Il raccolto


Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Mer 05 Dic 2007 0:06 am    Oggetto: Il raccolto   

Il raccolto

Leggi il racconto.
virae
Waylander
Messaggi: 2952
Località: Dros Delnoch
MessaggioInviato: Mer 05 Dic 2007 0:07 am    Oggetto: Il raccolto   

Ciao Fabio: come promesso, eccoti il commento.

Mi è piaciuto molto, coinvolgente e un po' ricercato. Sbaglio o dietro un po' di Grecia antica?

Complimenti Smile
""The earl and the legend will be together at the wall. And the men shall dream, and the men shall die, but shall the fortress fall?"
[Legend- Gemmell]
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Mer 05 Dic 2007 12:51 pm    Oggetto: Re: Il raccolto   

virae ha scritto:

Mi è piaciuto molto, coinvolgente e un po' ricercato. Sbaglio o dietro un po' di Grecia antica?


... cosa?! Cosa c'è dietro quel po' di Grecia Antica?! Volevo leggerlo, ora ho paura... sarà mica horror?! Very Happy
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
Donato ALTOMARE
Hobbit
Messaggi: 16
MessaggioInviato: Mer 05 Dic 2007 13:51 pm    Oggetto:   

Finalmente sono riuscito a leggerlo sino in fondo.
Come ho imparato i racconti di Fabio Novel non son mai tempo perso, si leggono bene e sono costruiti con mano d'esperto.
Questo mi ha colpito per due cose su tutte. La padronanza della terminologia, molto curata. Chi vuole scrivere racconti impari da Fabio che nulla dev'essere lasciato al caso se si vuole essere professionisti. Inoltre ci sono le diverse chiavi di lettura. Non credo di banalizzare se sottolineo come, (ancora una volta?) la vita ha sconfitto la morte, come gli eserciti non sono entità astratte che si combattono e vincono o perdono, ma esseri umani che devono combattere però ne farebbero volentieri a meno. Tutto quadra nella storia, il giovane re che si affida a un veterano e il più vecchio re che si affida a un giovane eroe. Forse è uno dei pochi casi in cui la fuga è vittoria.
Ottima la narrazione.
Se devo proprio trovare un difetto è nel titolo.
Quando l'ho letto e ho iniziato a leggere il racconto ho subito capito che l'entità narrate è la morte.
Bene, è tutto.
Fabio scrive troppo poco, e ci eprdiamo tutti noi lettori.
donato
Fabio Novel
Hobbit
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Lun 10 Dic 2007 18:58 pm    Oggetto:   

Grazie Virae per i complimenti.
Sono contento che ti sia piaciuto.
E… sì: in effetti si tratta anche di un omaggio, in chiave fantastica, alla Grecia “antica”. Tieni conto che “Il raccolto” fu scritto per un progetto tematico, poi non andato in porto, di heroic fantasy. Volevo tentare la strada in modo personale. Sia nella trattazione dell’Eroe. Sia nello scenario. Considerato che su FM si è più volte cercato di inquadrare un concetto di “fantasy mediterraneo” ho provato a dire la mia… direttamente in narrativa Wink

Anche se i riferimenti alla Grecia dell’antichità sono numerosi, sia chiaro però a chi venisse ora l’intenzione di leggere il racconto che l’ambientazione è immaginifica, non storica. Anche se è volutamente debitore di svariati particolari storici.

In questo modo, forse, ho risposto un po’ anche ad eNKay…
Horror? No, questo no. La prossima volta, magari! Wink

A Donato…
Che dire?... Io magari (spetta ai lettori il giudizio) ci azzecco un buon racconto, ogni tanto. Ma Donato ne ha scritti “veramente” tanti, di bei racconti! Fantasy inclusi.
Quindi il suo commento mi diventa particolarmente gratificante, e motivante.

Circa il titolo…



Spoilerino _____________________

… sì, Donato: sono d'accordo con te. E’ “troppo suggeritore”. Senza il “forse” – aggiungo pure io.
Va detto però che l’intento di sorprendere con l'identità dell'io-narrante (che emerge progressivamente, ma so d’aver reso intuibile nel percorso), benché previsto, non era quello prioritario. I contenuti, qualcuno “in chiaro” qualcuno più allegorico, sono altri.

fine spolerino __________________________



Il titolo avrebbe potuto essere diverso, comunque.
Una considerazione che ho fatto, a racconto concluso.
Ma le alternative non mi convincevano. Molto spesso le mie storie nascono proprio da un titolo, e da un'idea strettamente correlata, ma ancora informe, sfuggente. Che poi cresce e si concretizza.
Non sono riuscito a "rinnegare" questo titolo.
E credo d’aver fatto, tutto sommato, la scelta giusta.

Grazie ancora Donato.
Ti prometto che cercherò di scrivere un po’ di più. Wink
DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6863
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Gio 13 Dic 2007 19:10 pm    Oggetto:   

Finito di leggere ora.

Sette pagine di racconto veramente molto piacevoli. Come già ricordato da qualcuno precedentemente ricorda in certe parti il tipico ambiente dell'antica Grecia, sia in riferimento agli schieramenti opliti, che ai nomi e alle dipiche dispute tra le città stato di quella che fu l'Ellade alcuni millenni fa.

Parlando dello stile e dell'autore devo essere sincero, non sono mai stato un amante dei racconti in terza persona (oltretutto come "osservatore" esterno) ma visto il finale mi sono dovuto ricredere, in questo caso ha dato un tocco di originalità in più all'opera.
Per ultimo voglio fare i complimenti all'autore, decisamente molto ricercato il lessico che resta comunque molto scorrevole, ideale quando si tratta di scrivere un racconto, ma che dà un senso si ulteriore enfasi ad un opera che, vista la brevità e i contenuti, difficilmente avrebbe potuto sottisfare questo requisito.
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
Melian
Ospite

MessaggioInviato: Ven 14 Dic 2007 13:19 pm    Oggetto:   

Proprio un bel racconto che mi ha anche sopresa nel modo in cui è stata sviluppata la trama.

Ultimamente sto diventando una fanatica del lunguaggio corretto (ci sono veramente tante nefandezze in giro) e curato nella forma senza apparire per questo pomposo o pensante.
E il racconto di Fabio è anche questo, un racconto scritto con maestria e uso delle metafore e degli aggettivi appropriato, molto evocativo già dall'incipit "La piana di Kratos è un campo di grano maturo."

Ammetto di non avere una grande passione per la descrizione di eserciti che si preparano alla battaglia e per le strategie belliche. Fatta eccezione per la battaglia di Austerlitz, descritta superbamente da Tolstoy in Guerra e Pace, le altre mi annoiano abbastanza e per un attimo ho temuto che il racconto evolvesse in questa direzione.
E invece, sopresa!
La parte dedicata a Lysander è splendida, sia per come viene descritta ma sopratutto per le conseguenze che porterà nella vita dell'Eroe.

Sarà anche un racconto che doveva essere inserito in un progetto di heroic fantasy, ma trovo questo Eroe è più apprezzabile di tanti suoi colleghi ipertrofici. Certo la sua natura di guerriero lo porta ad essere duro e granitico, ma la sua corazza, e non mi riferisco a quella di metallo, comincia dare segni di cedimento. Del resto ad Achille ho sempre preferito Ettore.
Fabio Novel
Hobbit
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Mar 18 Dic 2007 19:34 pm    Oggetto:   

@DiVega

Grazie, sono contento ti sia piaciuto il racconto. E lo scenario, al quale ho dedicato particolare attenzione.
La scelta di un minimo di linguaggio ci stava (con l’eccezione dei dialoghi fra i due “osservatori”, che ho preferito rendere più moderni – per una ragione precisa, collegata all’aspetto allegorico). Confido di non aver esagerato. Mi scrivi che il racconto resta “molto scorrevole”: questo è per me un feedback importante. Fondamentale.
Sono ora curioso di sentire che ne pensi di “Fiori per Diana”, il mio contributo a “Gli occhi dell’Hydra”… Oooops, sorry: questa è un’altra storia, decisamente OT in locanda… Wink


@Melian

E grazie anche a te, Melian.
Mi fa piacere in particolare che l’incipit ti abbia colpito. Mi sono divertito molto, sulla descrizione d’apertura. E che tu abbia apprezzato Lysander, la sua scelta…
Circa le descrizioni dei campi di battaglia… dai, su, che anche tu sei un’eretica reduce dei “campi di Caino” di Magdeburg! Wink)
fabiana redivo
Hobbit
Messaggi: 23
MessaggioInviato: Ven 21 Dic 2007 19:25 pm    Oggetto:   

Lo conoscevo già, ma è stato un piacere rileggerlo. Ottimo raccolto, ragazzi! Wink
MessaggioInviato: Ven 11 Apr 2008 14:44 pm    Oggetto: Re: Il raccolto   

Bel lavoro Fabio. Davvero. Racconto solido e senza sbavature con un background tale da renderlo credibile dall'inizio alla fine. Hai riassunto in poche pagine una buona parte del feeling della battaglia imminente, della differenza tra i giochi di potere e la realtà di chi la lancia la impugna davvero. l'Io narrante, pur abbastanza palese, è gradevole e mai sopra le righe, fatto non facile da gestire. Aspetto con grande piacere di poterti leggere su storie di più ampio respiro.
Messer Forestiero
Nazgul
Messaggi: 422
MessaggioInviato: Ven 02 Gen 2009 15:03 pm    Oggetto:   

Nota Qualche tempo fa ho ricevuto una tremenda bastonata in testa e ho perso la memoria. Con chiunque parli e ovunque passi è per me la prima volta: chi dovesse aver già veduto il nome di me medesimo in qualche posto del Web ne tenga conto.
Ciò che conta è soltanto questo: qualunque sia la vostra (di voi singolarmente,dico) opinione su qualsiasi cosa e comunque sia differente dalla mia, qualunque sia il modo con cui e il motivo per cui l'avete espressa, non ho e non avrò ragione di dubitare che vi spinga la migliore delle intenzioni possibili. Non ricordo assolutamente altro, nemmeno di non ricordarmelo.


***

Racconto sorretto da indubbio studio e tecnica, è secondo me un tentativo onesto, non nuovo, di far convivere una veste epica con una coscienza moderna, senza però superare i difetti e i rischi di questa soluzione, ai quali non è esente questo pezzo: tentativo dunque riuscito sotto non tutti i profili, a causa, per esempio, dell'uso un poco scontato del tema antibellico, per un gusto del "sociale", tipo "denuncia contro i poteri forti", un po' malinteso, comune a molte correnti della fantasy attuale, da quel poco che ho letto, quando ne leggevo. Non ne condivido le pretese etiche, tuttavia prendo atto di queste scelte, già avviate da tempo nella fantasy, e ne riconosco, quando non scadano nel puro pretesto, il valore arricchente.
Fabio Novel
Hobbit
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Gio 15 Gen 2009 19:44 pm    Oggetto:   

Messer Forestiero ha scritto:


Racconto sorretto da indubbio studio e tecnica, è secondo me un tentativo onesto, non nuovo, di far convivere una veste epica con una coscienza moderna, senza però superare i difetti e i rischi di questa soluzione, ai quali non è esente questo pezzo: tentativo dunque riuscito sotto non tutti i profili, a causa, per esempio, dell'uso un poco scontato del tema antibellico, per un gusto del "sociale", tipo "denuncia contro i poteri forti", un po' malinteso, comune a molte correnti della fantasy attuale, da quel poco che ho letto, quando ne leggevo. Non ne condivido le pretese etiche, tuttavia prendo atto di queste scelte, già avviate da tempo nella fantasy, e ne riconosco, quando non scadano nel puro pretesto, il valore arricchente.


Benvenuto, Messere, al tuo commento. Mi gusto il bicchiere mezzo pieno. Wink

Circa il mezzo vuoto: sì, sono senz'altro presenti anche gli aspetti che evidenzi, in forme diverse. Trovo il termine "denuncia" forzato, ma ci intendiamo, comunque.Gli ingredienti sono senz'altro più d'uno, forse però quello su cui ci tenevo di più a concentrarmi, era il "fattore umano", la solitudine del cosidetto... "Eroe".

Mi fa piacere anche di non "scadere nel puro pretesto".

Grazie ancora. Smile
MessaggioInviato: Gio 14 Lug 2011 11:39 am    Oggetto: Re: Il raccolto   

Racconto interessante e ben scritto. Abbiamo messo una breve presentazione con link a questo blog nel nostro sito (rivistazetesis.it), che si occupa di problemi riguardanti il mondo antico e la cultura greco-romana.
Grazie e auguri!
La Redazione di Zetesis.


Fabio Novel
Hobbit
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Mer 17 Ago 2011 22:33 pm    Oggetto: Re: Il raccolto   

(Redazione di Zetesis) ha scritto:
Racconto interessante e ben scritto. Abbiamo messo una breve presentazione con link a questo blog nel nostro sito (rivistazetesis.it), che si occupa di problemi riguardanti il mondo antico e la cultura greco-romana.
Grazie e auguri!
La Redazione di Zetesis.




Leggo appena ora il post e il commento sul vs/ sito.
E' veramente una gradita sorpresa scoprire che il mio racconto è piaciuto anche ad appassionati ed esperti del mondo antico.
Il mondo che ho creato a scenario è ovviamente di fantasia, e in qualche modo forza elementi in realtà di epoche storiche differenti rispetto al reale passato. Ma la cura di vari particolari pesca in effetti a piene mani da testi del tutto storici.
Grazie. Smile
Fabio Novel
Hobbit
Messaggi: 67
MessaggioInviato: Mar 20 Mag 2014 20:31 pm    Oggetto: ora anche in ebook   

D'accordo, qui potete aver letto o leggere "Il raccolto" gratuitamente, a suo tempo o di recente, ma... se preferite averlo in formato ebook, per ampliare la vostra collezione privata, a 99 cent lo trovate in quasi tutti gli estore, tra cui

http://www.amazon.it/Libri-Fabio-Novel/s?ie=UTF8&page=1&rh=n%3A411663031%2Cp_27%3AFabio%20Novel

http://www.lafeltrinelli.it/ebook/fabio-novel/raccolto/9786050301908

http://www.cubolibri.it/home.php/ebook-il-raccolto-fabio-novel-fabio-novel-9786050301908.html

http://www.bookrepublic.it/book/9786050301908-il-raccolto/

Ovviamente, se qualcuno di voi vorra promuovere l'ebook, l'iniziativa sarà ben gradita. Smile

Grazie!
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sui racconti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum