Curcio editore smentisce la richiesta di contributo


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 8:42 am    Oggetto: Curcio editore smentisce la richiesta di contributo   

Curcio editore smentisce la richiesta di contributo

Facciamo seguito alla notizia su Curcio pubblicata mercoledì per dare conto della posizione ufficiale della casa editrice.

Leggi l'articolo.
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 8:42 am    Oggetto: Re: Curcio editore smentisce la richiesta di contributo   

Consiglio di diffidare di buona parte di ciò che ril Writer's Dream riporta sui suoi spazi. Lo dico con cognizione, perché hanno fatto la stessa cosa con la Zerounoundici Edizioni, ma in maniera assai più pesante e, soprattutto, intenzionale.
Come si legge in alcuni post sul WD, gli amministratori dello stesso hanno riconosciuto che alcuni utenti, in passato, hanno pubblicato notizie false e diffamatorie sul conto di alcune case editrici, arrecando notevole danno economico e di immagine.
Questo dimostra prima di tutto che ciò che il WD riporta non è totalmente credibile, in secondo luogo dimostra che il WD non è in grado di filtrare le informazioni, quindi di INFORMAZIONE non ne fa ma, al contrario, fornisce DISINFORMAZIONE e questo non è accettabile. La cosa più grave è che è molto seguito e che qualunque notizia di spicco (falsa o meno che sia) che appaia sul forum viene letteralmente "spalmata" su altri spazi web, peggiorando così gli effetti diffamatori dei contenuti.
Comunico che è già in corso un procedimento penale nei confronti degli amministratori del WD e di alcuni utenti, a seguito della querela sporta da Zerounoundici nel 2010.
Pur essendo a favore della libera informazione (a patto che INFORMI davvero con notizie fondate), cose del genere sono vergognose, soprattutto perché danneggiano la reputazione di realtà commerciali e, come nel mio caso, delle persone che ci lavorano, con attacchi e offese personali (con tanto di nome e cognome). Mi auguro solo che la Giustizia faccia il suo corso arrivando a un fine concreto e giusto prima che queste realtà vengano annientate del tutto.

P.S.: se questo spazio è moderato, chiedo cortesemente di non oscurare il mio commento. Grazie.
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 9:19 am    Oggetto: Re: Curcio editore smentisce la richiesta di contributo   

Writer's Dream è solo uno spazio dove gli utenti raccontano le proprie esperienze editoriali. Se l'editore riscontra il falso, è semplice risalire all'utente, il quale può dimostrare la veridicità delle proprie affermazioni con il contratto in mano.

S*
Stregone
Messaggi: 433
Località: Milano
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 10:15 am    Oggetto: Re: Curcio editore smentisce la richiesta di contributo   

(Stefania Lovati) ha scritto:
Questo dimostra prima di tutto che ciò che il WD riporta non è totalmente credibile, in secondo luogo dimostra che il WD non è in grado di filtrare le informazioni, quindi di INFORMAZIONE non ne fa ma, al contrario, fornisce DISINFORMAZIONE e questo non è accettabile.


Io penso che se si vuole rapportarsi con internet, una delle prime cose da fare sia capire la differenza tra informazione e spazi di discussione degli utenti.
Non si può attribuire all'editore quello che scrivono gli utenti su un forum.
A me non piace Writers Dream, non mi piace il suo modo di dare patenti, di giudicare gli altri (per poi fare più o meno le stesse cose per cui ha condannato gli altri), ma in questo caso il sito non ha nessuna colpa, anche se colpa ci dovesse essere.
S*
0111edizioni
Hobbit
Messaggi: 17
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 11:20 am    Oggetto:   

No, posso capire se la fonte proviene da una testata giornalistica legalmente registrata, che si suppone pubblichi solo notizie accertate (sappiamo che spesso non è così, ma in questo caso la responsabilità è solo della testata), ma chi riprende una notizia da Internet su un sito qualunque senza averne appurato la veridicità e poi su questa ci crea un suo articolo, con sue idee e opinioni personali sul soggetto, è responsabile per quanto ha scritto, così come è responsabile il sito che ne ha diffuso la notizia di base.
Considerando che l'articolo di Falconi non lascia dubbi sul fatto che lui, Falconi, reputa Curcio colpevole di ciò che altre fonti le hanno attribuito, consiglio di rimuovere l'articolo e, al suo posto, di pubblicare una smentita, con le dovute scuse all'editore, specificando qual è la fonte che lo ha indotto in errore.
Il WD questo non lo fa, quindi in questo caso eventuali conseguenze resteranno imputabili solo ed esclusivamente al WD, che non è nuovo a queste situazioni.
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 14:52 pm    Oggetto:   

Francesco Falconi è partito da una notizia apparsa in rete per parlare di un tema che ritiene importante: non pagare per pubblicare. Le sue parole "Non voglio perdermi nelle ipotesi per capire il motivo per cui l’Armando Curcio Editore chiederebbe contributi" (http://www.francescofalconi.it/2011/06/mi-vergogno/), mi sembra che indichino un'eventualità, non un dato di fatto (altrimenti avrebbe dovuto scrivere "chiede").
Che tale notizia abbia delle fondamenta sta ad altri appurarla, tuttavia può non essere qualcosa d'impossibile: è successo con la Gargoyle, che aveva tentato il doppio binario e che poi ha ritirato a seguito del tamtam della rete. La Curcio è una casa editrice conosciuta, ma questo non esclude a priori che possa fare scelte diverse da quelle avute finora; è stato fatto un comunicato stampa per smentire la notizia, ma questo significa che ha più valore delle parole dell'utente, solo perché ha più mezzi e più potere? Le due parti allo stato attuale hanno la stessa valenza: se ci sono delle prove saranno mostrate nei luoghi opportuni e poi si vedrà.
Ma Francesco Falconi ha voluto ribadire che se si crede davvero in quello che si scrive, che se è un sogno importante non deve essere svenduto, perché l'editoria a pagamento non è una risorsa: è solo sfruttamento. Il suo è stato un mettere sull'avviso perché la realtà dell'editoria, come viene spesso dimostrato, non è così edulcorata e buona come si cerca in vari modi di far passare.
0111edizioni
Hobbit
Messaggi: 17
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 17:38 pm    Oggetto:   

Da quello che scrive un po' più sotto non direi che l'articolo abbia solo conenuti ipotetici:

non avrei mai pensato che l’Armando Curcio Editore, con un nome storico alle spalle, scegliesse questo business. E sì, sono amareggiato. [...]
Io non vedo scritto "se davvero Curcio ha deciso di scegliere questo business..." o ancora "se la notizia fosse vera, allora..."
No, c'è scritto che è amareggiato perché Curcio HA DECISO di intraprendere questo business.
E prosegue:

Ma le cose cambiano, che ci piaccia o no. E spesso, come in questo caso, ne rimane solo una profonda delusione.

C'è una pessima abitudine in Internet, e cioè quella di decontestualizzare i contenuti. Finché si ride e si scherza va tutto bene, ma in casi come questi, se la patata bollente viene messa in mano "ad altri", i contenuti vengono considerati nella loro completezza. E in questo caso direi che, in caso di eventuale "sentenza" a favore di Curcio, questo articolo non giova al suo autore.

E concludo precisando che io NON SO se Curcio pubblichi o meno con contributo, e non mi interessa nemmeno. Sono intervenuta perché sono testimone diretto dell'inaffidabilità della fonte che per prima ha divulgato questa notizia. E anche se QUESTA notizia si rivelasse fondata, la sostanza non cambia: su basi certe si può affermare che LA FONTE E' INAFFIDABILE. Nient'altro da aggiungere, perché penso che a livello legale questo comporti già di per sé un punto a sfavore della fonte stessa.
Marina
Bracchetto del Cheshire
Messaggi: 4980
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 18:16 pm    Oggetto:   

Le precisazioni che vorrebbe 0111 mi ricordano quelli che vorrebbero sempre che la gente postasse SECONDO ME prima di qualunque affermazione in ogni discussione. Dato che si tratta di una discussione (o, come in questo caso, di un post su un blog personale), non ci vuole molto a desumere che il secondo me è implicito. Secondo me eh! Laughing

Falconi ha letto la notizia e l'ha presa per buona, come fanno milioni di utenti ogni giorno nel web, e non c'è alcuna diffamazione in questo. In ogni caso Falconi ha altresì risposto che replicherà eventualmente tramite il proprio legale di fiducia, quindi è inutile stare qua a fare il processo alle intenzioni.

Trovo allucinante che si metta sotto accusa un autore perché ha espresso il suo punto di vista, quando la vera cosa allucinante, se risultasse provata, sarebbe che una prestigiosa casa editrice si fosse convertita al contributo, seppur una tantum.
0111edizioni
Hobbit
Messaggi: 17
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 19:23 pm    Oggetto:   

No Marina, io non ho messo sotto accusa l'autore, bensì LA FONTE dell'informazione.
Non mettermi in bocca parole che non ho detto (o non mettermi le dita sui tasti che non ho toccato, forse è più indicata).

Per quanto riguarda l'autore, se guardi bene ti accorgerai che ho risposto soltanto ad affermazioni secondo me (secondo me, eh? Laughing ) errate, non complete o fuorvianti, cercando di chiarire secondo il mio punto di vista.

Siccome c'è una neanche tanto velata minaccia da parte di Curcio di passare ad altri mezzi se la cosa proseguirà, ho voluto solo precisare che certe cose non vanno interpretate, bensì lette e capite, per poter procedere di conseguenza e cercare di limitare eventuali danni, nel caso.

Se siete convinti che io sbagli, va bene. Non discuto semplicemente perché se l'autore dell'articolo ritiene di essere totalmente nel giusto, certamente questa faccenda non avrà conseguenze. Ma, nel caso, eventuali conseguenze saranno solo affari suoi, non miei. Quindi perché dovrei insistere?
Non posso che augurargli di avere ragione. Very Happy
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 19:55 pm    Oggetto:   

Franceso Falconi non ha nè riso nè scherzato di fronte a tale notizia, ha espresso il suo punto di vista perché le cose nell'editoria non vanno per niente bene, anzi vanno sempre peggio (se case come Asengard chiudono e case come Albatros s'arricchiscono la cosa rende palese come il sistema sia marcio e malato, sia da parte di certi editori, sia da parte di persone malate di ego disposte a tutto pur di pubblicare). L'editoria è una giungla, spesso piena d'insidie e ostacoli e con l'esperienza che ha accumulato avendo pubblicato con diverse case editrici mette sull'avviso. Non è l'unico: ora D'Andrea ha chiuso il suo blog, ma su quelle pagine parlava di come non fosse tutto rose e fiori, nemmeno con le grandi.
Ha espresso amarezza perché se fosse vero che persino una grande arriva a chiedere contributo, allora si è davvero alla frutta. Preoccupazione per un mondo che va sempre peggio.

"E anche se QUESTA notizia si rivelasse fondata, la sostanza non cambia: su basi certe si può affermare che LA FONTE E' INAFFIDABILE. "

Sbagliato. E' come dire che se uno è un bugiardo, ma per una volta dice la verità, allora anche quella verità è una bugia. Si potrà dire al più che la fonte è stata spesso inaffidabile, ma che in alcuni casi si è verificata attendibile.
0111edizioni
Hobbit
Messaggi: 17
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 20:58 pm    Oggetto:   

"Sbagliato. E' come dire che se uno è un bugiardo, ma per una volta dice la verità, allora anche quella verità è una bugia. Si potrà dire al più che la fonte è stata spesso inaffidabile, ma che in alcuni casi si è verificata attendibile."

Interpretazione tua e completamente sbagliata, mi dispiace.
Io NON ho detto che il WD dice solo balle, ho detto che è INAFFIDABILE. Ed è proprio quello che si dice di qualcuno che è solito mentire: non ci si può fidare. Che è diverso dal dire che non bisogna mai credergli, ma piuttosto che sarebbe buona norma mettere in dubbio ciò che dice. E' diverso!
Tu ci hai aggiunto uno "spesso" assolutamente inutile, superfluo. E ribadisco, evitiamo di dare un significato diverso alle affermazioni altrui solo per il gusto di farlo.
Vedo che l'argomento sta diventando sterile. Niente di nuovo, tutto già visto. Viva Internet e la libertà di "informazione", dunque.

Ciao
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 21:06 pm    Oggetto:   

Se in un caso una notizia trova riscontro, in quel caso la fonte risulta affidabile. Poi in tutti gli altri può sbagliare, ma in quella volta ha riportato qualcosa di corretto ed è un dato di fatto.
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 21:12 pm    Oggetto:   

E poi dire "e' come se" è fare un esempio per fare comprendere un concetto, non asserire qualcosa che non si è scritto: comprendiamo il testo e quanto l'altro vuol far capire.
Linda Rando
Hobbit
Messaggi: 3
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 21:17 pm    Oggetto:   

Compaio solo per dire a Stefania Lovati che non è stato Francesco Falconi a raccogliere la testimonianza dal WD e ad affidarsi a noi, ma è stato Falconi a scrivermi e a passarmi la notizia. Non il contrario.
Buona serata a tutti!
FrancescoFalconi
Gollum
Messaggi: 791
Località: Roma
MessaggioInviato: Ven 01 Lug 2011 21:32 pm    Oggetto:   

Linda Rando ha scritto:
Compaio solo per dire a Stefania Lovati che non è stato Francesco Falconi a raccogliere la testimonianza dal WD e ad affidarsi a noi, ma è stato Falconi a scrivermi e a passarmi la notizia. Non il contrario.
Buona serata a tutti!


Per precisione, Linda, non ti ho fornito alcuna notizia ma ti ho chiesto se sul forum era passato un utente che mi aveva contattato (insieme ad altri autori Curcio) in merito alla sua esperienza. Cosa che aveva già fatto.
Dal canto mio, non conoscendo le regole che vigono nel vostro forum, ho ritenuto che vi foste informati con la persona in questione e accertati sulla veridicità del suo post prima di lasciarlo pubblico e visibile sul vostro sito.
Se questo è un meccanismo non previsto dalla moderazione dei vostri post, ammetto il mi sconcerto a riguardo.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum