The Shibboleth of Feanor


Autore Messaggio
meloth
Eldar
Messaggi: 368
MessaggioInviato: Dom 29 Mar 2009 21:02 pm    Oggetto: The Shibboleth of Feanor   

Da molto tempo sento parlare di un testo chiamato "The Shibboleth of Feanor", non tradotto in Italia. Qualcuno mi sa dire di che parla?Le notizie che ho trovato a riguardo sono poche, dicono solo di un cambiamento linguistico che non ho nemmeno capito bene.
ps:c'è un passo di questo testo, su un sito chiamato tolkien gateway, che parla del mio Aegnor ...chi può aiutarmi a trovare altro sarà benedetto! Non so perchè amo tanto Aegnor ...sarà il suo triste destino, ma me lo sono sempre figurato tre volte più bello e nobile di Finrod
uljanka
Sua Luminosa Oscurità
Messaggi: 5714
MessaggioInviato: Dom 29 Mar 2009 21:42 pm    Oggetto:   

O nobile fanciulla nanica...
Ho notato che hai posto la stessa domanda, nascondendoti dietro altro nome nel forum degli Eldalie: E ti è stato risposto con dovizia di particolari e uso di rune elfiche e lettere ebraiche...
Perché noi povere genti oscure dovremmo saperne di più?
Io so che è un saggio sulla lingua e gli usi di quei fetent... quelle bellissime persone deglie elfi della "diaspora".

Comunque consiglierei ai moderatori di spostare il post nella sezione "Lord of the Rings"

E per quanto riguarda i capelli degli elfi... domanda che poni agli Eldalie ma alla quale essi non hanno avuto il coraggio di rispondere...
L'ideale di bellezza elfico, come noi tutti sappiamo, voleva capelli lunghi e fluenti.

"Tutti gli Eldar avevano bellissimi capelli (e erano particolarmente attratti dai capelli di estrema bellezza)." (The Shibboleth of Fëanor, The Peoples of Middle-Earth, HME)

Ricci, lisci o ferrarelle non è specificato.
E io, che sono Tenebra, altro non posso vedere se non la Luce, e perciò sono la Luce.

Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata ride e prepara il suo fucile.
meloth
Eldar
Messaggi: 368
MessaggioInviato: Dom 29 Mar 2009 21:54 pm    Oggetto:   

Chiedo scusa di aver posto la stessa domanda...mi piace consultare fonti diverse, tutto qui. Wink
uljanka
Sua Luminosa Oscurità
Messaggi: 5714
MessaggioInviato: Lun 30 Mar 2009 17:27 pm    Oggetto:   

Sto leggendo lo shibbolet, in diretta. Non so quante volte li ho mandati a quel paese i Noldor con le loro s e le loro Th...

Quando ho finito provo a farne un sunto. Così Melottina, contenta della mia risposta, posterà la domanda su un altro forum...
E io, che sono Tenebra, altro non posso vedere se non la Luce, e perciò sono la Luce.

Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata ride e prepara il suo fucile.
meloth
Eldar
Messaggi: 368
MessaggioInviato: Lun 30 Mar 2009 17:57 pm    Oggetto:   

Dammi notizie su Aegnor e mi accontento subito!!!
uljanka
Sua Luminosa Oscurità
Messaggi: 5714
MessaggioInviato: Lun 30 Mar 2009 18:17 pm    Oggetto:   

Il Shibboleth di quellolà ha scritto:
Aikanáro fu chiamato dal padre Ambaráto. La forma in Sindar di tale nome sarebbe stata Amrod; ma per distinguersi da Angrod, e anche per sua preferenza, egli usava il nome datogli dalla madre (che era però un nome Quenya, nel dialetto dei Teleri). Aika-nār- significava 'fuoco terribile'. Era in parte un nome "profetico"; egli era noto come uno dei guerrieri più valorosi e gli Orchi lo temevano a dismisura, poichè nella furia della battaglia la luce dei suoi occhi era come fiamma, sebbene in altri momenti egli fosse gentile e generoso. Ma la sua terribile luce era evidente soprattutto durante gli anni della prima gioventù, quando la sua chioma era rimarchevole: dorata come quella dei fratelli e delle sorelle ma così forte e voluminosa che si sollevava sulla sua testa come fiamma. La forma Sindarin (Aegnor) che egli adottò non era in realtà autenticamente sindarin. In Sindarin non c'era un aggettivo che corrispondesse al Quenya aika 'tremendo, terribile, spaventoso', ma probabilmente, sarebbe suonato "aeg", se fosse esistito.


Nel shibboleth si dice solo questo.
E io, che sono Tenebra, altro non posso vedere se non la Luce, e perciò sono la Luce.

Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata ride e prepara il suo fucile.
meloth
Eldar
Messaggi: 368
MessaggioInviato: Lun 30 Mar 2009 22:19 pm    Oggetto:   

Grazie tante, uljanka! Very Happy Non ti chiederò delle dinamiche amorose fra Aegnor e Andreth, ho già chiesto in altre parti...e mi manderesti a quel paese con tutti i noldor! Laughing
uljanka
Sua Luminosa Oscurità
Messaggi: 5714
MessaggioInviato: Lun 30 Mar 2009 22:34 pm    Oggetto:   

Qualcosa di più sulla vicenda amorosa di Aegnor e della sua Andreth è contenuta nell"Atrabeth Finrod ah Andreth, "Il dibattito di Finrod e Andreth", in cui Finrod cerca di spiegare alla saggia fanciulla, fidanzata di suo fratello, perché un'unione tra lei ed Aegnor sia impossibile.

Che debba cominciare un nuovo Atrabeth Ulja ah Meloth?

Wink
E io, che sono Tenebra, altro non posso vedere se non la Luce, e perciò sono la Luce.

Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata ride e prepara il suo fucile.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Lord of the Rings Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum