Quando i babycritici salgono in cattedra


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Successivo
Autore Messaggio
dued
Elfo
Messaggi: 274
Località: Savona
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 20:56 pm    Oggetto:   

Marina ha scritto:
meloth ha scritto:


Senza troppi problemi, rivelo che mi sono fatta prestare Il dominio della regola da un amico e non mi è piaciuto fin dall'inizio. Ho interrotto la lettura e mi ricordo poco della storia. Non volevo dirlo per non causare altri flame. Comunque ora mi sono liberata di un peso.


Milena non è certo tipo che si offende se a uno non piace il so libro e quindi non vedo nessun pericolo di flamedi flame, in ogni caso anche qui mischi gusto e stile. La storia può non piacerti, legittimo, ma non mi puoi dire che Milena non sappia scrivere e faccia gli errori degli aspiranti esordienti.

Milena non si offende, no, ci mancherebbe. Solo che mi spiace causare tutti 'sti pesi e 'ste angosce. Non era mia intenzione.

In un'altra discussione su di me uno e' intervenuto piu' volte argomentando, per poi dire che il ricordo della lettura del mio libro gli causava grande sofferenza.

E che diamine, rimozione, rimozione, in questi casi! Certi dolori si devono dimenticare al piu' presto.

P.S. Per Marina: l'assegno te l'ho firmato, solo che e' scoperto. Sai com'e', con i lauti guadagni di uno scrittore fantasy medio... Fa lo stesso? Smile
Milena "dued" Debenedetti

I am what I am and what I am is who I am
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 21:15 pm    Oggetto:   

Barbagianni ha scritto:
Scusate l'intromissione, ma cos'è la storie delle teste parlanti? Un gruppo musicale di qualche anno fa? Wink


LOL, no purtroppo non sono 'quelle' teste, magari! Laughing

Le teste parlanti (dette anche teste galleggianti) sono quei personaggi intenti in un dialogo e che... fanno solo quello. Non sono r dicati in niente, l'ambiente è assente, non fanno nessuna espressione facciale, nessun gesto, niente. Parlano e basta. E il dialogo risulta finto e disancorato.
Non dico di far fare qualcosa ogni volta che qualcuno dice una frase, basta alternare un po' (anche qui bisogn sviluppare un po' di orecchio che viene solo con l'esercizio). Ma un dialogo interamente a botta e risposta è atroce.
Se trovo velocemente qualche esempio in Rete lo posto, così si capisce meglio (ma credo che cmq abbiate afferrato l'idea).
I manoscritti esordienti di solito sono pieni di questi dialoghi
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 21:17 pm    Oggetto:   

dued ha scritto:
[
P.S. Per Marina: l'assegno te l'ho firmato, solo che e' scoperto. Sai com'e', con i lauti guadagni di uno scrittore fantasy medio... Fa lo stesso? Smile


vabbé aspetterò a depositarlo, non vorrei farti segnalare alla Centrale Rischi, sai com'é Laughing
Die
Elfo
Messaggi: 219
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 21:23 pm    Oggetto:   

Marina ha scritto:

I manoscritti esordienti di solito sono pieni di questi dialoghi


Capito.
Io trovo che il più delle volte eccedano nel senso opposto, ossia con una valanga di incisi perfettamente inutili. Il dialogo è una delle espressioni narrative più difficili e complesse IMHO. Ed è anche uno dei tratti distintivi dei bravi scrittori.
Comunque è una discussione interessante, se trovi degli esempi postali, così parliamo su una base comune.
Barbagianni
Balrog
Messaggi: 1005
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 21:30 pm    Oggetto:   

Grazie Marina, ora so cosa maledire quando mi perdo in un dialogo dove non si capisce mai chi parla Smile
Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata si segna nome, cognome e indirizzo.

Trolls? Io odio i trolls! - Willow
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 21:38 pm    Oggetto:   

Die ha scritto:


Io trovo che il più delle volte eccedano nel senso opposto, ossia con una valanga di incisi perfettamente inutili.


beh, certamente è la faccia opposta della medaglia, se gli incisi sono davvero buttati a caso Wink

Die ha scritto:
Il dialogo è una delle espressioni narrative più difficili e complesse IMHO.


assolutamente! Anche perché se hai un personaggio medio, normale, non puoi farlo parlare come un libro stampato (a meno che sia un erudito o un personaggio d'altri tempi) ma nemmeno riprodurre un dialogo come succede dal vero perché nel parlare siamo sciatti, siam di fretta, ripetiamo, facciamo un sacco di pause, spesso l'onere di capirci è tutto su chi ci ascolta. E se piazzi un parlato così al lettore, giustamente, scappan giù le calze, diventa una palla totale... Anche questa è una cosa molto difficile da calibrare. Sembra facile fare un buon caffè Wink Ecco perché dico sempre che puoi aver ingurgitato 14 pile di manuale, sapere queste cose cantilenando all'indietro, ma finché non ti tiri su le maniche non c'è verso

Die ha scritto:

Ed è anche uno dei tratti distintivi dei bravi scrittori.


infatti son quelli da masticare e rimastciare e vedere come fanno loro Wink

Die ha scritto:

Comunque è una discussione interessante, se trovi degli esempi postali, così parliamo su una base comune.



come sempre, quando non li cerchi ne trovi millemila, quando ne hai bisogno boia se ne trovi uno... Uffa.
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 21:39 pm    Oggetto:   

Barbagianni ha scritto:
Grazie Marina, ora so cosa maledire quando mi perdo in un dialogo dove non si capisce mai chi parla Smile


LOL! Ecco se ti viene subito un esempio a portata di mano posta tu, intanto

EDIT: mi è venuto in mente dove trovarne uno

http://www.writersmagazine.it/forum/viewtopic.php?t=5105&postdays=0&postorder=asc&start=45

dodicesimo post.

Teribbbile!
meloth
Eldar
Messaggi: 368
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 22:56 pm    Oggetto:   

Se posso dire la mia, senza alcuna pretesa, i dialoghi botta e risposta hanno il pregio di dare ritmo alla narrazione. Tuttavia alcune volte è opportuno specificare tono, espressione e mimica facciale. Faccio un esempio per essere più chiara, su di me per non mettere in mezzo nessun autore in particolare. Sono dialoghi misti.

<<Ti manca molto Lisandro, vero?>>risuonò una voce alle sue spalle, facendola trasalire.
<<Ora più che mai>>rispose Meg accorata<<perchè adesso avrei bisogno di lui, Rose ha bisogno di lui>>
<<A volte sembra che ci osservino, non è così? Le persone care che non ci sono più. Ti volti verso un albero, un oggetto o un'immagine e le vedi, anche se solo per un attimo. Riflessi di una vita passata, ricordi del mondo>>

Nei primi due casi occorre specificare, perchè nel primo si presenta un nuovo personaggio, nel secondo si passa ad un altro. Invece dopo si può procedere speditamente, la conversazione è già ben avviata ed ha un suo tono. Ma se si cambia atteggiamento, tono o espressione occorre specificare, come qui:

<<Siediti e parliamone da amici, magari tra una bella boccata di fumo e l'altra>>disse a Meg, cavando da una tasca la pipa. Meg non rispose.
<<Entrambi abbiamo le nostre ragioni, e nessuno è pronto a cedere. Dico bene?>>esordì il vecchio, porgendo una cartuccia con tabacco alla donna.
<<Non fumo più, lo sai>>rispose secca lei<<buca il cervello e rende matti>>
<<Sai, credo tu abbia ragione>>rispose Myrddin con un sorriso, accendendo la pipa e aspirando la prima boccata di fumo<<io sono notoriamente matto. Ma chissà perchè campo bene>>.

Ovviamente questo è un mio modesto parere ricavato dalla lettura. Spero che non dia fastidio l'esempio fatto su di me, non si tratta di pubblicità occulta Laughing
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 23:12 pm    Oggetto:   

Meloth non ti incavolare, ma ti dico come vedrei il tuo dialogo (se posso dire la mia). Ovviamente invento anche un po'.
Come l'hai messo tu, si capisce chi parla ma imho mancano dei passaggi.

<<Ti manca Lisandro, vero?>> disse una voce alle sue spalle.
Meg trasalì, poi lo riconobbe. Era Tizio Caio.
<<Più che mai>>sussurrò<<perchè è adesso che avrei bisogno di lui. E anche Rose >>
Tizio Caio sedette accanto a lei, lo sguardo perso dietro a chissà quali pensieri.
<<A volte sembra che ci osservino, non è così? - disse - Le persone care che non ci sono più. Ti volti verso un albero, un oggetto o qualsiasi cosa e le vedi, anche se solo per un attimo. Ricordi. Riflessi di un passato che non c'è più>>

Naturalmente è solo un esempio.
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Barbagianni
Balrog
Messaggi: 1005
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 23:27 pm    Oggetto:   

Indubbiamente un dialogo serrato fa la sua figura, ma quello indicato da marina è veramente esagerato.
Certo, se lo stile generale è asciutto la cosa si nota meno, ma in caso di prosa prolissa l'essiccamento improvviso si nota di più ed è più brutto (se fatto male).
Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata si segna nome, cognome e indirizzo.

Trolls? Io odio i trolls! - Willow
meloth
Eldar
Messaggi: 368
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 23:40 pm    Oggetto:   

Non mi incavolo, perchè come sospettavo la macanza dei passaggi tagliati si è vista. Il dialogo intero, giusto per precisione, è questo:

Meg fissò la foto sulla mensola del camino, lievemente ingiallita dal tempo. Un giovane dai limpidi occhi azzurri le restituì lo sguardo, strappandole una lacrima.
<<Ti manca molto Lisandro, vero?>>risuonò una voce alle sue spalle, facendola trasalire. Un uomo era in piedi nella cucina, avvolto in un mantello grigio. Il cappuccio lasciava scoperto il volto, familiare anche dopo tutti quegli anni. Myrddin era rimasto tale e quale a come lo ricordava, forse più stanco e più debole, ma con gli stessi occhi turchese e il viso allegro.
<<Ora più che mai>>rispose Meg accorata<<perchè adesso avrei bisogno di lui, Rose ha bisogno di lui>>
<<A volte sembra che ci osservino, non è così? Le persone care che non ci sono più. Ti volti verso un albero, un oggetto o un'immagine e le vedi, anche se solo per un attimo. Riflessi di una vita passata, ricordi del mondo>>

Poi la seconda pare:
Myrddin sospirò stancamente, accomodandosi su una sedia vicina al tavolo.
<<Siediti e parliamone da amici, magari tra una bella boccata di fumo e l'altra>>disse a Meg, cavando da una tasca la pipa. Meg non rispose.
<<Entrambi abbiamo le nostre ragioni, e nessuno è pronto a cedere. Dico bene?>>esordì il vecchio, porgendo una cartuccia con tabacco alla donna.
<<Non fumo più, lo sai>>rispose secca lei<<buca il cervello e rende matti>>
<<Sai, credo tu abbia ragione>>rispose Myrddin con un sorriso, accendendo la pipa e aspirando la prima boccata di fumo<<io sono notoriamente matto. Ma chissà perchè campo bene>>
Die
Elfo
Messaggi: 219
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 23:47 pm    Oggetto:   

Kinzica ha scritto:

<<Ti manca Lisandro, vero?>> disse una voce alle sue spalle.
Meg trasalì, poi lo riconobbe. Era Tizio Caio.
<<Più che mai>>sussurrò<<perchè è adesso che avrei bisogno di lui. E anche Rose >>
Tizio Caio sedette accanto a lei, lo sguardo perso dietro a chissà quali pensieri.
<<A volte sembra che ci osservino, non è così? - disse - Le persone care che non ci sono più. Ti volti verso un albero, un oggetto o qualsiasi cosa e le vedi, anche se solo per un attimo. Ricordi. Riflessi di un passato che non c'è più>>

Naturalmente è solo un esempio.


Ottime correzioni. Sinceramente. Come ho detto prima, non è facile avere orecchio per i dialoghi.
Die
Elfo
Messaggi: 219
MessaggioInviato: Mer 12 Ago 2009 23:52 pm    Oggetto:   

Cribbio, non voglio passare per maniaco, per carità, ma non potete usare almeno le virgolette alte, o un trattino qualsiasi, invece di quei cavolo di segni maggiore e minore? Mi fanno venire l'orticaria!
Barbagianni
Balrog
Messaggi: 1005
MessaggioInviato: Gio 13 Ago 2009 0:15 am    Oggetto:   

Forse non è il caso di sollevare anche questo problema...
Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata si segna nome, cognome e indirizzo.

Trolls? Io odio i trolls! - Willow
Loreley
Nano
Messaggi: 158
Località: Nowhere
MessaggioInviato: Gio 13 Ago 2009 0:31 am    Oggetto:   

Die ha scritto:
Cribbio, non voglio passare per maniaco, per carità, ma non potete usare almeno le virgolette alte, o un trattino qualsiasi, invece di quei cavolo di segni maggiore e minore? Mi fanno venire l'orticaria!


E perché? o_O Giuro, non capisco. Per altro nella maggior parte dei romanzi i dialoghi sono contrassegnati così.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10, 11, 12  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum