[FILM] Film nè belli nè brutti


Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Autore Messaggio
Crom
Eldar
Messaggi: 342
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 17:38 pm    Oggetto: [FILM] Film nè belli nè brutti   

La guerra del fuoco

è tratto dall'omonimo romanzo di Rosny (che non ho ancora avuto modo di leggere. Solitamente le storie di cavernicoli è meglio vederle che leggerle perchè sono narrate in modo infantile e da quello che ho letto Rosny non fa differenza) e racconta l'epica, cruda ed anche simpatica avventura di un trio di cavernicoli mandati dalla loro tribù a ricercare il fuoco perso dopo un attacco di primati tra neanderthal bruti e cannibali come vuole la superata tradizione (il romanzo, infatti, è del 1909), tigri dai denti a sciabola, mammut, lupi, orsi, pigmei tinti di grigio-azzurro e nomadi bellicosi. Naturalmente il viaggio risulta essere anche iniziatico per i tre, soprattutto per il protagonista che (spoiler) impara a produrre il fuoco e conosce l'amore e come farlo meglio per soddisfare anche la sua compagna (mi è venuto in mente uno speciale di quark in cui si metteva in evidenza il fatto che gli uomini si sono distinti dalle bestie perchè possono assumere pose diverse durante l'accoppiamento) (/spoiler). L'aspetto romanzesco riesce a non farlo essere un semplice documentario.

Il trucco è davvero superbo: si ha la sensazione di vedere degli uomini preistorici. Addirittura i neanderthal non sono stati rappresentati come degli scimmioni (ultimamente si è scoperto che alcuni avevano i capelli rossi in medio oriente). Un'altra cosa curiosa sono i lunghi canini infilati nelle bocche di due leoni per farli apparire verosimilmente come gli smilodonti, anche se naturalmente sono più longilinei e proporzionati dei loro antenati. Gli scontri non mancano ed hanno la loro giusta dose di sangue. Per fare i mammut non c'era ancora la teconologia vista in 10000 a.C. ma sono stati fatti bene lo stesso.

Ah indovinate quale attore c'è nel trio? Ron "faccia da scimma" Perlman Very Happy
pick
The Gray Mouser
Messaggi: 4464
Località: Lankhmar
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 18:39 pm    Oggetto:   

Direi che la collocazione in questo nuovo 3d e' giusta. Data la carne al fuoco, inclusa, se non ricordo male, la consulenza di Anthony Burgess per il linguaggio, era lecito aspettarsi di piu'.
- GattaMatta e Palin forever!
- Cronache del 2020: Orso d'Oro a Jesse Custer!
- Orgoglioso Zzio della Modessa
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14734
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 19:30 pm    Oggetto:   

Appoggio, più volte mi sono trovata in mezzo a due fuochi.

Poi vi verrò dietro, per ora c'ho il panico del foglio bianco.
Very Happy
(searching for)
pick
The Gray Mouser
Messaggi: 4464
Località: Lankhmar
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 19:46 pm    Oggetto:   

OT Se ci pensi un attimo, la maggior parte dei film appartiene a questa categoria, per esempio molti dei film diretti da Que... naaaaaaaah, perche' litigare con il nipote Jesse? Wink
- GattaMatta e Palin forever!
- Cronache del 2020: Orso d'Oro a Jesse Custer!
- Orgoglioso Zzio della Modessa
Asher_85
Hidden Persuader
Messaggi: 2574
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 20:15 pm    Oggetto:   

pick ha scritto:
OT Se ci pensi un attimo, la maggior parte dei film appartiene a questa categoria, per esempio molti dei film diretti da Que... naaaaaaaah, perche' litigare con il nipote Jesse? Wink


Pensavo quelli tu li ritenessi brutti Mr. Green
Crom
Eldar
Messaggi: 342
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 20:25 pm    Oggetto:   

@Pick
perchè l'autore di "Un arancia ad orologeria" si è occupato dei gesti? Ho letto che uno zoologo invece si è occupato dei suoni gutturali, ma non capisco la consulenza di uno scrittore.

Per la cronaca nel film si gesticola e si mugugna come giusto che sia.
Crom
Eldar
Messaggi: 342
MessaggioInviato: Mar 14 Set 2010 22:07 pm    Oggetto:   

Ho appena finito di vedere La polizia incrimina, la legge assolve diretto da Castellari. E' uno buon poliziottesco con una storia non troppo sempliciotta e qualunquista, dove le inquadrature scelte dal regista sono abbastanza particolari da rendere belle la maggior parte delle scene, soprattutto quelle d'azione. Per fortuna le sparatorie non sono troppo acrobatiche ed i proiettili si sprecano, come sempre Smile. Inoltre è difficile distinguere i manichini dagli attori in carne ed ossa quando vengono investiti, seppure durante il primo adrenalico inseguimento, che si protrae un po troppo anche oltre la colonna sonora son troppo evidenti i bambolotti che affiancano i piloti, però non fa niente. Chiudo volentieri un occhio Smile

La partecipazione di Nero è anche essa buona nei panni di un commissario che da instintivo ed un pò fesso migliora durante le indagini diventando un pò più razionale. Quindi non è la solita macchietta dei successivi personaggi interpretati dal meno esigente Merli.

Domani mi vedo "Il cittadino si ribella", sempre di Castellari, che son riuscito a procurarmi.
pick
The Gray Mouser
Messaggi: 4464
Località: Lankhmar
MessaggioInviato: Mer 15 Set 2010 8:47 am    Oggetto:   

Tutto sommato un 3d come questo puo' anche servire da 'Purgatorio' per film mandati troppo frettolosamente all'Inferno in prima analisi...
Cosa non funziona in Ghosts of Mars? Tutto sommato si tratta di un piacevolissimo Bignami Carpenter, ben ritmato, senza cedimenti, con il divertente 'poverismo' cui il regista ci ha abituati da sempre, ottime scene d'azione in stile scopertamente western, un po' Hawks e un po' Peckinpah, una storia che non presenta il pregio della novita' ma che non e' stata nemmeno sfruttata fino all'osso... Allora? L'ho capito rivedendolo ieri notte: Ice Cube 'vorrebbe' essere un misto tra Napoleon Wilson e Snake Plissken, ma manca di eleganza, di ritmo, e' decisamente troppo 'tongue in cheek' e soprattutto lo e' nei momenti sbagliati, un caso clamoroso di miscasting. Cosa abbia spinto John Carpenter a una scelta tanto autolesionista rimarra' un mistero, ma e' questo che fa di Ghosts of Mars un film ne' bello ne' brutto, laddove avrebbe meritato decisamente una collocazione migliore.
- GattaMatta e Palin forever!
- Cronache del 2020: Orso d'Oro a Jesse Custer!
- Orgoglioso Zzio della Modessa
DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6863
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Mer 15 Set 2010 11:46 am    Oggetto:   

pick ha scritto:

Cosa non funziona in Ghosts of Mars?


A me GoM è piaciuto parecchio, nonostante ICE3 sia uno dei peggiori attori mai visti.

Ho visto Lunedì 2012... come tutti i film di Roland Emmerich parte in maniera molto interessante e accattivante, per poi perdersi in scene improponibili e scivolando su una retorica che, in piccole dosi ci può anche stare, ma alla lunga stanca.

Sorvolo poi sulla parte finale che mi ha quasi fatto addormentare.

P.S. Riagganciandomi alla parte iniziale del mio post... assieme a Ice3 ci metto pure John Cusack. Non l'ho mai sopportato! Imho: in confronto al protetto di Emmerich pure Nicolas Cage sarebbe da Oscar! Twisted Evil
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
pick
The Gray Mouser
Messaggi: 4464
Località: Lankhmar
MessaggioInviato: Mer 15 Set 2010 14:24 pm    Oggetto:   

Lo straniero, di Luchino (The Genius) Visconti, con pari deplorazione alla compianta Suso Cecchi D'Amico.
Maestro, Signora... Perche'? Da voi abbiamo sempre avuto letture e riletture splendide, James Cain nella bassa padana, Giovanni Testori che magicamente si trasforma in Dostoevskij, un Maupassant 'minore' che diventa acutissima rilettura di uno dei capitoli piu' importanti di Il Capitale, Tomasi Di Lampedusa senza orpelli e inutili (IMO) esercizi di stile, Morte a Venezia, love La caduta degli Dei... Perche', proprio di fronte a uno dei classici letterari preferiti dal Maestro, con tutte le possibilita' di rilettura - interpretazione che vi si offrivano, darsi a una pedante, letterale, arida lettura piatta e scolastica? Si salvano gli interpreti e la fotografia, d'accordo, ma per il resto, e con un certo dolore da parte mia, ne' bello ne' brutto.
- GattaMatta e Palin forever!
- Cronache del 2020: Orso d'Oro a Jesse Custer!
- Orgoglioso Zzio della Modessa
Crom
Eldar
Messaggi: 342
MessaggioInviato: Dom 19 Set 2010 22:29 pm    Oggetto:   

Mi rieccheggiano ancora nelle orecchie le deflagrazioni delle interminabili e stupende scene d'azione de Il grande racket. Devo davvero ricredermi nei confronti di Castellari perché è proprio un ottimo regista. Il migliore nel campo dell'azione tra quelli italiani. Ed a questo punto son curioso di vedere il prossimo "Carribean Basterds" perchè il trailer grezzo, cioè non montato, che ho visto (dopo lo stupidissimo "Fuga dal Bronx", in cui non si salva neanche un'ancora giovane ed acerba Moana Pozzi) allo S+F di Trieste, presentato dallo stesso Castellari, mi fece schifo e la prima cosa che pensai fu che il regista avesse fatto il film solo per andare in vacanza ai caraibi. Il trailer nuovo, invece, è un pò più attraente. Ma qualsiasi sia il risultato del film spero che dopo di esso il cinema italiano ritorni a sfornare film di genere, usurpatici dagli americani e dagli orientali.

PS: nel film c'è anche un richiamo finale a "Frank Costello faccia d'angelo"

nei giorni passati h visto...

Spara Joe… e così sia!
La storia è buona e la visione fila liscia senza annoiare (eppure l’ho visto con il pranzo sullo stomaco), ed infatti dopo un ora quando ho iniziato a provare un vago assopimento le vicende hanno preso una svolta inattesa che mi ha risollevato un po’ il morale.
Da notare la scena grottesca in cui un ragazzino incita follemente il padre (spoiler) a compiere lo stupro della protagonista (/spoiler).

Cani arrabbiati
Conosciuto anche come “Semaforo rosso” sia perché lo si supera due volte all’inizio sia perché la storia si svolge quasi esclusivamente in macchina, ma è il primo titolo a presentare meglio il contenuto.
Se gli attorucci si fossero impegnati di più penso che sarebbe stato migliore, ma mi è piaciuto lo stesso perché mi aspettavo qualcosa di diverso, sadismo e spargimento di sangue gratuiti da parte di una banda di folli rapinatori, invece, c’è del thrilling durante tutta la fuga con tre ostaggi. Inaspettato è stato anche il cinico finale che mi ha felicemente (perché adoro le conclusioni amare) smontato il pregiudizio di una conclusione scontata.

Confessioni di un commissario di polizia a un procuratore della repubblica
Aspro con due bei personaggi interpretati molto bene da Balsamon e Nero.
pick
The Gray Mouser
Messaggi: 4464
Località: Lankhmar
MessaggioInviato: Lun 20 Set 2010 10:04 am    Oggetto:   

Si sta svolgendo, presso il tinello di casa mia, la rassegna Tutto Carpenter Tranne Uno, per celebrare, a modo mio e a ritmo Grindhouse (due o anche tre film per sera), uno dei miei registi preferiti.
Fuga da LA: Gli ingredienti ci sono tutti, ritmo, azione, velocita', un Plissken nemmeno troppo invecchiato, un pugno di Has Been messi da parte troppo in fretta (eccellente, nella sua bastardaggine, Cliff Robertson), il trans piu' simpatico mai visto in un film, un finale eccezionale... allora cosa c'e' che non va? Detto da me Shocked sembra un controsenso, ma Carpenter e' ancorato a uno stile tecnologicamente 'retro' che non vuole abbandonare: dategli il suo amato polistirolo dipinto, il sangue finto, i filtri ottici vecchio stile... altro non desidera e, se proprio gli viene imposto (proprio come Escape from LA. IMO), non se ne sa servire o lo fa con estremo, distrattissimo fastidio.
Peccato, usando gli effetti speciali come 'condimento' di film mai banali, con Carpenter si potrebbe gridare sempre al 'quasi capolavoro'.
Eccezion ale, comunque, la sequenza nella clinica di chirurgia estetica. Applausi Applausi Applausi Applausi Applausi
La serata si e' conclusa con la visione dell'eccezionale, sempre ineccepibile Distretto 13. love love love love love
- GattaMatta e Palin forever!
- Cronache del 2020: Orso d'Oro a Jesse Custer!
- Orgoglioso Zzio della Modessa
Crom
Eldar
Messaggi: 342
MessaggioInviato: Lun 20 Set 2010 12:16 pm    Oggetto:   

A proposito di Jena Plisken qualche settimana fa ho visto Il Ras del quartiere con Abatantuono, in cui il personaggio interpretato da Di Francesco gli fa omaggio. Per il resto il film fa l'occhiolino ai "Guerrieri della notte" seppure è un Hard Boiled.
pick
The Gray Mouser
Messaggi: 4464
Località: Lankhmar
MessaggioInviato: Lun 20 Set 2010 12:51 pm    Oggetto:   

Crom ha scritto:
Jena Plisken


No, no Snake PlisSken. Wink
- GattaMatta e Palin forever!
- Cronache del 2020: Orso d'Oro a Jesse Custer!
- Orgoglioso Zzio della Modessa
Crom
Eldar
Messaggi: 342
MessaggioInviato: Lun 20 Set 2010 13:04 pm    Oggetto:   

mi ssssscusi. Embarassed Wink

Lo "Jena" è per l'edizione italiana... comunque è giusta la precisazione. Snake e non Jena.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a OT Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum