Kill Bill: Volume 2


Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
FantasyMagazine
Balrog
Messaggi: 4381
MessaggioInviato: Ven 23 Apr 2004 23:01 pm    Oggetto: Kill Bill: Volume 2   

Kill Bill: Volume 2
Di Quentin Tarantino, con Uma Thurman (The Bride alias Black Mamba), David Carradine (Bill), Daryl Hannah (Elle Driver alias California Mountain Snake), Michael Madsen (Budd alias Sidewinder), Claire Smithies (Clarita), Chia Hui Liu (Pai Mei), Clark Middleton (Ernie), Michael Park

Leggi la recensione.
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Sab 24 Apr 2004 15:20 pm    Oggetto:   

Citazione:
è tutto fin troppo classico e nella norma.

raramente sono stato così in disaccordo con una frase di una recensione.
ci aspettavamo un'altro super mix di combattimenti e duelli?
Tarantino ci soprende ancora continuando nella narrazione, approfondendo i personaggi, creando i suoi "soliti" dialoghi eccellenti, ogni dettaglio curato in maniera maniacale, una ricchezza di significati e riferimenti sorprendente, un continuo saltellare tra i generi cinematografici con una classe impressionante.
pure l'effetto disorientante di Pulp Fiction viene meno dalla bravura del regista che qui riesce a mantenere tutto scorrevole.
non c'è NULLA in questo film che non vada.
sarebbe stato troppo facile e scontato ripetere il primo Kill Bill.
Carradine è strepitoso in una parte strepitosa (tanto che mi ha sorpreso fosse lo stesso che faceva Kung Fu...).
c'è la solita ironia di Quentin, ma anche un lato umano nuovo.
Sono d'accordo che Vol 1 e 2 debbanno essere giudicati assieme. Non trovo affatto questo inferiore al primo, soltanto diverso.. anzi direi complementare.
Capolavoro vol 2.
DAIKAMURA
Ospite

MessaggioInviato: Dom 25 Apr 2004 17:16 pm    Oggetto: Ma chi ha fatto sta recensione?   

Completamente contrario a quanto si afferma sopra, Kill Bill volume 2 surclassa il primo episodio ( per altro anch'esso molto bello ).
Le citazioni ci sono:il film ne è pieno..basta solo saperle vedere.
Il Voto? 10 e lode: PERFETTO ed un vero capolavoro assoluto che sarà ricordato e citato per decenni.
franz
Mago Mago
Messaggi: 5731
Località: Milano
MessaggioInviato: Dom 25 Apr 2004 17:33 pm    Oggetto: Re: Ma chi ha fatto sta recensione?   

DAIKAMURA ha scritto:
Completamente contrario a quanto si afferma sopra, Kill Bill volume 2 surclassa il primo episodio ( per altro anch'esso molto bello ).
Le citazioni ci sono:il film ne è pieno..basta solo saperle vedere.
Il Voto? 10 e lode: PERFETTO ed un vero capolavoro assoluto che sarà ricordato e citato per decenni.


E' un fatto che Tarantino sia un autore che divide critica e semplici spettatori.
Personalmente non ho amato il primo film, conosco molte persone che la pensano come me e molte che invece ne hanno tessuto le lodi in modo sperticato.
I commenti di Daikamura sono più che legittimi e più o meno condivisibili.
Mi chiedo solo il senso della domanda nell'oggetto: Ma chi ha fatto sta recensione?
Se l'avesse fatta Porro, Mereghetti o Kezich sarebbe andata bene?
Tutte le nostre recensioni sono firmate, basta leggere.
- Sei un pessimista o un ottimista?
- Sono un pessimo ottimista
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Dom 25 Apr 2004 20:47 pm    Oggetto:   

è vero quello che dici Franz.
il prb è che Tarantino è anche un autore che viene apprezzato (soprattutto in questo caso) se hai una cultura cinematografica di un certo tipo.
è molto difficile apprezzare il cibo giapponese senza abituarsi prima... credo che per Tarantino sia lo stesso. Razz
Webal
Puck
Messaggi: 2919
MessaggioInviato: Dom 25 Apr 2004 21:32 pm    Oggetto:   

Drachen ha scritto:

il prb è che Tarantino è anche un autore che viene apprezzato (soprattutto in questo caso) se hai una cultura cinematografica di un certo tipo.

Pienamente d'accordo... Wink
(E qualche volta non dipende solo dalla cultura ma anche dallo stomaco...)
Pierre
Hobbit
Messaggi: 5
Località: Parma
MessaggioInviato: Lun 26 Apr 2004 18:01 pm    Oggetto:   

Sono io l'autore della recensione. Dato che sono nuovo mi presento, Mi chiamo Pierre Hombrebueno e mi occupo di Cinema nel Web, infatti sono presidente/fondatore degli Italian Online Movie Awards e scrivo per varie testate web (tra cui appunto Fantasy Magazine) Very Happy

Vi posto qua la recensione di un mio collega, la adoro:

La risposta ce la da (in)direttamente Bill, nel suo monolgo finale:
Il Volume 1 è stato girato da SUPERMAN, il Volume 2 solo da Clark Kent.

E’ questa l’unica spiegazione per una delle più grandi delusioni cinematografiche degli ultimi anni. E dire che si parte alla grande con il meraviglioso Primo capitolo, che fa luce (tanta) sul Massacro alla Chiesa dei due pini. I toni sono immediatamente più dimessi, ma c'è il tempo per ammirare le rughe di David Carradine e gli occhi di Uma Thurman, il tutto incastonato in una splendida fotografia in bianco e nero.
Poi, proprio con i due sposi in prossimità dell’altare per la prova finale del matrimonio, la macchina da presa esce definitivamente di scena. Con una lenta carrellata si allontana dagli sposi fino ad uscire alla chetichella dalla porta della chiesa , quando nel campo sopraggiungono le vipere al completo pronte allo sterminio, per sistemarsi in un angolino in alto ad assistere (timida) all’esecuzione.
Questa sequenza è l’epitaffio visivo di Quentin Tarantino al suo KILL BILL e di conseguenza al suo modo di intendere il cinema. Da questo punto in poi abbandonerà il mantello da supereroe per indossare i panni del regista "normale" e dare alla luce un’opera lontana milioni di galassie dalla prima.

E sequenza dopo sequenza, capitolo dopo capitolo, la consapevolezza che tutto non sarà mai come la prima volta si fa strada dentro di noi, lentamente ma inesorabilmente. Forse perché è un veleno meno veloce del letale siero del Black Mamba. Forse (sicuramente) perché la speranza è un antidoto potente che ne rallenta gli effetti letali. Ma per quanto la speranza sia l’ultima a morire alla fine siamo destinati a soccombere. Kill Bill Volume 2 è privo della feroce ironia che ci aveva soggiogato nel primo episodio e la seriosità che lo permea per intero produce spiacevoli effetti collaterali. E pertanto se cinque mesi prima avevamo assistito senza fiatare a torsioni , voli e stragi impossibili della sposa , questa volta ci risulta difficile digerire il modo in cui la nostra (in pieno Romero Style) si tira fuori (è proprio il caso di dirlo) dalla brutta situazione in cui l'aveva sotterrata il buon Budd .
Kill Bill Volume 2 non trasuda l’amore per il cinema e la gioia di farlo che ci aveva contagiato ed entusiasmato nel primo episodio.

Naturalmente anche riponendo il mantello e indossando i miseri panni di Cark Kent, Tarantino resta un regista sopra la media. Il suo dna viene ripetutamente a galla nel continuo utilizzo della citazione (Sergio Leone, praticamente un’ossessione), e del dialogo ricercato. La mdp si libera dalle briglie in più di un’occasione regalandoci ,oltre al già citato primo capitolo, sequenze da ricordare come la soggettiva della tumulazione della sposa o il Cat Fight tra La Sposa e California Mountain Snake.
Ma tutto ciò non fa altro che alimentare il fuoco della nostra delusione.

Perché è impossibile giudicare il Volume 2 prescindendo dal primo.

Perché, caro Quentin, noi non volevamo SAPERE come andava a finire.
Noi volevamo VEDERE come andava a finire.

Gianni Raimondi
franz
Mago Mago
Messaggi: 5731
Località: Milano
MessaggioInviato: Lun 26 Apr 2004 18:10 pm    Oggetto:   

Pierre ha scritto:
Sono io l'autore della recensione. Dato che sono nuovo mi presento, Mi chiamo Pierre Hombrebueno e mi occupo di Cinema nel Web, infatti sono presidente/fondatore degli Italian Online Movie Awards e scrivo per varie testate web (tra cui appunto Fantasy Magazine) Very Happy

Vi posto qua la recensione di un mio collega, la adoro:

Gianni Raimondi


Pierre, benvenuto innanzitutto, e poi spero che tu abbia l'autorizzazione a copiare tutto il testo della recensione, altrimenti meglio mettere il link da dove è stata presa.
Una bel lavoro, non c'è che dire.
- Sei un pessimista o un ottimista?
- Sono un pessimo ottimista
Pierre
Hobbit
Messaggi: 5
Località: Parma
MessaggioInviato: Lun 26 Apr 2004 19:12 pm    Oggetto:   

franz ha scritto:
Pierre ha scritto:
Sono io l'autore della recensione. Dato che sono nuovo mi presento, Mi chiamo Pierre Hombrebueno e mi occupo di Cinema nel Web, infatti sono presidente/fondatore degli Italian Online Movie Awards e scrivo per varie testate web (tra cui appunto Fantasy Magazine) Very Happy

Vi posto qua la recensione di un mio collega, la adoro:

Gianni Raimondi


Pierre, benvenuto innanzitutto, e poi spero che tu abbia l'autorizzazione a copiare tutto il testo della recensione, altrimenti meglio mettere il link da dove è stata presa.
Una bel lavoro, non c'è che dire.


Tranqui tutto ok Very Happy
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Mar 27 Apr 2004 8:26 am    Oggetto:   

un saluto a Pierre! Smile
ma continuo ad essere in totale disaccordo.
non penso che ci sia nulla di una "regia normale".
non capisco perchè siano poco digeribili gli omaggi qui piuttosto che nel primo...
l'ironia? a me Bill pare un archetipo dell'ironia, Budd pure, il maestro cinese anche.
Citazione:
Noi volevamo VEDERE come andava a finire

Tarantino questo non l'ha mai fatto mi pare. almeno non nel senso canonico della frase.
Orgoglioso membro del comitato "Felliniani..ci avete rotto"
Kikka
Ospite

MessaggioInviato: Mar 27 Apr 2004 18:56 pm    Oggetto: vol 2   

Secondo me Kill Bill vol. 2 non delude; i dialoghi sono ben scritti (bello il monologo su Superman di Bill) e, anche se manca di scene d'azione, quelle poche che ci sono valgono.
Ben girato l'inizio, il massacro ai due pini, in bianco e nero.
L'occhio strappato ad Elle driver è un bel colpo di scena. O..la Sposa sepolta viva.
Molto bello anche l'allenamento di Pai Mei, si era spellata le mani e non riusciva quasi a muoverle tanto le aveva battute contro il legno...ma alla fine questo le salva la vita.
Sarebbe un ottimo film, ma il mio voto è distinto per alcune scene. Insomma, potevano tagliare il lungo dialogo della Sposa quando chiede dove sia Bill al vecchio.
O le scene eccessivamente lunghe di Budd nel posto in cui lavora, dove il principale gli fa la predica. Invece di queste, si poteva tenere la parte in cui Michael Jay White affronta in un vicolo Bill, e non farlo esistere solo nel DVD.
A parte questo, un bel film, all'altezza del primo.
luna
Balrog
Messaggi: 4924
Località: lucca
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 1:03 am    Oggetto:   

lo sapevo...non dovevo leggere tutto il dibattito :cry:mea culpa!!!
non sono ancora andata al cinema...
il volume 1 l'ho visto stasera per la prima volta (anche il primo film di Tarantino che guardo),un metodo particolare molto particolare di fare cinema,i primi 20 circa mi hanno lasciata un pò perplessa,volevo levare il dvd,ma poi ha vinto la curiosità,menomale,aggiungo Idea
infatti mi è piaciuto,soprattutto per l'originalità dello stile del regista.
Tarantino si è guadagnato una fan in più Wink
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 8:06 am    Oggetto: Re: vol 2   

Kikka ha scritto:
Invece di queste, si poteva tenere la parte in cui Michael Jay White affronta in un vicolo Bill, e non farlo esistere solo nel DVD.
A parte questo, un bel film, all'altezza del primo.

ahhhhhh, anche qui scene tagliate? sta diventando troppo una moda.
bene bene, un motivo in più per prendere il dvd.

Prampo, Hanzo Hattori fan.
Amanar
Hobbit
Messaggi: 14
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 11:44 am    Oggetto:   

Premesso che io per ora ho visto solo Vol. 1, che ho apprezzato ma non fino al punto di ritenerlo un capolavoro, vorrei chiedervi quali sono gli elementi che spinge alcuni a definirlo tale. Non e' polemica, sia chiaro, ma vera e propria curiosita' di una persona che pur avendo sempre apprezzato il cinema non si ritiene un esperto. Leggendo la recensione di Vol.2 ho avuto come l'impressione (probabilmente sbagliata) che venisse considerato peggiore perche' c'e' meno azione e meno sangue, e quindi mi sorge spontanea la curiosita' di conoscere altri punti di vista.

Posso dirvi cosa e' piaciuto a me: innanzitutto l'ironia. Piu' di tutto questo film me lo ricordo per le risate che mi sono fatto, con l'impressione che Tarantino non si prendesse mai sul serio anche nelle scene piu' cruente. Poi le citazioni dai film dei samurai giapponesi, i manga, e perche' no anche l'azione e il sangue. Non dimentichiamo che le storie di vendetta di chi ha subito una grave ingiustizia hanno sempre il loro fascino. Poi mi e' piaciuta anche la tecnica cinematografica nel massacro finale quando si passa al bianco nero e al gioco di luci ed ombre per non far vedere troppo sangue. Pero' nonostante tutto non riesco a vederci un capolavoro.
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 12:10 pm    Oggetto:   

penso che sia un film ricco di elementi diversi e fantasiosi, con una colonna sonora ecclesa, una regia incredibile, la sceneggiatura geniale, i particolari curatissimi... per me questo basta a dire che è un capolavoro. poi non so. Cool
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum