L'uomo più fortunato del mondo


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 11:42 am    Oggetto: L'uomo più fortunato del mondo   

Il genio parlò e disse:
-Poiché tu mi hai liberato da una prigionia durata mille anni, ti concedo di esprimere tre desideri. Parla ed io ti esaudirò, perché così ho giurato. Poi sarò libero.
Il vecchio restò a bocca aperta davanti all’apparizione. Incredulo, abbassò lo sguardo sulle sue mani che ancora stringevano lo straccio e la vecchia lampada sporca. Un tremito convulso prese a scuoterlo, col rischio di far cadere entrambi gli oggetti sul pavimento.
Il genio fu lesto a sfilare il prezioso manufatto dalle dita artritiche del vecchio. Poi afferrò anche la lampada e la posò sul tavolino da notte. Tornò a piazzarsi di fronte al suo padrone e, constatandone la decrepitudine, proclamò a voce più alta:
-Poiché tu mi hai liberato da una prigionia durata mille anni, ti concedo di esprimere tre desideri. Parla ed io ti esaudirò, perché così ho giurato. Poi sarò libero.
Silenzio.
Pensionato e genio si squadrarono. Poi Gerardo rag. Barberis, classe 1927, si portò una mano al petto, strabuzzò gli occhi e crollò a terra, morto.
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 11:48 am    Oggetto:   

Racconto scritto all'insegna dell'estrema sintesi. Quanti particolari si possono omettere pur mantenendo comprensibile la trama? O semplicemente cerco una scusa alla pigrizia...
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
ThomasMore
Rivolzottoso Rivolzottoso
Messaggi: 2538
Località: Ahi Pisa, vituperio de le genti!
MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 12:21 pm    Oggetto:   

Ah, ah, ah Laughing

Secondo me un paio di battute in più potevano starci, si capisce che il genio è fregato dalla morte del ragionier Barberis ma non si apprezza la sua reazione. Onestamente, però, io non saprei cosa aggiungere e comunque il racconto è molto divertente lo stesso Very Happy


Un porco che non vola è solo un porco.
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 13:12 pm    Oggetto:   

bello e vero
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Valeria Nitto
Hobbit
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 13:35 pm    Oggetto:   

ma noooo
breve ma davvero bello
Incantatore dalle 9 vite
Eroico scoiattolo Eroico scoiattolo
Messaggi: 5016
Località: Posso spostarmi tra i mondi paralleli
MessaggioInviato: Ven 07 Gen 2011 14:05 pm    Oggetto:   

Ehm... lapidario!
Laughing
Nipote di Pick e Inkyfhrd !
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Sab 08 Gen 2011 9:22 am    Oggetto:   

Io mi metterei a descrivere il fiume di espressioni che scorrono sul volto del povero rag. Barberis, ma forse questo rovinerebbe questo spassosissimo raccontino! Very Happy

Ci starebbe bene, come sottofondo, questa canzoncina qui:
http://www.youtube.com/watch?v=0xJS54vlFFc (notare il testo)
certo, c'è il problema che si fa prima a finire il racconto, che ad ascoltare il brano musicale! Laughing
erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Lun 10 Gen 2011 8:39 am    Oggetto:   

Grazie per gli apprezzamenti, mi fa piacere che vi abbia divertiti perchè lo scopo era proprio quello di suscitare un sorriso.
Se sapessi disegnare avrei potuto risolvere tutto in una vignetta, ma non ne sono capace.
La forma così breve è stata l'unica soluzione alle troppe idee contraddittorie che avevo in mente. Partire dalla vita difficile di un vecchio che spende tutta la sua pensione in gratta e vinci e poi arriva il botto di fortuna a un banco di beneficienza, alla tombola del condominio o a un mercatino delle pulci. Sviluppare l'equivoco tra la lampada e lo straccio, mostrare il genio che passa di mano in mano tra gli eredi del vecchio, immaginare che il genio parli un idioma antico e il ragioniere non capisca un parola. Il problema è che questo finale mi piaceva troppo.
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
ringstorm
Giullare del Massacro
Messaggi: 3507
Località: siano (sa)
MessaggioInviato: Mar 11 Gen 2011 16:01 pm    Oggetto:   

Incantatore dalle 9 vite ha scritto:
Ehm... lapidario!
Laughing

lapidario e lapicida... entrerebbe tutto in un'epigrafe. Laughing

sono io che non amo molto i raccontini lampo, però avrei gradito qualche dettaglio, giusto il minimo, che creasse quel pizzico di colore in più, ma distribuito nella narrazione. la cosa che squilibria un pò il tutto, imo, è che hai dato "tutte" le info nell'ultima frase:
Citazione:
Gerardo rag. Barberis, classe 1927,


all'opposto, anzichè dargli un nome, una professione e un'epoca di nascita, avresti potuto sfruttare l'effetto comico semplicemente dicendo "il pensionato", restando sul vago come hai fatto per tutta la narrazione. magari delineando vagamente l'ambiente di una casa di riposo o altro che suscitasse il sospetto della sua identità e rafforzasse l'effetto comico: che ci fa un pensionato con la lampada di aladino?

scusa se sembro critica, non lo sono, è solo il mio parere. Very Happy
Era brilligo e gli unsci tovi / girondavano sulla rava, / eran birbizzi i borogovi / e il momo ratso ultragrattava

Il.Viandante
Chubacabra
Messaggi: 2764
Località: Giringiro
MessaggioInviato: Mer 12 Gen 2011 16:03 pm    Oggetto:   

ThomasMore ha scritto:
Secondo me un paio di battute in più potevano starci ... Onestamente, però, io non saprei cosa aggiungere e comunque il racconto è molto divertente lo stesso


Vero, un paio di battute in più non facevano male ma o si trovano quelle giuste o si rischia di far perdere l'immediatezza del racconto.
Forse uno scambio di battute brevi tipo
"Posso chiedere tutto?" colpi di tosse
"Poiché tu mi hai liberato da una prigionia durata mille anni, ti concedo di esprimere tre desideri. Parla ed io ti esaudirò, perché così ho giurato. Poi sarò libero. "
"Ah! In malora il vecchio Alvise del dopolavoro! Desidero..."
Pensionato e genio si squadrarono. Poi Gerardo rag. Barberis, classe 1927, si portò una mano al petto, strabuzzò gli occhi e crollò a terra, morto.

Al momento purtroppo non balza nulla di meglio nemmeno nella mia testa, ma anche così il testo fa il suo bell'effetto. Wink

Effettivamente una vignetta non sarebbe stata affatto male.
Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera (J.W.G.)
Coram85
Capitano di vascello
Messaggi: 13169
MessaggioInviato: Mer 12 Gen 2011 20:00 pm    Oggetto:   

Perdona la banalità, ma è geniale.

Chapeau, Herb!
I wrote a paranormal story, including babes, alcohol and Battle Rock! Is called Dark Rock Chronicles!

Dark Rock Chronicles fan page
ringstorm
Giullare del Massacro
Messaggi: 3507
Località: siano (sa)
MessaggioInviato: Mer 12 Gen 2011 23:48 pm    Oggetto:   

Il.Viandante ha scritto:

"Ah! In malora il vecchio Alvise del dopolavoro! Desidero..."

Al momento purtroppo non balza nulla di meglio nemmeno nella mia testa

Laughing Laughing
e cosa può esserci meglio di Alvise???? Laughing Laughing Laughing
Era brilligo e gli unsci tovi / girondavano sulla rava, / eran birbizzi i borogovi / e il momo ratso ultragrattava

erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Gio 13 Gen 2011 8:29 am    Oggetto:   

ringstorm ha scritto:

che ci fa un pensionato con la lampada di aladino?

La critica più feroce è tutta in questa domanda. Indica chiaramente che il gioco dell'equivoco tra straccio e lampada, e su quale dei due è il prezioso manufatto, è miseramente fallito. Troppi pochi indizi, dovevo innanzitutto sostituire il "prezioso" con un più indicativo "magico".
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
uljanka
Sua Luminosa Oscurità
Messaggi: 5714
MessaggioInviato: Gio 13 Gen 2011 10:51 am    Oggetto:   

Il racconto è perfetto così... però le battutine e le fantasie nascono spontanee.

Io, leggendo queste righe, immagino una striscia disegnata dal mitico Lunari.


Tra parentesi il vegliardo non ha trovato la Lampada di Aladino. Il genio ivi imprigionato esaudiva un numero illimitato di desideri.
Forse ha trovato un panno antipolvere veramente magico...
E io, che sono Tenebra, altro non posso vedere se non la Luce, e perciò sono la Luce.

Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata ride e prepara il suo fucile.
erbetta
Inox memory
Messaggi: 4225
MessaggioInviato: Gio 13 Gen 2011 13:41 pm    Oggetto:   

uljanka ha scritto:

Io, leggendo queste righe, immagino una striscia disegnata dal mitico Lunari.

Non la conosco...
Sono una donna di cultura: ho letto entrambi i Promessi Sposi
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a I racconti del forum Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum