Il destino di Elisa Rosso


Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 12:28 pm    Oggetto: Il destino di Elisa Rosso   

Il destino di Elisa Rosso

Le sorti di Ahina Sohul della Terra di Nadesh sono racchiuse in un libro. E una giovanissima autrice prova a narrarcele.

Leggi l'articolo.
comewithme
Hobbit
Messaggi: 12
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 12:28 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

Non so, forse è un mio problema, ma mi pare di aver già letto qualcosa di simile. Forse uno o due libri. Forse una decina...
Credo si possa solo mettersi le mani nei capelli ed urlare in preda alle convulsioni.
Per giunta queste sono pugnalate mortali per chi magari ha una certa età e davvero fa dei sacrifici per poter scrivere qualcosa di decente, mettendoci il giusto tempo e la giusta esperienza. A veder l'andazzo attuale, scrivere non è più né un arte né un mestiere, ma solo un passatempo da bambini. E chi continua a dire che questo fa bene al fantasy italiano, secondo me è solo un povero illuso. Spero di sbagliarmi.
Dopo il nipote infante... mi pare che il mio gatto abbia la prediposizione a farsi le unghie sul tappeto. Se lo convinto a passare a fogli formato A5, con un po di smalto nelle unghiette, magari potrei spedire il tutto ad una casa editrice.
Aedo89
Hobbit
Messaggi: 54
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 15:25 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

... ma perché 'ste cose solo in Italia?! Non è un insulto all'autrice dirgli che ha sprecato il suo "talento" pubblicando un libro, senza una gamma di esperienze...
Tigana
Incantatrice
Messaggi: 4213
Località: Corte dei Miracoli
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 16:00 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

(Aedo89) ha scritto:
... ma perché 'ste cose solo in Italia?! Non è un insulto all'autrice dirgli che ha sprecato il suo "talento" pubblicando un libro, senza una gamma di esperienze...


Shocked Devo confessarti che per me, il contenuto del tuo messaggio, è piuttosto criptico...


Ho capito, con un'illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno.


Ultima modifica di Tigana il Ven 14 Nov 2008 22:02 pm, modificato 2 volte in totale
Castalia
caccia il cacciatore caccia il cacciatore
Messaggi: 1816
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 16:02 pm    Oggetto:   

Tigana, meno male che dici così. Pensavo di essere solo io...
In otto parole e' la Rede per noi: se non e' male, fa cio' che vuoi



Knowledge is Power. Power corrupts. Study hard. Be Evil. Slytherin.
Tyguan
Hobbit
Messaggi: 87
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 16:04 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

Incredibile! Ecco un'altra appartenente al fenomeno del FantasyBabyBoom e questa volta la diretta interessata è anche più piccola di me di un anno. Se lei è riuscita lei a pubbliacare un libro, posso riuscirci bene anche io che sono più di due anni che lavoro sul mio libro e non sono ancora del tutto soddisfatta di quello che ho scritto.
LucaCP
Elfo
Messaggi: 214
Località: L'Aquila o quel che ne rimane
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 16:09 pm    Oggetto:   

Ragazzi, cercate però di contestualizzare "l'avvenimento". Il romanzo è uscito nella collana "ragazzi", non nella narrativa adulti. Questo vuol dire che non ci sono pretese di sorta, non si è urlato al miracolo come nel caso Einaudi.
Comunque ho visto questo romanzo in libreria e mi è sembrato interessante per il suo target di riferimento, anche se mi sono limitato alla quarta di copertina. L'illustrazione è molto bella e lo stile anche (ho dato una sbirciatina)...
Tigana
Incantatrice
Messaggi: 4213
Località: Corte dei Miracoli
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 16:43 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

(Tyguan) ha scritto:
questa volta la diretta interessata è anche più piccola di me di un anno. Se lei è riuscita lei a pubbliacare un libro, posso riuscirci bene anche io che sono più di due anni che lavoro sul mio libro .


Se si seguisse questo ragionamento, ogni maggiorenne italiano che si diletti nella scrittura da un paio d'anni sarebbe qualificato per la pubblicazione.
Non credo che la dignità letteraria si guadagni con confronti anagrafici, e a volte nemmeno con la pubblicazione.
Non capisco neanche perchè invidiare perfetti sconosciuti ai loro esordi, quando esistono ben altri scrittori cui ispirarsi e dei quali sarebbe augurabile seguire le "gesta".


Ho capito, con un'illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno.
Calypso
Hobbit
Messaggi: 23
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 17:02 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

ragazzi, prima di giudicare tenete conto che con tutti i baby scrittori che ci sono in giro non pubblicheranno più la gente solo perchè è giovane ma magari anche perchè ha talento! e per piacere piantatela con questa cavolo di invidia palese e infantile!! tornando all'articolo, questa quarta di copertina mi sembra di una banalità assurda e con parecchi topos, ma aspetto a criticare il romanzo perchè credo in due principi fondamentali: a) mai giudicare un libro dall'aletta b) non conta cosa si scrive ma come lo si scrive; anche un racconto banalissimo e noioso se scritto bene può essere veramente bello! nessuno di voi ha mai sentito parlare di "esercizi di stile" di Queneau?
guardia
Nano
Messaggi: 196
Località: Verona
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 17:43 pm    Oggetto:   

Condivido quanto detto da Calypso. Leggere prima di giudicare. L'invidia non ha posto - o non dovrebbe averne - per chi scrive. Se poi si pubblica, si incrociano le dita. Ma lamentarsi del fatto che pubblichino fantasy - per quanto a volte esageratamente baby - mi sembra un troppo facile lamentarsi.
Guardia
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 18:25 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

Mio figlio l'ha acquistato e io ne ho letto delle parti, incuriosita... mi sembra che lo stile sia decisamente buono e con una certa insolita ironia e un buon ritmo. La storia per ora non mi pare affatto banale. Ricordate che le alette nn le scrivono gli autori...

Aedo89
Hobbit
Messaggi: 54
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 21:14 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

Tigana ha scritto:
(Aedo89) ha scritto:
... ma perché 'ste cose solo in Italia?! Non è un insulto all'autrice dirgli che ha sprecato il suo "talento" pubblicando un libro, senza una gamma di esperienze...


Shocked Depo confessarti che per me, il contenuto del tuo messaggio, è piuttosto criptico...
Surprised Be' diciamo che non eramia intenzione velare il contenuto di ciò che volevo dire: il fatto non è che sia pubblicato in una collana per ragazzi o che abbia una bella copertina (dato che sono cose superficiali; non voglio parlare di come sia facile ingannare il lettore che sia un buon romanzo...) ma farsi conoscere al grande pubblico così giovani non è utile se quello che vogliamo è raccontare storie... col tempo è l'esperienza (intesa anche come varie letture) i gusti cambiano; è in meglio... 'sti ragazzini plagiatori dell'opera di Tolkien non li digerisco proprio...
Okamis
Rufus in tabula
Messaggi: 2902
Località: Lago Maggiore; ma la sponda giusta, eh!
MessaggioInviato: Ven 14 Nov 2008 21:46 pm    Oggetto:   

Scusa, Aedo, ma leggendo la trama di questo libro non mi sembra di trovare rimandi a Tolkien padre. Confused E te lo dice uno che per questo fenomeno del Baby Boom non prova proprio simpatia, anzi. Tuttavia sono anche il primo a dire che un'opera per essere criticata va prima letta Wink
"Gli uomini veri non ballano. Stanno seduti, sudano e imprecano." (Bill Hicks)

Calypso
Hobbit
Messaggi: 23
MessaggioInviato: Sab 15 Nov 2008 1:17 am    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

quoto okamis. aedo, a quanto vedo tu parti dal presupposto che più si è giovani meno si è bravi. Mi sembra anche assurdo che tu dica che un libro vuole ingannare il lettore solo perchè ha una bella copertina! un libro va soprattutto giudicato dal contenuto, indipendentemente dall'età, sesso, religione e cultura dell'autore. Siccome il tuo commento ha un vago sapore di discriminazione oltre che di palese invidia, ti do un suggerimento per il futuro: prima di esprimere un qualsiasi giudizio negativo documentati su ciò di cui stai parlando, per evitare brutte figure come quella che hai appena fatto accusando i ragazzini scrittori di plagio senza aver letto le loro opere. Io non ho letto questo libro (e sinceramente non intendo farlo) ma proprio per questo MI ASTENGO dal formulare giudizi di sorta! ed è quello che ogni lettore serio dovrebbe fare.
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Sab 15 Nov 2008 12:20 pm    Oggetto: Re: Il destino di Elisa Rosso   

(comewithme) ha scritto:
A veder l'andazzo attuale, scrivere non è più né un arte né un mestiere, ma solo un passatempo da bambini. E chi continua a dire che questo fa bene al fantasy italiano, secondo me è solo un povero illuso. Spero di sbagliarmi.



Io non credo di avere mai letto da nessuna parte che questo "faccia bene al fantasy italiano".
Tuttavia la vedo in modo molto diverso da te.

Il fantasy è un genere, al cui interno si sta sviluppando attualmente una nicchia di autori italiani. Nessuno può certificare la qualità di un genere, nemmeno le'ditore più blasonato: come in tutti i generi ci saranno i libri belli e i libri brutti, indipendentemnete dall'età, il sesso, la razza, l'impronta digitale e della retina di chi li scrive.

Se gli editori attualmente rincorrono i 'bambini prodigio', vuol dire che sono disposti a rischiare di fare un flop se questi bambini si riveleranno cattivi autori. Il lettore resta cmq libero di non acquistarli, quindi non vedo il problema.

Nè questo, come giustamente dice Calypso, sottrae spazio all'autore valido (adulto o no che sia) se ha scritto un buon libro.

Per contro ritengo che il babyboom faccia bene non tanto al genere quanto alla generazione, visto che sono pù che felice quando un ragazzino molla i videogiochi per prendere in mano una penna. Ce ne fossero!

Infine noto una curiosa stranezza: moltissimi sono pronti a scagliarsi sul bambino-autore di turno e sul mancato supposto controllo di qualità' dell'editore blasonato, quando poi una larga fetta di Italiani continua a tenere vvo quel mercato del pesce che è l'editoria a pagamento. Come a dire che il ragazzino non deve pubblicare col grosso, io però che "ho scritto un libro bellissimo" posso legittimamente farmelo stampare a pagamento e così dò il mio contributo di gloria al genere fantasy... Rolling Eyes
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum