Figli di Tenebra


Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Gio 01 Lug 2010 19:32 pm    Oggetto: Figli di Tenebra   

Figli di Tenebra



Leggi la recensione.
(leggenda )
Ospite

MessaggioInviato: Gio 01 Lug 2010 19:33 pm    Oggetto: Re: Figli di Tenebra   

Sto leggendo Figli di tenebra proprio in questi giorni e....Mio DIO! Marco calmati con i paroloni, magari una semplice descrizione può dare una paronamica altrettanto esatta sul paesaggio. La frondosità è deleteria!
Poi giuro sulla mia mano destra che se leggo ancora un'altra spiegazione arzigogolata sugli effetti dell'Entropia chiudo il libro, scendo dal divano, esco prendo la macchina, guido fino a casa tua, caro Marco Davide, suono al campanello e ti urlo in faccia "SI ERA CAPITO! BASTA DI RIBADIRLO!"

Per il resto tutto ok Very Happy bella storia e magnifici personaggi Very Happy
LotharB
Nano
Messaggi: 141
Località: Roma
MessaggioInviato: Ven 02 Lug 2010 16:09 pm    Oggetto:   

@leggenda: se suoni il campanello e mi trovi, appena finito di urlare sali su che ti offro volentieri un caffè. E non farmi sentire in colpa per la tua destra! Laughing

Ringrazio Emanuele della recensione. Schietta e diretta, ché ho sempre ribadito (e, mi si consenta, dimostrato) di farmene poco dei pareri compiacenti e dei giudizi di aprioristico favore.
Di solito non entro nel merito, visto che un giudizio appartiene di diritto a chi lo redige. Mi fa piacere che si sia ravvisata una maturazione all'interno della saga. Ricordo sempre che la Trilogia di Lothar Basler risale, come prima stesura, al periodo che va dalla fine del 1997 all'inizio del 2001. Un'eternità, per uno scrittore che impari un minimo da quello che fa. Per quanto mi riguarda, il primo volume è quello che paga qua e là maggior scotto all'esordio, pur incubando e in parte già sviluppando tutti i semi del mio scrivere.
Dello stile si può dire poco o molto: io ho maturato il mio, cerco di affinarlo ogni pagina in più che scrivo, al lettore resta da decidere quanto sia in linea con i suoi gusti. Descrittivo (ho imparato a porre gli argini rispetto ai primissimi tempi), a volte ricercato, con tutti i rischi che s'immaginano di sconfinare nel barocco. Mai, però, dico mai mirato all'esercizio fine a se stesso. Attraverso la penna io provo a emozionare: paura, suggestione, allegria, commozione. Provo a prendere il lettore per mano e condurlo lungo la via, non sto lì a dimostrare le mie presunte doti di narratore.
Sul finale della trilogia: la sua lunghezza deriva da troppe conclusioni liquidate in fretta che, da lettore, m'hanno lasciato l'amaro in bocca. Non avevo nessuna intenzione di tradire il mio, di lettore, dopo avere goduto della sua fiducia per più di duemila pagine. E' stato poco, è stato troppo, è stato invece il giusto? Ancora una volta, non sta a me dirlo: ascolto tuttavia con attenzione il parere di ciascuno.
Non so se scriverò più un romanzo lungo quanto questo. Amo prendermi i miei spazi, ma nel decennio intercorso da questa trilogia voglio pensare di avere imparato anche come 'cesoiare' il surplus non dico poco funzionale alla storia (ci sarebbe da aprire una bella discussione in merito, non voglio andare OT) ma poco utile al suo spirito. Chi vorrà leggermi in futurò potrà avallare o confutare questa mia speranza.
I personaggi: lì c'è il cuore di tutto, lì ho infuso la parte maggiore dell'impulso che m'ha spinto a scrivere. Sono molto contento che questo sia stato percepito. I libri che ho amato di più sono quelli che m'hanno suscitato solitudine all'atto di riporli sullo scaffale. Se e quando riesco a ottenere qualcosa di simile, so di essere riuscito nel mio intento.
Il resto, tutto il resto, sul fantasy, sull'horror, sulla trama, sull'intreccio, etc. lo ritengo assolutamente interessante da trattare (e son qui pronto a farlo con chi ne avesse voglia) ma marginale rispetto a questo.
Grazie ancora per la lettura e per la recensione. Wink
(leggenda )
Ospite

MessaggioInviato: Ven 02 Lug 2010 20:49 pm    Oggetto: Re: Figli di Tenebra   

touché...solo un grande generale scende in campo per combattere le sue guerre Wink complimenti
LotharB
Nano
Messaggi: 141
Località: Roma
MessaggioInviato: Dom 04 Lug 2010 12:29 pm    Oggetto:   

@leggenda: il punto probabilmente è che non la vedo come una battaglia. A esser franco, non capisco proprio chi si picca per questo o quel commento. Purché sia in buona fede (requisito ahimè non sempre garantito), chi legge ha tutto il diritto di esprimere il parere che vuole. Chi scrive ha il diritto complementare di farne tesoro se lo ritiene pertinente oppure no. Non è questione d'essere ipocrita sostenendo che fa piacere ricevere un appunto (cosa che non è): è piuttosto rispettare la voce genuina di chi ha pagato (nella maggior parte dei casi in denaro e sempre - sottolineo sempre - in tempo) il diritto di cui sopra attraverso la lettura.
Arisalut! Wink
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum