Garden - Il giardino alla fine del Mondo. Intervista a Emma


Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Mer 17 Apr 2013 12:04 pm    Oggetto: Garden - Il giardino alla fine del Mondo. Intervista a Emma   

Garden - Il giardino alla fine del Mondo. Intervista a Emma Romero

La casa editrice Mondadori propone il suo primo romanzo fantasy distopico d'ambientazione italiana con l'esordio di Emma Romero, intervistata per voi.

Leggi l'articolo.
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Mer 17 Apr 2013 12:04 pm    Oggetto: Re: Garden - Il giardino alla fine del Mondo. Intervista a E   

"Questo fantasy made in Italy è diverso dagli altri fino a oggi pubblicati dalla casa editrice Mondadori, giacché inaugura un nuovo sottogenere letterario, il fantasy distopico, che si è diffuso in Europa grazie a opere anglosassoni e statunitensi, come la saga di Hunger Games."

La Mondadori crede d'aver fatto chissà quale scoperta pubblicando un libro simile, come se fosse il primo del genere. Anzi, lo ritiene un sottogenere, dando così una pessima immagine e considerazione di libri appartenenti a questa categoria. Questa è la dimostrazione della considerazione che ha dei suoi lettori, anzi dei suoi "sottolettori", dato che sono ritenuti di una categoria inferiore.
Negróre
dannatamente umano
Messaggi: 2562
MessaggioInviato: Mer 17 Apr 2013 12:23 pm    Oggetto:   

Le premesse di questo romanzo - la storia dell'autrice - mi stuzzicano. Appare evidente che il suo "fallimento" con la musica sia dovuto anche (soprattutto, immagino, dato che anch'io ho i miei trascorsi musicali) a responsabilità esterne (l'Italia è un Paese che snobba gli artisti connazionali).

Il risultato di un vissuto reale, allegorizzato o metaforizzato in un romanzo fantastico (il fatto che la protagonista *non possa* suonare, perché è proibito) e la frase in cui l'autrice stessa dice che siamo diventati degli "automi" (per mezzo di qualche personaggio, immagino ancora) mi porta a pensare che questo romanzo possa essere di qualità.

Di certo la classificazione enunciata da Mondadori, circa un nuovo sottogenere, è ridicola ed è l'ennesima trovata idiota di un editore italiano per presentare un romanzo.

Bella anche la copertina: richiama subito il senso (apparente, dato che non l'ho letto) del romanzo.
Un sorriso, Andrea
M.T.
Paladino Guardiano
Messaggi: 2408
MessaggioInviato: Mer 17 Apr 2013 12:38 pm    Oggetto:   

Negróre ha scritto:
Di certo la classificazione enunciata da Mondadori, circa un nuovo sottogenere, è ridicola ed è l'ennesima trovata idiota di un editore italiano per presentare un romanzo.


Trovata che invece di fare pubblicità positiva, ottiene il risultato opposto. Come segarsi le gambe in partenza.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle notizie Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum