Unika


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Autore Messaggio
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mar 28 Giu 2011 0:34 am    Oggetto:   

Cecilia ha scritto:

@Geeland

Citazione:
in questa luce, tutte le questioni riguardanti la congruità delle azioni, lo spessore dei personaggi, l’originalità della trama diventano di secondo livello.


Signora, non capisco. Queste cose non sono la sostanza di un libro?
[...]Se qualcun altro ha capito, domando spiegazioni anche a lui, perché giuro che sono basita.



Non ho capito neanche io e che qualcuno creda così lascia meravigliato e incuriosito anche me.

E' così palese. Come andare a teatro e farsi piacere il fondale, fissandolo estasiati per due ore. Gli attori nel frattempo potrebbero anche andare allo stadio a vedersi la partita.

Detto in un altro modo (più delirante): un manuale di scrittura che lessi tempo fa diceva che in narrativa (qualsiasi tipo di narrativa, anche quella realistica) ogni oggetto è un oggetto magico. Se nel romanzo scrivi mezza riga per raccontare che un personaggio sta bevendo una tazza di caffè, okay... probabilmente hai buttato giù il dettaglio solo per dare un po' di realismo alla scena. La tazza di caffé è di marginale importanza e potrebbe anche sparire dalla scena senza conseguenze. La sua presenza è comunque un errore tecnico dell'autore, ma si può tranquillamente considerare una semplice sbavatura.

Ma se invece ti soffermi sulla tazza di caffè, enfatizzando molto la sua presenza nella scena, dilungandoti sull'azione del caffé bevuto... bè, quella tazza di caffé deve avere uno scopo narrativo. Deve potenziare qualche azione o pensiero del personaggio, suggerire un tema, concorrere a veicolare un'aspettativa nel ritmo della scena, ecc. Non è più una normale tazza di caffé. E' un oggetto magico! Un oggetto che contribuisce alla narrazione. E se non lo fa l'autore ha sbagliato qualcosa, inserendo un oggetto superfluo nella scena e poi zoomandoci sopra a fissarlo intensamente come farebbe un regista autistico.

Ora... come fa una tazza di caffé a essere MAGICA se non c'è nessuno che se la beve? Io non comprerei mai un romanzo con la descrizione minuziosa di un mondo popolato da tazze di caffé meravigliosamente descritte, senza protagonisti caffeinomani a bersele.

Se mi sono capito è bene, sennò me lo rispiego.

Cecilia ha scritto:
Verissimo. Per dire il vero gli improperi mi sono stati riferiti e cose del genere "non le piace Unika perché è la fidanzata di Ophidiel" non so a voi, ma a me hanno fatto crescere delle parti anatomiche che non ho, le hanno fatte cadere e rotolare per la stanza.


Sorridi

Mi dispiace. Dieci secondi di raccoglimento. Mr. Green
geeland
Hobbit
Messaggi: 7
MessaggioInviato: Mar 28 Giu 2011 13:22 pm    Oggetto:   

Marina ha scritto:

Di nuovo, ti chiedo quali sono le tue letture del genere fantastico e quelle di tua figlia, per capire da che presupposti ci muoviamo. Perché troverei più convincente che tu mi dicessi che Unika costruisce un mondo se non avessi mai letto niente che davvero costruisca mondi alternativi. Allora capirei. Ma se mi dici che hai già letto di altri ‘reami fantastici’, allora vorrei capire quali e da lì procedere con la discussione, altrimenti , per come stiamo procedendo ora, finiamo in stallo obbligato.


A casa mia leggiamo di tutto e il Fantasy "in senso stretto" è parte (non centrale) di questo tutto. Ciò che ho letto in questo ambito è arrivato dalle esplorazioni di mia figlia: istintivamente, me ne sarei tenuta alla larga. Quindi, come hai ben capito, sono piuttosto superficialotta.

Come in tante famiglie, si parte da ciò che gira nei cinema: Il Signore degli Anelli, Narnia, Harry Potter e, ovviamente, anche il capolavoro La Storia Infinita. Questi sono i primi mattoni, tutti mondi (chi più chi meno) solidi e potenti. Poi è arrivato Il Mondo Emerso e lì è partito l'embolo. In casa è entrato di tutto (ma di tutto, chessò... anche cose tipo Strazzulla o Monticelli...) e io ho leggiucchiato qui e lì: cominciati tutti, finiti (e piaciuti) pochi.

Per provare a dare qualche esempio di mondi fantastici in cui mi sono imbattuta (oltre i famosissimi):

Il Mondo Emerso è un mondo (a me non piace, ma indiscutibilmente esiste) e i libri lo hanno costruito in modo efficace

Al contrario, La Ragazza Drago non è un mondo e, per quanto i libri siano ben scritti, c'è poco da fare

Percy Jackson è un mondo che piace a moltissimi ragazzi (a me s'infiammano le gonadi...)

Il mondo fantastico più potente e profondo in cui mi sia addentrata è quello della trilogia di Philip Pullman. Ha rapito la mia parte svolazzante e ci sono proprio entrata di mio, perdendomi con grande piacere. Per me, quello è il riferimento assoluto.

Come hai capito, ciò che io intendo mondo fantastico va sicuramente oltre il perimetro di genere. Per me Disney ha mondi fantastici di grande valore. Jules Verne ha creato mondi fantastici straordinari. E' chiaro che potrei andare con altri esempi che porterebbero scandalo e quindi mi femo Wink

Tornando a Unika, non mi sono mai posta la questione se fosse un fantasy o meno. Non leggo le frasette a effetto stampigliate dagli editori sulle copertine. Molto probabilmente Unika non rientra nel perimetro di genere "Fantasy" ma sicuramente ha un mondo dentro.
Cecilia
Hobbit
Messaggi: 85
MessaggioInviato: Mar 28 Giu 2011 14:36 pm    Oggetto:   

Citazione:
E' così palese. Come andare a teatro e farsi piacere il fondale, fissandolo estasiati per due ore. Gli attori nel frattempo potrebbero anche andare allo stadio a vedersi la partita.


Bella immagine. Rende benissimo. Ma io sono cinica e cattiva, e pure il fondale mi ha dato problemi... nuvoloso

Citazione:
Ora... come fa una tazza di caffé a essere MAGICA se non c'è nessuno che se la beve? Io non comprerei mai un romanzo con la descrizione minuziosa di un mondo popolato da tazze di caffé meravigliosamente descritte, senza protagonisti caffeinomani a bersele.




Applausi Quotone.

e grazie per i dieci secondi.


Citazione:
Geelad tu affermi che gli adulti abbiano strumenti limitati per valutare in maniera oggettiva le forme di creatività rivolte ai giovani


Io ho vent'anni tra due settimane. Sono abbastanza "ggiovane" per essere nel target di Unika e valutarlo come si deve?
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Mar 28 Giu 2011 18:49 pm    Oggetto:   

Geeland, posto che tu e tua figlia avete letto alcuni fra i fondamentali, allora a maggior ragione non mi spiego cosa possiate trovare in Unika. Ho letto le descrizioni che ne hai dato per cercare di spiegare il tuo punto di vista. ma continuo a pensare che quelle descrizioni non si attaglino a Unika, come ho anche cercato di spiegare a mia volta. E' come se avessimo letto due libri completamente diversi. Credo che non ci sia soluzione, a questo punto le ragioni dell'una resteranno precluse a quelle dell'altra e viceversa Wink
MessaggioInviato: Lun 04 Lug 2011 22:29 pm    Oggetto: Re: Unika   

unika è bellissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!inn sn andata in coma!!!!!!!!!!!l libro è fantastico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! x qntriguarda fary oak ti sei sbagliato. è il libro + belloo del mondo!!!!!!
CDuMbledore
Modessa Modessa
Messaggi: 14734
MessaggioInviato: Lun 04 Lug 2011 22:44 pm    Oggetto:   

Ci fa piacere, Francesca, ma saremmo ben più contenti se ci spiegassi perché... e soprattutto senza seimila punti esclamativi. Wink
(searching for)


Ultima modifica di CDuMbledore il Lun 04 Lug 2011 23:05 pm, modificato 1 volta in totale
Cecilia
Hobbit
Messaggi: 85
MessaggioInviato: Lun 04 Lug 2011 22:48 pm    Oggetto:   

Ohibò. Shocked

Intoniamo il requiem per la fu gloriosa lingua italiana. Dante, perdona loro perché non sanno quello che scrivono.
smallville87
Hobbit
Messaggi: 28
MessaggioInviato: Dom 22 Gen 2012 14:16 pm    Oggetto:   

Mamma mia ragazzi, siete davvero senza pietà nel fare le recensioni Very Happy. Mah, sarà che non sono un esperto e ,magari, non ho un senso critico molto sviluppato ma a me Unika è piaciuto. Poi, la critica contro l'eccessiva perfezione del mondo di Sefira è un po' fuori luogo: stiamo parlando di un Fantasy i cui protagonisti sono degli angeli nella loro veste più classica; secondo me è normale che il mondo dove abitano sia perfetto e ultra bello.
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Dom 22 Gen 2012 14:56 pm    Oggetto:   

smallville87 ha scritto:
stiamo parlando di un Fantasy i cui protagonisti sono degli angeli nella loro veste più classica; secondo me è normale che il mondo dove abitano sia perfetto e ultra bello.


non è questione che sia ultrabello, è il modo in cui l'ultrabello è presentato: è infantile, ridicolo e stucchevole. Anche il mondo di Avatar è ultrabello e provvisto di lucine da albero di natale e quant'altro, però non mi ha sfracellato dopo dieci minuti di proiezione. Era bello. Punto. Magari un po' retorico, ma solo perché siamo diventati ormai schifosamente cinici.

Invece ho davvero fatto una fatica improba ad arrivare alla fine di questo libro, e se non mi fossi incaricata di recensirlo l'avrei mollato dopo una trentina di pagine.

Poi ovviamente se un altro lo trova un bel romanzo, de gustibus, per carità.
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Dom 22 Gen 2012 14:57 pm    Oggetto:   

Non si tratta d'essere senza pietà, ma di fare un'analisi.
Il fatto che si tratta di fantasy non significa che va tutto bene; non significa che appartenendo a questo genere tutto debba essere giustificato e accettabile. Questa è una visione erronea, come spesso viene portato avanti dalla critica e anche da buona parte dei lettori che non conoscono il genere, che pertanto ritengono il fantasy e il fantastico qualcosa di semplice, al livello di favole per bambini, inteso in senso spregiativo, dato che le favole hanno molto da insegnare, tant'è che vengono utilizzate anche in psicologia per comprendere il comportamento umano.
Angelo, seppure la connotazione più superficiale fa sì che sia sinonimo di bellezza e perfezione, è un archetipo molto più vasto e profondo di quanto proposto; senza andare nello studio dell'angelologia, della qabbala o delle religioni, ci sono romanzi che utilizzano tale argomento in modo migliore, come fa Luca Tarenzi in "Quando il Diavolo ti accarezza".
Barbagianni
Balrog
Messaggi: 1005
MessaggioInviato: Dom 22 Gen 2012 21:34 pm    Oggetto:   

Io ho un terrore folle degli angeli, soprattutto dopo aver visto il film dogma Wink
Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata si segna nome, cognome e indirizzo.

Trolls? Io odio i trolls! - Willow
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Lun 23 Gen 2012 12:16 pm    Oggetto:   

Io dei fantasmi scribenti, invece... Rolling Eyes Evil or Very Mad
Cecilia
Hobbit
Messaggi: 85
MessaggioInviato: Lun 23 Gen 2012 16:40 pm    Oggetto:   

Citazione:
ci sono romanzi che utilizzano tale argomento in modo migliore, come fa Luca Tarenzi in "Quando il Diavolo ti accarezza"


Che infatti Cabala, angelologia e religioni se le è studiate bene Very Happy

Per il resto, quoto l'intero post di M.T. e via.
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Lun 23 Gen 2012 17:07 pm    Oggetto:   

Cecilia ha scritto:
Citazione:
ci sono romanzi che utilizzano tale argomento in modo migliore, come fa Luca Tarenzi in "Quando il Diavolo ti accarezza"


Che infatti Cabala, angelologia e religioni se le è studiate bene Very Happy



Altroché: è laureato sulle religioni Smile
E ha utilizzato questa conoscenza per realizzare un libro senza essere pesante, anzi, creando una narrativa coinvolgente Smile .
Cecilia
Hobbit
Messaggi: 85
MessaggioInviato: Lun 23 Gen 2012 18:37 pm    Oggetto:   

Citazione:
Altroché: è laureato sulle religioni Smile


Il motivo fondamentale per cui ho dato fiducia al suo libro Very Happy

Nel mare magnum della banalità PR che ridicolizza angeli e creature varie, quando ho letto "laureato in storia delle religioni" e il primo capitolo ("satanisti della domenica", "adesso il grimorio si tiene sul blackberry") il pensiero è stato:

1. Finalmente!
2. MIO!

Very Happy Very Happy


Da allora sono una Tarenzi fag. E poi ha detto che quello dopo il prossimo (in uscita questa primavera, mio subito ^^) sarà uno spin off su Azael. Quest'uomo mi rende tanto, tanto felice.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum