Nucleare in Italia...favorevoli o contrari?


Vai a pagina 1, 2, 3 ... 15, 16, 17  Successivo

Nucleare in Italia...
16%  16%  [ 5 ]
No 83%  83%  [ 26 ]
Non so 0%  0%  [ 0 ]
Voti Totali : 31

Autore Messaggio
Bran
servitore di due padroni
Messaggi: 4590
Località: Era Hyboriana (Trento)
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 13:12 pm    Oggetto: Nucleare in Italia...favorevoli o contrari?   

Premesse:
1 Ho cercato nei forum e non ho trovato una discussiona analoga, quindi la apro qui, se esiste già mi scuso e chiedo ai mod di chiudere.

2 Qui si vuole parlare di tecnologia, ambiente, energia e sviluppo, non di politica, quindi lasciamo fuori tutte le discussioni riguardanti gli aspetti politici della faccenda

3 Capisco che l'argomento è uno di quelli che scalda gli animi, non sta a me dirlo ma prego tutti di "volare basso" Smile

Fine delle premesse


In questi giorni è inevitabile trovarsi a discutere di questo tema, io sono fermamente contrario alla tecnologia nucleare che considero obsoleta e svantaggiosa per la produzione di scorie che ne derivano.
Mi convinco ancora di più se si parla del contesto italiano, regione altamente sismisca e soggetta a fenomeni malavitosi riguardanti la gestione di rifiuti tossici.
Forse abbiamo sbagliato a rinunciare al nucleare alcuni anni fa, ma iniziare un progetto così oggi (quindi con centrali che diventerebbero attive tra parecchi anni, mi sembra folle. Il nostro paese è ricco di sole, acqua e vento, sfruttiamo le risorse gratuite che possediamo.

Edit: nel sondaggio volevo includere l'opzione "non so", ma evidentemente ho sbagliato qualcosa, se un mod (o una modessa) può rimediare lo ringrazio Embarassed Wink

Edit2: ho sbagliato anche a votare..volevo votare no...sono proprio un cretino... Crying or Very sad
Nipote di Pick e di Julia ///
-Riuscite a vedere qualcosa?-
-Sì, cose meravigliose-

Lord Carnavon & H. Carter, 26 novembre 1922
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 13:17 pm    Oggetto: Re: Nucleare in Italia...favorevoli o contrari?   

Ritengo che impostare la discussione col trito e ritrito favorevoli/contrari sia cadere nella trappola di marketing che tuttaltro che distinti signori abbiano sotteso a noi tutti.

Sono favorevole a etichettare come criminale o imbecille chiunque sia favorevole.
G.C.
Apprendista Mago
Messaggi: 3692
Località: Rivendell
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 13:59 pm    Oggetto:   

Contrario, ma Argosy ti pregherei di non elargire a cuor leggero giudizi che potrebbero essere offensivi.
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 14:39 pm    Oggetto:   

G.C. ha scritto:
Contrario, ma Argosy ti pregherei di non elargire a cuor leggero giudizi che potrebbero essere offensivi.


Non è espresso a cuor leggero. Era un modo surreale per dire che non vale neanche la pena porsi la domanda.

Che fra l'altro è quello che volevano ottenere.


Ultima modifica di Argosy il Sab 12 Mar 2011 14:40 pm, modificato 1 volta in totale
Karmillion
Drago
Messaggi: 525
Località: Salerno
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 14:39 pm    Oggetto: Re: Nucleare in Italia...favorevoli o contrari?   

Argosy ha scritto:
Ritengo che impostare la discussione col trito e ritrito favorevoli/contrari sia cadere nella trappola di marketing che tuttaltro che distinti signori abbiano sotteso a noi tutti.


può anche essere, ma rimane il fatto che la questione all fin fine si riduce a questa semplice domanda

Citazione:
Sono favorevole a etichettare come criminale o imbecille chiunque sia favorevole.


senza voler essere offensivo o altro, ognuno ha la sua opinione ,
ma,se ragioniamo così allora chi è favorevole al nucleare potrebbe pensare la medesima cosa di te
e ovviamnete sbaglierebbe perchè non è certo il modo giusto di discutere della questione
La somma delle intelligenze sulla terra è costante; la popolazione è in aumento.
assioma di cole
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 14:42 pm    Oggetto: Re: Nucleare in Italia...favorevoli o contrari?   

Karmillion ha scritto:

se ragioniamo così allora chi è favorevole al nucleare potrebbe pensare la medesima cosa di te


Guarda... è contrario persino Carlo Rubbia. Il che è tutto dire.

Chi è favorevole e ha messo in piedi quel popo' di campagna pubblicitaria, fra l'altro già ufficialmente condannata come ingannevole persino nel clima che abbiamo in Italia, può pensare quello che gli pare. Mi rifiuto di essere manipolato: la questione non si pone. Già ponendosela ci si mette "a loro disposizione".
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14734
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 14:48 pm    Oggetto:   

Appoggio la discussione MA purché si cerchi davvero di discutere civilmente, dando dei contributi interessanti sia per i favorevoli per i contrari, con tutte le premesse che ha fatto Bran, anche perché sapete bene qual è il regolamento di questo forum... e non valgono i post del tipo "è inevitabile che si cada in questioni politiche"... questi interventi verranno rimossi senza preavviso.


Personalmente sarò breve e lapidaria: contrarissima, ci sono tanti modi per produrre energie alternative, due per tutti oltre allo scontato eolico o solare: cacca (ebbene sì), rifiuti ... vi dice niente tutti i casini che abbiamo in Italia sullo smaltimento? Siamo arrivati a venderla alla Germania (se non erro).

Sì, costa munirsi di questi sistemi, ma se uno non fa mai il primo passo non camminerà mai.
(searching for)
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 14:57 pm    Oggetto:   

CDuMbledore ha scritto:

Siamo arrivati a venderla alla Germania (se non erro).


Non venduta. Abbiamo pagato perché la smaltissero loro. Inoltre ci hanno sanzionato (pagando ancora, quindi) perché li abbiamo truffati: etichettando come rifiuti normali anche quelli che erano rifiuti speciali e facendoglieli bruciare alla chetichella.

La discussione sul nucleare parte in contemporanea a sottili campagne pubblicitarie che insinuano l'idea che una pala eolica o un pannello fotovoltaico deturpino il paesaggio, e in contemporanea col varo di nuove legiferazioni per queste tecnologie che avanzano dei limiti stabiliti - come direbbe René Ferretti di Boris?- con dei numeri a caso senza uno straccio di motivazione che li accompagni.

Io lo so che qui come altrove verranno fuori il 99,99% di no. Volevo farvi riflettere sul fatto che forse è bene fare un passo ancora più avanti. Una grande conquista di dignità:
schifarli!


Ultima modifica di Argosy il Sab 12 Mar 2011 15:25 pm, modificato 2 volte in totale
nisana
Tai'shar Malkier
Messaggi: 2264
Località: Cosmere
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 15:15 pm    Oggetto:   

Posto che probabilmente, se si dovesse votare, sceglierei il contraria non per il nucleare in sé quanto per il fatto che viviamo in Italia, e mi spiace dirlo, vorrei sapere perché è contrario chi dice di esserlo.
Sappiamo che le centrali tipo Chernobyl non si fanno più e che le centrali tipo quelle del Giappone sono di un tipo diverso (per chi è interessato, cercate informazioni sul "disastro di Three Miles Island", mi sembra che si chiami così). So che la differenza tra i due tipi sta nel sistema di raffreddamento, il primo a grafite e il secondo ad acqua, e che i rischi di Chernobyl con il secondo tipo non ci sono (certo, vediamo in questi giorni terribili che rischi ce ne sono lo stesso!). è anche vero che le altre centrali, quelle che qui in Palude sono così diffuse, non sono prive di rischi: cosa succederebbe alla mia città se succedesse qualcosa alla raffineria qui vicino?
Per carità, poi, ben vengano il solare e l'eolico; la solidità delle dighe ci insegna che neanche l'idroelettrico è sempre così sicuro...ci sarebbe ancora Como se le dighe dei laghi del Cancano venissero giù? (e facciamo i debiti scongiuri)
Per cui, per carità, sono la prima a dire che con le fognate che sempre si fanno in Italia (e lo dico senza alcun riferimento politico, con buona pace dei mod) non sarebbe opportuno avere impianti nucleari (magari dichiarati antisismici senza esserlo...), ma non rifugiamoci dietro a un "è pericoloso" generico. Se la considerazione è: "meglio puntare su qualcosa di meno inquinante" (e che non pone il problema dello smaltimento delle scorie!), ok, valutiamo costi e fattibilità ma sono d'accordo.

PS: nella mia città c'è un piccolo reattore nucleare per ricerca. è piccolo ma c'è e mi risulta che sia ancora in funzione. Ha lo stesso meccanismo della centrale giapponese e vi assicuro che mi sento perfettamente tranquilla, anche se dalle finestre di casa lo vedo. Perchè? Mi sono informata e so che i rischi sono davvero bassi.
Vita prima della morte. Forza prima della debolezza. Viaggio prima della destinazione.
Bran
servitore di due padroni
Messaggi: 4590
Località: Era Hyboriana (Trento)
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 16:05 pm    Oggetto:   

Io concordo con nisana, nonostante quello che si vede in questi giorni il problema del nucleare non è la sicurezza ma la rinnovabilità e lo stoccaggio delle risorse. Infatti anche le risorse di uranio stanno iniziando a scarseggiare e non si è ancora individuato un modo davvero sicuro e pratico per trattare le scorie.

Le politiche energetiche del futuro non saranno più centralizzate (centrale che produce energia per una vasta zona), ma localizzate (ogni casa, edificio pubblico e industriale sarà anche produttore di energia tramite il pannelli). Tutto questo integrato con eolico, cinetico ecc.
Nipote di Pick e di Julia ///
-Riuscite a vedere qualcosa?-
-Sì, cose meravigliose-

Lord Carnavon & H. Carter, 26 novembre 1922
ThomasMore
Rivolzottoso Rivolzottoso
Messaggi: 2538
Località: Ahi Pisa, vituperio de le genti!
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 17:08 pm    Oggetto:   

Io concordo in gran parte con nisana e Bran. Trovo del tutto fuori luogo, per non dire di peggio, l'atteggiamento di chi rifiuta il dialogo e suggerisce di schifare quelli che non la pensano come lui. Io sono convinto che la decisione di rinunciare al nucleare dopo l'incidente di Cernobyl (immagino sia scritto male) sia stata una delle più demagogiche che si potessero fare e sia stata sostanzialmente uno sbaglio. Certe decisioni vanno prese con la mente fredda e non in preda all'emozione del momento. Faccio un esempio un po' estremo, io sono profondamente contrario alla pena di morte ma se qualcuno facesse del male volutamente a una persona a cui voglio bene, non credo che sarei in grado di dare un giudizio obbiettivo su come punire il colpevole. Per lo stesso motivo, non trovo molto corretto discutere se il nucleare sia sicuro o meno sulla base di quanto accaduto ieri in Giappone, almeno fino a quando non si avrà un'idea chiara di quello che è successo e dei danni che si sono verificati. Il fatto di aver rinunciato negli anni '80 al nucleare, dopo che già ci eravamo mossi in ritardo, ci è costato caro e non ci ha messo particolarmente al riparo dai rischi (visto che, come è noto, abbiano diverse centrali a un passo dai nostri confini). Riproporre adesso il nucleare potrebbe essere un altro sbaglio e i dubbi sul fatto che in Italia la cosa possa essere fatta bene ce li ho anch'io, ma le tanto osannate fonti alternative non sono ancora competitive e si reggono sul sistema degli incentivi. Per non parlare dei rischi connessi ai termovalorizzatori o del fatto che comunque bruciare (rifiuti o letame) non risolve il problema dell'anidride carbonica.
Io non sono né favorevole, né contrario, almeno a priori. Credo invece che sia giusto discuterne, specialmente con persone che lavorano e studiano il problema e ne sanno di più delle questioni scientifiche e tecnologiche.


Un porco che non vola è solo un porco.
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 17:28 pm    Oggetto:   

Ho votato no come si saranno immaginati tutti quelli che mi conoscono Very Happy

IMHO:
La questione del rapporto rischio/beneficio riguardo al nucleare è molto complessa:
sicuramente è una fonte energetica non trascurabile, che non può essere sostituta completamente dall'eolico e similari e l'uso di centrali atomiche risolverebbe un problema energetico sempre più grave. PERO': ci sono i cosiddetti effetti collaterali che in questo caso superano la "cura". Il problema dello smaltimento delle scorie è il più evidente: nessuno ha ancora trovato un sistema ottimale per smaltirle, anche perchè non si disattivano e non si "spengono" ma continuano (ovunque siano) le proprie emissioni. Emissioni che se non schermate alla perfezione (e non è facile) si trasmettono.

Le centrali nucleari: oggi non sono più (fortunatamente) quelle tipo Chernobyl che era una mostruosità. Anche in questi giorni abbiamo visto nel martoriato Giappone che le centrali hanno dispositivi di autoblocco. Però nello sfortunato caso (come quello di Fukushima) in cui per un evento eccezionale (terremoto) si sviluppa un incendio e la struttura collassa o esplode anche i dispositivi di sicurezza e spt di raffreddamento, smettono di funzionare, con il rischio della fusione del nocciolo. Se questo succede, le conseguenze sono catastrofiche in termini di spazio, tempo e vittime, superando qualsiasi beneficio energetico. Nessun disastro in nessun tipo di centrale è paragonabile a quello di una filiera atomica.

Interrompo qui, ma avviso che ho appena cominciato il pippotto ^__^
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.


Ultima modifica di Elyria il Sab 12 Mar 2011 17:36 pm, modificato 1 volta in totale
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14734
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 17:35 pm    Oggetto:   

OT: Io me sto a fà una cultura.

Proseguite, niente pippotti, sta uscendo un bel confronto... che esiste, si può fare... si deve fare, non è fuori luogo per niente... va fatto! /OT
(searching for)
Argosy
Hobbit
Messaggi: 62
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 17:41 pm    Oggetto:   

http://www.youtube.com/watch?v=SALsYKE5wsU

E (con riferimento al video) pateticamente, persone senza un briciolo di competenza sull'argomento provano ostinatamente a argomentare (senza argomenti) come se tutto potesse ridursi al solito marketing (o marchetting) delle opinioni.

Anche questo è interessante:
http://www.youtube.com/watch?v=ccGiz1nhY6I&feature=related
Garrett
Alto inquisitore Alto inquisitore
Messaggi: 6120
MessaggioInviato: Sab 12 Mar 2011 17:56 pm    Oggetto:   

Ovviamente ho votato No.
Vivo in Veneto e a circa 230 km, in Slovenia, c'è la centrale nucleare di Krsko che tre anni fa ha avuto un problema simile a quello che sta accadendo alla centrale nipponica: Fuoriuscita di liquido dall'impianto di raffreddamento. Il tutto si è fortunatamente risolto, ma la paura che accada nuovamente è sempre all'ordine del giorno, aggiunto poi che tutto il territorio è altamente sismico...farete presto a tirare le somme.
Quindi è facilmente intuibile che qua nessuno vuole una nuova centrale nucleare.
E se proprio questo povero paese deve averne una, perchè non riattiva quella di Caorso, dopo averla messa in sicurezza e tutto?
Poi vediamo cosa dicono gli abitanti della zona.

Continuiamo (e parlo dei nostri politicastri) a mettere i bastoni fra le ruote ad altre fonti alternative, mi raccomando. Rolling Eyes
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a OT Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3 ... 15, 16, 17  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum