Lo Hobbit: Avvistata una nuova WonderElf


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 1:39 am    Oggetto: Lo Hobbit: Avvistata una nuova WonderElf   

Lo Hobbit: Avvistata una nuova WonderElf

Le riprese non sono ancora finite, ma da un'intervista a Evangeline Lilly sul personaggi che interpreterà nei due Lo Hobbit di Peter Jackson, impariamo
a temere di nuovo l'inventiva poco tolkeniana del regista neozelandese.

Leggi l'articolo.
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2407
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 1:39 am    Oggetto: Re: Lo Hobbit: Avvistata una nuova WonderElf   

A prescindere dall'apprezzamento verso l'attrice, dalle indescrizioni che girano intorno al copione viene da pensare che di Lo Hobbit rimane solo il titolo.
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 3:29 am    Oggetto: Re: Lo Hobbit: avvistata una nuova WonderElf   

Massì, per me può anche rivoltarlo come un calzino lo Hobbit (cosa che comunque non farà), l'importante è che venga fuori un buon film.
Il libro è una cosa, il film è un'altra, e se l'operazione si baserà su solidi presuposti cinematografici, allora i tradimenti nei confronti del libro saranno ininfluenti.
Diciamo che se Jackson ci risparmierà elfi che tirano frecce a go go, facendo surf sugli scudi del nemico, non sarebbe male (più che altro perché era una trovata stupidotta e banalotta, ridicola e goffa allo stesso tempo).
Dal punto di vista della creatività artistica non devono esserci limiti dettati dalla fedeltà al testo d'origine. Lo sfuttamento di un titolo di successo, o di un classico è più una questione di marketing. Secondo me sbaglia il pubblico a pretendere un'impossibile e pedestre fedeltà al testo. Comunque vedremo il risultato finale.
Zio Zofu
Vala
Messaggi: 966
Località: Roma
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 10:19 am    Oggetto: Re: Lo Hobbit: avvistata una nuova WonderElf   

Un articolo che serve solo all'autore per esternare la sua antipatia per Jackson. "Non dormiamo sonni tranquilli"... Chi? Tutta FM o solo lui? O vuole farsi interprete di tutti i fan di Tolkien? I film non sono nemmeno usciti e già qui vediamo una stroncatura, data sulla base di che? Di tre domande a un'attrice e dell'antipatia dell'autore per il regista. Mah.
"L'isola del terrore", il mio ebook a solo 0,99 €
Info e primo capitolo gratis:
http://fulviozorzer.wordpress.com/romanzi/lisoladelterrore/
frankifol
Balrog
Messaggi: 1460
Località: roma
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 12:12 pm    Oggetto:   

mi trovo ad essere in totale accordo con i due utenti che mi precedono nei commenti. Quello dell'articolo sembra un atteggiamento molto da fanboy. Per altro, ritengo che i puristi dei libri (ovvero quelli che dicono che il minuto 27 del film non collima con la riga 35 del capitolo due dell'edizione rusconi rilegata in pelle umana) siano molto più limitati dei fan del sda dell'ultima ora (ovvero quelli che hanno scoperto di cosa di parla vedendo il film).
Settima proposizione - Il resto è conseguenza
Tenobia Dan
Hobbit
Messaggi: 36
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 13:09 pm    Oggetto:   

Ma poi voglio dire, quanti Oscar ha vinto il SDA?
Si può dire di tutto di Peter Jackson tranne il fatto che sia un regista mediocre. Quelli dei film di HP allora cosa sono?

A parte questo, concordo completamente con quanto detto fin'ora.
Il film deve ancora uscire, non ha nessun senso farsi inutili fantasmi.
Mi sembra un atteggiamento ossessivo (per non dire altro) nei confronti dell'opera.
Inoltre da quando è stato stabilito nel cinema che un attore diventato famoso per una parte non possa poi fare altro? L'obiezione su Smith sfiora il ridicolo, dai.
(beppe viola)
Ospite

MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 13:12 pm    Oggetto: Re: Lo Hobbit: avvistata una nuova WonderElf   

urca, che commento acido!
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 13:24 pm    Oggetto:   

Il focus del mio articolo (ciao a tutti! Very Happy) risiede sul come sono stati trasposti da Peter Jackson il mondo, i personaggi e le trame di Tolkien, basandosi su quanto - ampiamente - dimostrato nelle tre puntate de Il Signore degli Anelli.

Naturalmente il "noi" era rivolto a "noi che amiamo il libro e portiamo ancora una cicatrice cerebrale causata dalle libertà interpretative di Jackson". Ho parlato di persona con non poche di queste persone, che so essere un popolo, silenzioso magari ma non meno reale.

Cinema e Letteratura sono, sicuramente mezzi diversi con esigenze tecniche non collimanti. Tradire la lettera di un romanzo mi sta bene, a patto però di rispettare lo spirito dell'opera. Ed ecco, cosa lamenta questo articolo? Semplicemente che il regista ha già dimostrato di non essere in grado di comprendere (ancor prima che apprezzare) tutta la complessità, varietà, tridimensionalità della Terra di Mezzo per così come l'aveva scritta JRR Tolkien.

I timori si sono ridestati nel leggere la notizia che vedremo una nuova elfa, spaccamontagne, a guida dell'esercita della "nazione degli Elfi".
Ho il forte sospetto che metre lo scritto prevedeva, diciamo, quattro dimensioni, il fim ne restituisce se va bene due.

Potrebbe essere un bel film?
Non lo pongo minimamente in dubbio. Avanzo solo l'ipotesi che si tratterà (ancora) di un bel film di Fantasy commerciale, tipo gdr portato al cinema. Il tipo di realizzazione che sarebbe stata tanto adatta al film del Dungeons&Dragons.
Non sarà certo quel Fantasy autoriale, letterario, che viene il dubbio che il regista conosca (o comprenda).

Dopotutto, su, voi cinefili, avete anche qualcosa per voi da un simile articolo:
La straordinaria impresa commerciale di Peter Jackson sulle opere di Tolkien non esaurisce la fonte: c'è tanto, ma tanto, che ancora si può portare sul grande schermo. Wink
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2407
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 13:24 pm    Oggetto:   

In parte concordo con le critiche, dato che ognuno ha un suo modo di vedere le cose e difficilmente una persona che vive adesso la penserà come uno che è vissuto qualche decennio prima.
Tuttavia occorre distinguere tra punto di vista personale e azione atta ad attirare pubblico: di questo si tratta per quanto riguarda la presenza di Evangeline. In Lo Hobbit non ci sono elfe che combattono: d'accordo che non bisogna essere rigidi, ma non si può neppure stravolgere un'opera: si può fare, però non si cerchi di farlo passare per quello che non è.
Tale critica è rivolta solo alla scelta di questo personaggio, sia chiaro: il giudizio complessivo verrà dato avvenuta la visione del film. Ma rimane per me il fatto che non lo si doveva dividere in due parti, ne bastava una; si sa però che la gallina dalle uova d'oro va sfruttata.
frankifol
Balrog
Messaggi: 1460
Località: roma
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 13:56 pm    Oggetto:   

personalmente, non rientro affatto nei cinefili. Il libro l'ho letto la prima volta a 12 anni, e un altro paio di volte successivamente. Non ho avuto traumi dal film (tranne che per le spettacolarizzazioni dei combattimenti di legolas), e ritengo che jackson sia riuscito a migliorare alcuni punti deboli del libro. Riguardo la tyler, un po' di rosa nel film era doveroso. Altra nota su cui non concordo è ritenere il sda un così incredibile concentrato di contenuti. Nel senso, ok la lotta bene male, ok la quest, ok confronto mondo moderno mondo tradizonale, ok il trovare spiacevole il cambiamento per i piccoli proprietari terrieri inglesi. Però non è che sia poi molto altro, specie in relazione allospessore dei personaggi. C'è fantasy successivo, che si discosta dai canoni classici, che ha creato personaggi, e mondi, molto più complessi.Poi è sicuramente vero che sul mio giudizio pesa in parte il fatto che gli stilemi di tolkien ce li siamo trovati successivamente in tutte le salse e sono consapevole che tolkien ne è il fondatore. Ciò non tiglie che ritengo sia stato sorpassato.
Tornando IT, ritengo che i due mezzi, cinema e letteratura siano complementari e cercare di avere due elementi speculari è un errore. Certo, se le aggiunte del regista sono abominevoli, sono il primo a dirlo (penso a molte trasposizioni di film di king) ma se ci stanno bene, sempre IMHO, sono felice che il regista ci metta del suo. Poi nello specifico, andando a vedere film fantasy in generale, e magari le trasposizioni di D&D, il sda FA gridare al miracolo.
Settima proposizione - Il resto è conseguenza
Tenobia Dan
Hobbit
Messaggi: 36
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 14:23 pm    Oggetto:   

Citazione:
Non sarà certo quel Fantasy autoriale, letterario, che viene il dubbio che il regista conosca (o comprenda).

Che io sappia sul grande schermo non è mai uscito niente di simile.
Per cui si parla di fanta-Fantasy autoriale (se poi esiste).

Sono d'accordo sul fatto che forse era possibile (ma dico forse) arrivare a un livello di trasposizione libro-film ancora migliore.
Il problema è che avrebbe avuto incassi minori a fronte di spese ancora maggiori, ed è costato tantissimo produrlo.
Certo, gli incassi sono stati altissimi ma a priori fare stime non è semplice.
Considerando che oggi Hollywood è in crisi non mi stupisce che nel film rientrino personaggi o revisioni che acuiscano un po' la spettacolarità e che rendano la storia più commerciale. Inoltre ribadisco il fatto che, non avendolo visto, non è possibile giudicare.

E per favore evitiamo commenti con D&D, perché i film ispirati al gioco fanno cadere i capelli: fanno più ribrezzo del peggior b-movie della storia del cinema.
Non mi sembra che il SDA sia stato girato "alla GDR".
Considerando le nomination e i vari Oscar ricevuti, per me è un capolavoro cinematografico. Magari ce ne fossero altri a questo livello.
Lamentiamoci di Narnia piuttosto. So che le pretese partono dal libro, e che quindi vanno anche a influenzare l'aspettativa sul film, ma in questo caso le hanno rispettate, imo.
D'altro canto ognuno trova quel che trova nei libri, forse hai visto qualcosa che a me è sfuggito.
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 14:30 pm    Oggetto:   

frankifol ha scritto:
personalmente, non rientro affatto nei cinefili. Il libro l'ho letto la prima volta a 12 anni, e un altro paio di volte successivamente. Non ho avuto traumi dal film (tranne che per le spettacolarizzazioni dei combattimenti di legolas), e ritengo che jackson sia riuscito a migliorare alcuni punti deboli del libro. Riguardo la tyler, un po' di rosa nel film era doveroso.


Perché "doveroso"? E perché, visto che libro di Tolkien le storie di coppia non mancano, doveva essere resa in quel modo, facile facile?
Certo, se intendi che doveva esserci un forte personaggio femminile, perché se no i produttori non cacciavano i soldi, la cosa non fa altro che sconfortarmi, perché l'attuale abbassamento generalizzato della qualità della filmografia fantastica statunitense (o con produtto USA, i più danarosi certo) mi sembra proprio causato da certe richieste, niente affatto doverose, imho.

Citazione:
Altra nota su cui non concordo è ritenere il sda un così incredibile concentrato di contenuti. Nel senso, ok la lotta bene male, ok la quest, ok confronto mondo moderno mondo tradizonale, ok il trovare spiacevole il cambiamento per i piccoli proprietari terrieri inglesi. Però non è che sia poi molto altro, specie in relazione allospessore dei personaggi. C'è fantasy successivo, che si discosta dai canoni classici, che ha creato personaggi, e mondi, molto più complessi.Poi è sicuramente vero che sul mio giudizio pesa in parte il fatto che gli stilemi di tolkien ce li siamo trovati successivamente in tutte le salse e sono consapevole che tolkien ne è il fondatore. Ciò non tiglie che ritengo sia stato sorpassato.


Oh ma c'è di più, c'è di più! Very Happy
A sua volta Tolkien ha fatto una meritoria opera di trasposizione nella forma più moderna del romanzo, di alcuni aspetti delle saghe e delle leggende antiche. In questo modo, tanto per dire, da lezioni a Jackson nel descrive la Battaglia dei Campi del Pelennor: per lo scrittore c'è un inizio, uno svolgimento, i fronti che spingono da una parte e dall'altra, il momento topico dello scontro - quando un'armata o l'altra è sul punto di scoraggiarsi e scappare - che poi viene risolto da un "colpo di scena". Praticamente una narrazione di una battaglia campale credibile, se non proprio realistica.
Il regista fa, invece, una mostra scenica, fra la parata da YMCA dei Rohirrim, che partono subito "al massimo" strillando istericamente "morte", così, senza motivo. Vengono mostrati i fronti avversi dall'alto, molto dal'alto, quasi stessimo assistendo alle previsioni del tempo che mostrano il fronte dell'alta pressione aggredito dalla bassa pressione... e poi... e poi... l'esercito dei morti di Peter Jackson... ma vogliamo paragonarlo a quello di Tolkien?
Quello che ho visto al cinema andava benissimo per la pubblicità di qualche sgorgante (Signora, usi lo SturaLavandini "Esercito dei Morti", guardi come stappa "da pajura")
Scadente, scadente, scadente!

Citazione:
Poi nello specifico, andando a vedere film fantasy in generale, e magari le trasposizioni di D&D, il sda FA gridare al miracolo.


Appunto dico io! Non era meglio se Jackson andava a esplicare le proprie capacità in quegli altri progetti?
DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6866
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 16:43 pm    Oggetto:   

Chissà come mai mentre leggevo questo articolo ero certo che l'autore fosse il nostro un muspelling. Mr. Green

Sulla trasposizione del film oramai conosco come la pensi e non tornero' sulle innumerevoli discussioni, ovviamente accontentare tutti è impossibile, tuttavia (e personalmente) ritengo quanto fatto da Jackson un opera a dir poco sontuosa, vero... mancano certe parti, anche importanti, vero, Legolas e gli elfi in generale erano un po' esagerati, cosi com Gimli l'ho ritenuto troppo una macchietta, tuttavia per il resto questo film è andato ben oltre le mie più rosee aspettative.


Riguardo a Lo Hobbit, vediamo... il primo libro dovrebbe essere abbastanza fedele all' originale, sull secondo in quanto non esiste per me puo' fare cio' che vuole.

Resto tuttora convinto che nessun regista sarebbe riuscito a far meglio di PJ (e lo dico anche se non sono assolutamente un suo fan).




frankifol ha scritto:
Altra nota su cui non concordo è ritenere il sda un così incredibile concentrato di contenuti. Nel senso, ok la lotta bene male, ok la quest, ok confronto mondo moderno mondo tradizonale, ok il trovare spiacevole il cambiamento per i piccoli proprietari terrieri inglesi. Però non è che sia poi molto altro, specie in relazione allospessore dei personaggi..


Anch'io in questo la penso come te.
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
Negróre
dannatamente umano
Messaggi: 2562
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 17:06 pm    Oggetto:   

frankifol ha scritto:
Ciò non tiglie che ritengo sia stato sorpassato.

Sottoscrivo.
Francesco, libero di pensarla così. Personalmente, da amante del romanzo, mi sono goduto alla grande anche i tre film. Perché? Perché vedere certi posti riprodotti in quel modo, al di là di alcune "volgarità" inserite da Jackson, mi ha permesso di viverli in un altro, bellissimo modo.
La Moria di Peter Jackson è una meraviglia per gli occhi! Fosse solo per il "sense of wonder" che m'ha suscitato la trilogia cinematografica, insomma, io darei piena sufficienza a Jackson.

Sono uno di quelli che ha apprezzato molto, in modo diverso, il cartaceo e il celluloide. Mr. Green (Oltre tutto, davvero, chi l'avrebbe girato meglio, "Il Signore degli Anelli"? Qualche regista tutto compreso, intellettualoide, che magari finiva per farlo diventare una palla mortale? Non lo so... È tutto da dimostrare che si poteva fare meglio - senza fare peggio!)
Un sorriso, Andrea
Il Bardo
Eldar
Messaggi: 319
Località: Un po' Qui un po' La
MessaggioInviato: Gio 02 Feb 2012 18:02 pm    Oggetto:   

sospettare che questi film tratti da lo hobbit possano essere due boiata con le inidiscrezioni che sono uscite i questi giorni (prima l'inserimento del Necromante e mo sta elfa qui) mi pare piu' che lecito

certo poi passare a lanciare frecciatine gratuite a jackson e alla trilogia cinematogracia di lotr mi è parso un po' fuori luogo


che poi a parte qualche passaggio a vuoto francamente trovo che sia stato fatto un gran lavoro; sopratutto la compagnia dell'anello è davvero ben fatto e anche quanto fedelta' al libro direi che non si poteva chiedere di piu' (certo a meno di non essere degli esaltati che pretendono la presenza di tom bombadil e glorfindel, pena l'arakiri del regista)

poi chissa' magari tra 10 anni ci fanno un altro bella trilogia e sara' mille volte meglio, non ne dubito Laughing
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum