Fantasy di autori italiani vs Fantasy di autori stranieri


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Successivo
Autore Messaggio
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Gio 23 Gen 2014 23:03 pm    Oggetto:   

thyangel83 ha scritto:

Certo il med-fantasy si è trasformato in un caso a se stante probabilmente ben lontano dai tuoi intendimenti originari. Però mi chiedo se sia un male. In fondo, ha mosso un po' le acque.


Sono contento di non essere stato il solo a sentire l'Esigenza di fare fantastico che parta dalla nostra cultura, che vi siano stati signori autori che hanno dato il loro contributo in tal senso. Ma se leggeste gli articoli già usciti comprenderete quanto le attese fossero altre e ben più alte. Rolling Eyes
thyangel83
Gollum
Messaggi: 729
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Gio 23 Gen 2014 23:32 pm    Oggetto:   

@ un muspeling

Non lo metto in discussione, non era questo il punto su cui mi volevo concentrare. Sono sempre con la testa al titolo del tread. Il mio era un apprezzamento al fatto che almeno con la scusa del med-fy qualcosa si sia mosso e continui a muoversi; poi che gli intendimenti fossero diversi non esito a crederlo, d'altronde la nostra storia affonda direttamente nel Mito e credo che sia banale chiamare med-fy qualcosa che semplicemente si ambienta a Tarquinia invece che a Boston, per intenderci. C'è altro, ci può essere altro. Gli articoli ammetto di non averli letti, lo farò tempo permettendo, ma il tempo è molto poco. (in verità qualcosa ho letto, ma molto tempo fa).
Comunque, il med è diventato un'etichetta utile allo sviluppo di una branca di narrativa che almeno fa risorgere qualche piccolo fasto per l'appunto nell'ambito del tema fy italiano vs. fy straniero...
If you don't see me, don't think that I am not behind you...

Mio blog personale: www.onwriting.eu
Facebook: https://www.facebook.com/l.calanchini?ref=hl
Sito web professionale: www.kosmos-group.it
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 10:31 am    Oggetto:   

E con questa spiegazione venite a me.

Kinzica ha scritto:
Si usano in vari generi artistici, solo nella scrittura vengono considerati il Babau.


Io non li considero il Babau; tutt'altro. Ne lamento l'assenza di definizioni condivise. Faccio due esempi e poi smetto perché altrimenti devo riaprire il thread fiume dei sottogereri.

Se dico Space Opera, nella fantascienza tutti capiscono (ed è scrittura, non è che la Space Opera è solo per le pellicole).
Se dico Splatter Horror, tutti capiscono.
Se dico Heroic Fantasy, tutti sono d'accordo che Harry Potter non è Heroic Fantasy, ma poi si mischiano Tolkien, Howard, Erikson e Leiber nello stesso calderone. E se dico Med-Fantasy, a voi ci vogliono cinque pagine di articolo per definirlo Wink
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 14:04 pm    Oggetto:   

No, ti sbagli: med fantasy l'ho definito nel mio post precedente, ed è solo una frase. Poi, ovviamente, ogni concetto nuovo va spiegato, allargato, aggiornato. Medfantasy come lo intendevo io quando è nato il nome è semplicemente un fantasy /fantastico che attinge a folklore/mitologia della nostra terra.
Tanti autori hanno seguito questo impulso, ma sembra quasi che organizzarlo in un quadro organico sia un'ingerenza. Non è così.
Una delle tante anomalie del panorama narrativo italiano.
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 14:27 pm    Oggetto:   

Kinzica ha scritto:
No, ti sbagli: med fantasy l'ho definito nel mio post precedente, ed è solo una frase.


E la tua definizione è condivisa a livello globale? Perché se non è così anch'io posso definire l'heroic fantasy come uno hobbit che butta l'Anello nel vulcano, ed anche questa è una sola frase.
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
Elyria
Anjin
Messaggi: 4837
Località: fra la terra e il mare
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 18:02 pm    Oggetto:   

Palin ha scritto:
Kinzica ha scritto:
No, ti sbagli: med fantasy l'ho definito nel mio post precedente, ed è solo una frase.


E la tua definizione è condivisa a livello globale? Perché se non è così anch'io posso definire l'heroic fantasy come uno hobbit che butta l'Anello nel vulcano, ed anche questa è una sola frase.


Livello globale??? Neanche la definizione di fantasy è condivisa, figuriamoci questa.
Però, avendo co - coniato (detto in modo un po' gallinesco) il termine, mi permetto di dire cosa intendevo Razz
http://novatlantide.wordpress.com/

Caoticista nell'animo.
Barbagianni
Balrog
Messaggi: 1005
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 18:33 pm    Oggetto:   

Palin ha scritto:
Cioè sarebbe solo un riferimento geografico o pseudogeografico?


Ho detto lambrusco, ma potevo usare qualunque altro vino, meglio se rosso e saporito, per differenziare dal fantasy di birra, idromele e sidro.
Quando qualcuno dice 'io non credo nelle fate' da qualche parte una fata si segna nome, cognome e indirizzo.

Trolls? Io odio i trolls! - Willow
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 18:43 pm    Oggetto:   

Ma certo che un vino come il Lambrusco (ma anche altri, pensiamo al Syrah, al Grecanico) hanno un flavor e sapore storico, ve ne sono altri che sono stati protagonisti di vicende importanti per noi, al tempo e con riflessi all'oggi. Wink
Rakanius
Drago
Messaggi: 540
Località: Milano
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 22:27 pm    Oggetto:   

Uhm... per aver dato nomi italiani ai protagonisti (e non generici nomi "fantasy") nel mio primo e unico ebook pubblicato un amico mi ha criticato (amichevolmente ma fermamente) dicendo che distruggevo la "suspension of disbelief" o come si dice. Insomma non la via al med fantasy non è affatto spianata e liscia...
Bruno
--- partecipa al mio blog su:
http://www.mondifantastici.blogspot.com/
Reginald Graham
Lo Stolto
Messaggi: 1105
MessaggioInviato: Ven 24 Gen 2014 22:37 pm    Oggetto:   

La faccenda dei nomi nel fantasy, Bruno, dici bene.

Turtledove ne "Il trono rubato" accenna a Smerdis Re dei Re.
...
...rende di più per voi?

Siamo stati tutti quanti, qui, chi prima chi poi, a esser stati indottrinati a leggere nomi colmi si S, R, H, apostrofi e accenti, perché esotici, nel fantasy.

Il richiamo di un nome reale posto in un contesto fantasy è qualcosa di alieno, specialmente se nostrano. Chiedi al tuo amico se avrebbe fatto le stesse storie con nomi reali angofoni.
Rakanius
Drago
Messaggi: 540
Località: Milano
MessaggioInviato: Sab 25 Gen 2014 3:33 am    Oggetto:   

Reginald Graham ha scritto:

Il richiamo di un nome reale posto in un contesto fantasy è qualcosa di alieno, specialmente se nostrano. Chiedi al tuo amico se avrebbe fatto le stesse storie con nomi reali angofoni.


Ma infatti la maggior parte dei nomi fantasy sono proprio questo, nomi che "suonano" nordico o anglofoni (ovviamente un nome anglofono è ANCHE nordico). Oppure nomi da mille e una notte, orientali, arabeggianti.

La mia storia (la cui genesi è descritta nella seconda metà di questo post: http://mondifantastici.blogspot.it/2013/12/ispirazioni-e-opportunita-nello-scrivere.html dove spiego anche perché l'ambientazione è così minimale) si svolge in un ipotetico regno più o meno medievale (ma situato non si sa bene dove) dove per semplicità i nomi degli "stranieri" suonano tedeschi (i barbari!) e quelli "domestici" italiani, magari un po' antiquati.

E' poi così sgradevole?
Bruno
--- partecipa al mio blog su:
http://www.mondifantastici.blogspot.com/
LaLamadelleLacrime
Hobbit
Messaggi: 41
MessaggioInviato: Sab 25 Gen 2014 12:49 pm    Oggetto:   

Intervengo semplicemente per fare un appello alla italofilia contro l'anglofonia.
Insomma, poi non lamentiamoci che tutto viene dalla'America o comunque dall'estero.
Credo che un po' di sano patriottismo anche in questo caso non possa far altro che bene. SI potrebbero avere delle gradevoli sorprese...
Reginald Graham
Lo Stolto
Messaggi: 1105
MessaggioInviato: Sab 25 Gen 2014 16:46 pm    Oggetto:   

Rakanius ha scritto:
dove per semplicità i nomi degli "stranieri" suonano tedeschi (i barbari!) e quelli "domestici" italiani, magari un po' antiquati.

E' poi così sgradevole?


Sono stato un paio di volte accusato di avere un attenzione morbosa (il termine esatto, Thy ne sa qualcosa Smile ) per i nomi. La ragione è semplice: se in un testo fluente andiamo a inserire nomi per noi troppo alieni, colmi di accenti apostrofi o che so io, avremo quella che io chiamo "diga mentale", qualcosa cioè che spezza il fluire della storia, anche se buona.

Gandalf ovviamente è nordico.
Smerdis... orientaleggiante.
Etc...
Hai ragione.
Questo per dirti che non trovo assolutamente sbagliata o brutta l'idea di voler dare ai nostri personaggi nomi che abbiano più di un legame con la realtà nostrana, italica, (anche passata, come nel tuo caso hai detto, Bruno). Il fatto è proprio questo: come vedi, ti è stato fatto notare come qualcosa di non "a norma", esatto? Anomalo.
Mi ripeto, come siamo stati indottrinati a leggere gli Smith piuttosto che i Rossi, in maniera del tutto naturale "concepiamo" come sbagliati, fuoriposto, nomi "italianeggianti" in un contesto fantasy. No?

Cara Lama, italofonia contro anglofonia? Ce ne fosse data l'opportunità! Eh...


Ultima modifica di Reginald Graham il Sab 25 Gen 2014 20:59 pm, modificato 1 volta in totale
thyangel83
Gollum
Messaggi: 729
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Sab 25 Gen 2014 19:35 pm    Oggetto:   

Stiamo andando molto OT, comunque, visto che il buon Reginald mi ha citato, dico la mia anche sui nomi.
Per me il nome nel panorama fantasy può essere evocativo se il contesto lo richiede. Esempio: in un racconto dove dovevo esemplificare la miseria atroce di un popolo abbruttito per secolare schiavitù, i nomi degli appartenenti a tale popolazione li ho scelti volutamente duri, crudi e difficilmente pronunciabili perché gutturali. Nella maggior parte dei casi non c'è bisogno di tali artifici: un personaggio si chiama Paolo, Antonio o Amaranta a seconda di come è girato in un determinato momento ai suoi genitori. Punto. Ciò detto, io sono favorevole all'uso di nomi esotici perché inventati (e non necessariamente orientaleggianti o filo-norreni) in ambientazioni high-fantasy, in quanto l'ambientazione stessa è aliena, onirica o comunque estranea alla realtà, troverei strano che un personaggio si chiamasse Maria, così come Hans, oppure Jennifer. Che poi il nome sia o meno complesso, pronunciabile, accattivante, questo poco mi importa, spesso si riduce a un insieme di lettere messe in fila, a meno che non ci si rifaccia a un'etimologia specifica, propria però di quel mondo fantastico da noi ideato.
Per fantasy con ambientazioni che si riallacciano al mondo che conosciamo, invece, Paolo, Antonio, Amaranta, Maria, Hans o Jennifer mi vanno benissimo.
If you don't see me, don't think that I am not behind you...

Mio blog personale: www.onwriting.eu
Facebook: https://www.facebook.com/l.calanchini?ref=hl
Sito web professionale: www.kosmos-group.it
thyangel83
Gollum
Messaggi: 729
Località: Ovunque
MessaggioInviato: Mer 29 Gen 2014 16:38 pm    Oggetto:   

Tanto per tornare IT: appena terminato di leggere un bellissimo fantasy italiano, inedito, ma che a mio avviso vedrà la luce della pubblicazione entro un anno e mezzo.
Ambientazioni perfette, trama complessa, personaggi caratterizzati, alternanza di elementi descrittivi e "crudi", poche digressioni in ambito prettamente favolistico, poche concessioni al buonismo, forse una dose di romance un po' troppo marcata, che però aumenta l'interesse della storia.
Uno dei tanti, bellissimi libri fantasy italiani, ottimamente scritto, dei quali mi auguro che un giorno si avrà memoria. Al di là di ogni "cecità" aprioristica.
If you don't see me, don't think that I am not behind you...

Mio blog personale: www.onwriting.eu
Facebook: https://www.facebook.com/l.calanchini?ref=hl
Sito web professionale: www.kosmos-group.it
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum