Con Licia Troisi torniamo sul fantastico Mondo emerso


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Autore Messaggio
DelemnO
Hobbit
Messaggi: 40
Località: Meslamta
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 12:23 pm    Oggetto:   

Quando si dice "non riuscire ad abbandonare un proprio personaggio che si adora".
.A million images won't be enough, for I know where you hide your soul.

Sì al fantasy dignitoso, no a ragazzine a pancia scoperta e assurdità varie.

www.myspace.com/delemno
www.carminaelementalia.blogspot.com
sesshoumaru
Eldar
Messaggi: 355
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 13:36 pm    Oggetto:   

§ promethea § ha scritto:
Che fosse una discendente di Nihal lo davo per scontato perfino io che del libro ho letto solo la quarta e qualche stralcio sul web. Magari sbaglierò, ma ne dubito...


Ma scusa, Dubhe (protagonista della seconda trilogia) era forse discendente di Nihal ?
Era imparentata in qualche modo ?
sesshoumaru
Eldar
Messaggi: 355
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 13:37 pm    Oggetto:   

DelemnO ha scritto:
Quando si dice "non riuscire ad abbandonare un proprio personaggio che si adora".


L'ha uccisa prima dell'inizio della seconda trilogia, più abbandonata di così...... Smile
DelemnO
Hobbit
Messaggi: 40
Località: Meslamta
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 14:46 pm    Oggetto:   

sesshoumaru ha scritto:
DelemnO ha scritto:
Quando si dice "non riuscire ad abbandonare un proprio personaggio che si adora".


L'ha uccisa prima dell'inizio della seconda trilogia, più abbandonata di così...... Smile


Bhe, con la sua discendenza continua.In fondo, Dubhe non era una sua discendente ma c'era comunque il figlio di Nihal nel libro, o perlomeno veniva nominato. Ci sono due modi per non staccarsi da un personaggio, non farlo morire mai o continuare con i figli dei figli fino allo sfinimento.
.A million images won't be enough, for I know where you hide your soul.

Sì al fantasy dignitoso, no a ragazzine a pancia scoperta e assurdità varie.

www.myspace.com/delemno
www.carminaelementalia.blogspot.com
sesshoumaru
Eldar
Messaggi: 355
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 15:30 pm    Oggetto:   

DelemnO ha scritto:
sesshoumaru ha scritto:
DelemnO ha scritto:
Quando si dice "non riuscire ad abbandonare un proprio personaggio che si adora".


L'ha uccisa prima dell'inizio della seconda trilogia, più abbandonata di così...... Smile


Bhe, con la sua discendenza continua.In fondo, Dubhe non era una sua discendente ma c'era comunque il figlio di Nihal nel libro, o perlomeno veniva nominato.


Che muore alla sua prima apparizione.
§ promethea §
Eldar
Messaggi: 302
Località: Ovunque se magni
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 16:47 pm    Oggetto:   

sesshoumaru ha scritto:
§ promethea § ha scritto:
Che fosse una discendente di Nihal lo davo per scontato perfino io che del libro ho letto solo la quarta e qualche stralcio sul web. Magari sbaglierò, ma ne dubito...


Ma scusa, Dubhe (protagonista della seconda trilogia) era forse discendente di Nihal ?
Era imparentata in qualche modo ?


Scusa, non capisco il senso dell'osservazione... io ho detto che per me sembra ovvio che una ragazzina coi capelli a ciocche blu (colore naturale comunissimo) sia una discendente di Nihal e tu mi dici che Dubhe non lo era... embè?

"Sostenitrice della campagna contro il clichè degli elfi che praticano solo l'amore platonico."
mirame
Hobbit
Messaggi: 10
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 19:40 pm    Oggetto:   

promethea:

Scusa, non capisco il senso dell'osservazione... io ho detto che per me sembra ovvio che una ragazzina coi capelli a ciocche blu (colore naturale comunissimo) sia una discendente di Nihal e tu mi dici che Dubhe non lo era... embè?



io ti dico:::scusa ma ti spieghi meglio? Smile
sesshoumaru
Eldar
Messaggi: 355
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 20:31 pm    Oggetto:   

§ promethea § ha scritto:
sesshoumaru ha scritto:
§ promethea § ha scritto:
Che fosse una discendente di Nihal lo davo per scontato perfino io che del libro ho letto solo la quarta e qualche stralcio sul web. Magari sbaglierò, ma ne dubito...


Ma scusa, Dubhe (protagonista della seconda trilogia) era forse discendente di Nihal ?
Era imparentata in qualche modo ?


Scusa, non capisco il senso dell'osservazione... io ho detto che per me sembra ovvio che una ragazzina coi capelli a ciocche blu (colore naturale comunissimo) sia una discendente di Nihal e tu mi dici che Dubhe non lo era... embè?


Si parlava della mancanza di originalità nei libri di Licia, e un esempio era il portarsi lo stesso personaggio (o suoi discendenti) tra un libro e l'altro e usarli come protagonisti.
Rispondevo più a questa osservazione che alla tua affermazione, pensando che anche tu stessi facendo l'equazione "discendente = libro ripetitivo".
Se ti ho frainteso allora mi scuso.

Comunque se Adhara è discendente o no di Nihal non posso dirtelo per non fare spoiler, ma non lo darei per scontato Wink
mirame
Hobbit
Messaggi: 10
MessaggioInviato: Mer 31 Dic 2008 22:30 pm    Oggetto:   

ok grazie per la spiegazione sesshoumaru, poi di sicuro adhara è una discendente di nihal ma in senso di eroina.

no? Question Smile
§ promethea §
Eldar
Messaggi: 302
Località: Ovunque se magni
MessaggioInviato: Gio 01 Gen 2009 17:23 pm    Oggetto:   

sesshoumaru ha scritto:

Si parlava della mancanza di originalità nei libri di Licia, e un esempio era il portarsi lo stesso personaggio (o suoi discendenti) tra un libro e l'altro e usarli come protagonisti.
Rispondevo più a questa osservazione che alla tua affermazione, pensando che anche tu stessi facendo l'equazione "discendente = libro ripetitivo".
Se ti ho frainteso allora mi scuso.


Ma no figurati, dovevo ricordarmi che intervenire in un topic della Troisi equivale a polemizzare Laughing
Avevo solo fatto un'osservazione, del tutto neutra tra l'altro perchè se c'è un genere dove le dinastie di personaggi compongono intere saghe è proprio il fantasy, quindi i figli dei figli dei figli ricicciano fuori a ogni pagina.
Che poi Adhara sia discendente di Nihal o la figlia segreta di Dubhe mi tange poco, visto che il primo romanzo delle Cronache non mi è piaciuto e quindi non ho letto gli altri. Finchè non salta fuori che è imparentata con me, vivrò tranquillamente Cool

"Sostenitrice della campagna contro il clichè degli elfi che praticano solo l'amore platonico."
sesshoumaru
Eldar
Messaggi: 355
MessaggioInviato: Gio 01 Gen 2009 18:28 pm    Oggetto:   

§ promethea § ha scritto:
sesshoumaru ha scritto:

Si parlava della mancanza di originalità nei libri di Licia, e un esempio era il portarsi lo stesso personaggio (o suoi discendenti) tra un libro e l'altro e usarli come protagonisti.
Rispondevo più a questa osservazione che alla tua affermazione, pensando che anche tu stessi facendo l'equazione "discendente = libro ripetitivo".
Se ti ho frainteso allora mi scuso.


Ma no figurati, dovevo ricordarmi che intervenire in un topic della Troisi equivale a polemizzare Laughing
Avevo solo fatto un'osservazione, del tutto neutra tra l'altro perchè se c'è un genere dove le dinastie di personaggi compongono intere saghe è proprio il fantasy, quindi i figli dei figli dei figli ricicciano fuori a ogni pagina.
Che poi Adhara sia discendente di Nihal o la figlia segreta di Dubhe mi tange poco, visto che il primo romanzo delle Cronache non mi è piaciuto e quindi non ho letto gli altri. Finchè non salta fuori che è imparentata con me, vivrò tranquillamente Cool


Allora mi scuso, ti ho fraintesa Wink
§ promethea §
Eldar
Messaggi: 302
Località: Ovunque se magni
MessaggioInviato: Gio 01 Gen 2009 20:47 pm    Oggetto:   

Quindi non sono parente di Adhara? Surprised

"Sostenitrice della campagna contro il clichè degli elfi che praticano solo l'amore platonico."
Davos Seaworth
Cavaliere delle Cipolle
Messaggi: 2371
MessaggioInviato: Gio 01 Gen 2009 21:26 pm    Oggetto:   

Per me scrivere una terza trilogia nella stessa mediocre ambientazione, è una barbarie, dettata esclusivamente dal mero guadagno.

Oltretutto dubito che le Leggende venderanno quanto le due precedenti serie
MessaggioInviato: Dom 18 Gen 2009 0:54 am    Oggetto: Re: Con Licia Troisi torniamo sul fantastico Mondo emerso   

Ad un mese dal mio primo post sto leggendo questo libro, che non avrei comprato ed infatti l'ho avuto in regalo a natale.
Mi sto annoiando.
La storia è un pò piatta ma sopratutto lo stile è banale, banale, banale.
Manca la potenza della scrittura, quella caxxuta, lasciata indietro da troppa introspettiva.
Riconosco che è una caratteristica propria della scrittrice intesa come scrittore-donna, quella di rimarcare più e più volte i sentimenti ed i pensieri quando dovrebbe essere l'azione ad aver spazio, mi spiego meglio:
io capisco un personaggio (simpatico, antipatico, introverso etc etc) da cosa fa e cosa dice durante il racconto e non me ne frega niente di sorbirmi righe su righe di monologhi mentali sulle paturnie del/della protagonista come se fossimo su un divano a guardare la De Filippi.
Mi sento anche un pò offeso come lettore, perchè sembra che sono stupido e mi devono spiegare le cose come alle elementari!
E poi non basta cambiare qualche mattoncino per rendere l'edificio/racconto diverso dagli altri (o dai precedenti) ma ci vuole uno studio attento dei personaggi, che nel caso della Troisi non sono mai profondi, oltre all'ambientazione, che va descritta con phatos, non come una gita in campagna (o che bel castello marcondirodirondello....).
Insomma la Troisi è brava ma mediocre.
Che poi ci siamo milioni di giovani aspiranti scrittori che sono peggio di lei non fa una piega ma ciò non toglie che nel paradiso dei "pubblicati" non aggiunga nulla di nuovo, persino la saga di dragonlance, che è molto commerciale, intriga di più delle sue opere.
Inoltre conosco gente che non riesce a pubblicare ma dannatamente brava, a livello di King come ridere.
Da come postano i fautori inossidabili dell'autrice si direbbe che parecchi sono molto giovani, lo deduco principalmente da come si esprimono e dall'uso indelicato della k al posto del ch.
A tutto i giovani, se non l'hanno fatto, invito la lettura dell'inevitabile Tolkien, o di Philip Pullman, King (la serie della torre nera), George r.r. Martin, Silvana De Mari e magari anche Terry Pratchett a chi intriga il fantasy-comico.
Solo per citare alcuni grandi.
Vedrete com'è il vero scrivere, avere il magone alla fine di una storia, stare sveglio sino alle tre di notte perchè non riuscite a mollare il libro.
Invito sempre costoro a evitare di fare commenti tipo "se non ti piace la Troisi perchè allora posti i commenti?"
Se così fosse potremmo tranquillamente evitare di creare dei forum, se dovessero postare solo quelli che la pensano allo stesso modo e gli altri fuori sarebbe un ben misero esempio di democrazia... e forse siamo già a buon punto su quella strada.....
Non dovete aver paura del confronto se siete saldi e sicuri delle vostre idee!

Se poi casomai la Troisi ci stesse leggendo gli vorrei dire che tutta questa critica spero sia positiva, perchè da lettore "navigato" vedo in lei potenzialità e idee pronte a sbocciare, magari con uno stile maturo, personale ed elaborato, frutto di riflessione e non delle eventuali pressioni del marketing.
Secondo me può farcela facilmente, ha le carte giuste per diventare dieci volte meglio.
lo spero, voglio crederci e voglio continuare a leggerla in futuro, sempre meglio!
Anonimo (DH)
Ospite

MessaggioInviato: Dom 18 Gen 2009 16:43 pm    Oggetto:   

Assolutamente d'accordo. La serie della Torre Nera è molto bella, profonda e affascinante: una rivisitazione della ricerca del cavaliere in un'ambientazione che prende "ingredienti" dal western, dal fantasy, dall'horror, dalla fantascienza e quant'altro. Una della serie più poliedriche scritte, con un finale di grande impatto e pieno di spunti di riflessione. Soprattutto King è un caratterista, sa dare ai personaggi spessore, anche quelli secondari sono caratterizzati in maniera ben precisa.
Troisi, Paolini, Rowling, Meyer se sono un modo per chi si avvicina alla letteratura per la prima volta, sono una buona cosa; di tutt'altro avviso se sono presi come culmine e apice di un genere.
Ci sono tanti autori validi, come ha detto cocciuto cocciutissino, e da scoprire; già perché si legge molto il commerciale, come sono questi autori, ma le perle vere e proprie sono da altre parti. Ende, Donaldson, Guy Gavriel Kay (in Italia sono stati pubblicati solo quattro sue opere, ma di uno splendore unico), i primi libri di Weis e Hickman, sono alcuni da aggiungere a quelli già citati prima e sapranno dare molto di più.
Se un autore piace, liberi di scrivere il proprio apprezzamento, tenendo conto che ad altri non può piacere: non è una colpa nè un'offesa, ma fa parte della varietà umana. Ma sono da evitare certe affermazioni tipo queste: "In nessun altro libro s'è mai visto cavalieri che combattono sui draghi!" (era rivolto a un libro della Troisi; non so se l'affermazione l'ho letta su FM o su un altro forum); non è una novità, già nelle Cronache di Dragonlance esisteva. Oppure: "Il personaggio di Licia ha dentro di sè una forza, la Furia, che è qualcosa di veramente innovativo" (sempre lei, ma siamo in un post dedicato alle sue opere). Altra precisazione. Mitologia vichinga (popolo esistito nel primo millennio d.C.): i Berserk, guerrieri che assaliti dal furore guerriero combattevano con impeto bestiale; tematica ripresa magistralmente nel manga omonimo creato da Kentaro Miura, a cui la Troisi ha sempre fatto cenno di essersi ispirato.
Il mondo è vasto da esplorare e così pure la letteratura.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum