2 Hell'N'Back


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Autore Messaggio
Ivo
Necromante
Messaggi: 290
Località: Genova
MessaggioInviato: Lun 04 Ago 2003 16:55 pm    Oggetto:   

geshwa ha scritto:

- in Hellraiser c'era la scatola che permetteva di andare all'Inferno e dunque un congegno per giungere nell'aldilà;


...una gran buona ispirazione, cmq! he-he-he Twisted Evil
Per quanto me ne intenda di horror, uno dei migliori racconti che abbia letto negli ultimi anni, in assoluto. Un inchino al Guerra, e un consiglio: dopo aver fatto il grande passo, mi auguro che continuerai su questa strada. L'horror ha bisogno di talenti come il tuo. Regalami altri brividi.
Ciao.
Questor
Eldar
Messaggi: 380
Località: Verona
MessaggioInviato: Lun 04 Ago 2003 20:32 pm    Oggetto: Re: Però...   

ema ha scritto:
geshwa ha scritto:
Però, mi sembra che le idee, in qualche modo, siano già state usate e si siano già viste in diversi famosi film horror.


Il punto su cui costruire una critica non dovrebbe essere questo. Un racconto non manca di originalità se utilizza una macchina del tempo o una nave spaziale, ma se lo utilizza negli stessi modi triti e ritriti che siamo abituati a vedere. Questo racconto non è una carrellata di "invenzioni" già viste altrove, ma un'idea forte e originale che, nella sua costruzione, utilizza questi elementi.

ema


Sono d'accordo. Il fatto che i singoli elementi fossero già presenti altrove non vuol dire nulla. Inpratica è già presente tutto altrove. L'abilità dello scrittore sta anche nel creare nuove alchimie con questi soggetti e secondo me, in questo caso c'è riuscito (ad esempio citi BWP dicendo che c'è la telecamera. Ok, ma c'è solo quella, l'ambientazione è totalmetne diversa). Comunque personalmente il racconto mi è piaciuto, ma non ho apprezzato il fatto che vada riletto. Questo è un gusto mio personale, più che una critica vera e propria. io amo di più la semplicità e la comprensione immediata di quanto accade. Comunque l'originalità è una delle ultime cose che guardo in un racconto anche se, nel caso ci sia, non mi dispiace.
Konkorro al Bastard Inside Day, ma solo un pò
"Ci sono cose per le quali morirei, ma non ce n'è nessuna per cui ucciderei" - Gandhi


Ultima modifica di Questor il Mar 05 Ago 2003 0:42 am, modificato 1 volta in totale
Ivo
Necromante
Messaggi: 290
Località: Genova
MessaggioInviato: Lun 04 Ago 2003 20:57 pm    Oggetto: Re: Però...   

Questor ha scritto:
Comunque personalmente il racconto mi è piaciuto, ma non ho apprezzato il fatto che vada riletto.


Anch'io amo la semplicita', e preferisco - per esempio - gli autori che scrivono all'inglese (vedi Gaiman), in modo apparentemente piatto, a quelli che fanno sperimentazione o scrivono "sincopato" (come giustamente nota Alice). Ma e' una questione di stile, che nulla toglie al senso di questo buonissimo racconto.
E' un po' come chi ama la classica, e chi ama il jazz. Cool
Ciao
Questor
Eldar
Messaggi: 380
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 0:43 am    Oggetto: Re: Però...   

Ivo ha scritto:
Questor ha scritto:
Comunque personalmente il racconto mi è piaciuto, ma non ho apprezzato il fatto che vada riletto.


Ma e' una questione di stile, che nulla toglie al senso di questo buonissimo racconto.
E' un po' come chi ama la classica, e chi ama il jazz. Cool
Ciao


e mi trovi nuovamente d'accordo, infatti sottolineavo proprio come fosse un mio gusto personale Smile
Konkorro al Bastard Inside Day, ma solo un pò
"Ci sono cose per le quali morirei, ma non ce n'è nessuna per cui ucciderei" - Gandhi
alice
Hobbit
Messaggi: 54
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 8:48 am    Oggetto:   

Non sono assolutamente esperta nè di horror, nè di fantasy, nè di fantascienza...proprio per questo come lettrice sono praticamente carta assorbente e "aliena" (Wink ) da ogni possibilità di riconoscere le citazioni e i plagi. Nonostante questo, il discorso sull'orginalità vale per ogni tipo di letteratura, e la mia risposta è: se si scompone un racconto, o un romanzo, in pezzettini o se si considerano solo i fatti, l'originalità nelle trame ha smesso di esistere da quando hanno pubblicato la bibbia e la divina commedia. Passatemi l'iperbole.
Penso che l'unica forma di originalità possibile stia nelle impronte digitali dell'autore. Ovvero nel modo in cui poggia le mani sul foglio. Nel taglio che dà alle cose, nella scrittura tra le righe, nel dettaglio, nello spessore o nella trasparenza dei personaggi, nelle tesi implicite che un testo porta con sè.

E a proposito di questo: Gabriele, io sono purtroppo una allucinata che appiccica significati ad ogni cosa.
Mi è piaciuto pensare che siano stati il voyerismo degli agenti di polizia, la loro (e la nostra) curiosità morbosa, ad uccidere i ragazzi.
Penso cioè di poter leggere questo tipo messaggio.
Sono fuori strada?
Wink
Questor
Eldar
Messaggi: 380
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 9:19 am    Oggetto:   

alice ha scritto:
se si scompone un racconto, o un romanzo, in pezzettini o se si considerano solo i fatti, l'originalità nelle trame ha smesso di esistere da quando hanno pubblicato la bibbia e la divina commedia. Passatemi l'iperbole.
Penso che l'unica forma di originalità possibile stia nelle impronte digitali dell'autore. Ovvero nel modo in cui poggia le mani sul foglio. Nel taglio che dà alle cose, nella scrittura tra le righe, nel dettaglio, nello spessore o nella trasparenza dei personaggi, nelle tesi implicite che un testo porta con sè.


Credo anche prima della bibbia e dell'opera di Dante Very Happy Ed è per questo che non mi trovo d'accordo con l'analisi di geshwa. Mi sembra un modo, quantomeno insolito e particolare di accostarsi ad un racconto.
Konkorro al Bastard Inside Day, ma solo un pò
"Ci sono cose per le quali morirei, ma non ce n'è nessuna per cui ucciderei" - Gandhi
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 9:51 am    Oggetto:   

concordo con Questor, sebbe l'idea di fondo possa essere spesso catturata da altre fonti, lo sviluppo, la caratterizzazione e lo stile narrativo restano cmq peculiarità uniche e gli unici metri di giudizio possibile.
altrimenti avrebbero smesso di scrivere libri millenni fa Very Happy
Orgoglioso membro del comitato "Felliniani..ci avete rotto"
geshwa
Hobbit
Messaggi: 20
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 12:31 pm    Oggetto:   

Personalmente ho sempre guardato all'originalità di un racconto o di una narrazione. Questor scrive che non guarda per prima all'originalità. Mi chiedo, ma ad un qualsiasi punto, la guarderà pure?!
Gli elementi già utilizzati altrove rendono il racconto meno originale di quanto potesse essere in teoria, perché personalmente mi hanno trasmesso una sensazione di già visto, già sentito.
La scrittura è sicuramente ottima e valida, anzi... tanto di cappello. Ma per me non è sufficiente. Ci deve essere anche un piglio particolare che dia al racconto un carattere di unicità. E personalmente non l'ho trovato. Se Questor pensa che il mio giudizio sia particolare dovrebbe pensare che particolare è il giudizio di tutti, essendo ogni essere umano "particolare".
E infine, ho molto apprezzato l'intervento di Guerra e la sua umiltà.
Ogni scrittore o presuno tale dovrebbe averla.
Embarassed
Te feler na sang wya, Ti saluto o forestiero.
Emanuele Terzuoli
Eldar
Messaggi: 355
Località: Empoli
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 12:48 pm    Oggetto: Re: Però...   

Questor ha scritto:
Comunque l'originalità è una delle ultime cose che guardo in un racconto anche se, nel caso ci sia, non mi dispiace.


Io sono sul versante opposto. Leggo un'infinità di racconti e romanzi di ogni genere e, se per il mainstream posso accontentarmi di un'opera ben scritta, sul resto cerco sempre qualcosa di nuovo, di inaspettato; qualcosa che mi faccia fare un piccolo balzo sulla sedia, la frase che ti ribalta tutto il senso di quello che hai letto fin lì; il particolare che mi faccia dire "quest'autore è pazzo". Ovvio, il tutto senza un buono stile mi fa storcere la bocca, ma il buono stile e basta senza l'elemento "esotico" mi fa dimenticare il racconto ancora prima di riporlo nella libreria.
Questor
Eldar
Messaggi: 380
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 13:06 pm    Oggetto:   

Quello che intendevo dire io è che a ben vedere l'originalità manca sempre sopratutto se adottiamo il criterio di critica usato da geshwa. tanto è vero che lui dice. questo c'è qui, questo c'è là e quest'altro l'ho visto in quel film. Ragionando così l'originalità non c'è mai. Ed ecco perché mi sembra molto particolare questo modo di "fare critica" (e non solo a me se non sbaglio, leggendo gli altri commenti). Come l'autore ricombina questi elementi a mio avviso risulta estremamente originale e mi stupisco che tu non lo noti. Ed è questa l'originalità che cerco io, quella che dice geshwa mi sembra che in pratica non ci possa mai essere, perché qualunque cosa ocntiene elementi di altro e l'elenco che lui ci ha fatto per questo racconto può essere fatto, ancora più lungo, per quasi ogni opera di narrativa (e non solo) mai prodotta. Spero di essere stato più chiaro
Konkorro al Bastard Inside Day, ma solo un pò
"Ci sono cose per le quali morirei, ma non ce n'è nessuna per cui ucciderei" - Gandhi
geshwa
Hobbit
Messaggi: 20
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 13:57 pm    Oggetto:   

Be', certo chiarissimo. Questo non toglie che io cerchi qualcosa di più. E non comprendo perché non ti vada bene che io cerchi quel qualcosa di più. Mah. Comunque, mi sembra di capire che Guerra farà sicuramente strada, anche perché ha tutta l'umiltà del caso.
Te feler na sang wya, Ti saluto o forestiero.
Questor
Eldar
Messaggi: 380
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 14:00 pm    Oggetto:   

geshwa ha scritto:
Be', certo chiarissimo. Questo non toglie che io cerchi qualcosa di più. E non comprendo perché non ti vada bene che io cerchi quel qualcosa di più. Mah. Comunque, mi sembra di capire che Guerra farà sicuramente strada, anche perché ha tutta l'umiltà del caso.


Non è che non mi vada bene, mi sembra un modo molto insolito di impostare una critica e non mi sembra di essere l'unico a pensarlo.
Konkorro al Bastard Inside Day, ma solo un pò
"Ci sono cose per le quali morirei, ma non ce n'è nessuna per cui ucciderei" - Gandhi
geshwa
Hobbit
Messaggi: 20
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 14:08 pm    Oggetto:   

Cerchi conferme?
Wink
Te feler na sang wya, Ti saluto o forestiero.
Questor
Eldar
Messaggi: 380
Località: Verona
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 15:18 pm    Oggetto:   

geshwa ha scritto:
Cerchi conferme?
Wink


Dipende, più che altro io sono abituato, se ci vogliamo rifare al discorso di umiltà che hai citato altre volte, a mettermi spesso in discussione. Più che conferme, diciamo che il confronto mi è utile sempre
Konkorro al Bastard Inside Day, ma solo un pò
"Ci sono cose per le quali morirei, ma non ce n'è nessuna per cui ucciderei" - Gandhi
franz
Mago Mago
Messaggi: 5731
Località: Milano
MessaggioInviato: Mar 05 Ago 2003 15:35 pm    Oggetto:   

Geshwa, mi aiuti a capire meglio? Hai degli esempi di opere che ritieni originali?
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sui racconti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum