggioInviato: Gio 06 Ago 2015 14:44 pm    Oggetto:   

Ops, chiedo scusa.
Grazie a voi.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Racconto Effemme - La vendetta Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum