Kill Bill: Volume 2


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Autore Messaggio
Pierre
Hobbit
Messaggi: 5
Località: Parma
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 15:56 pm    Oggetto:   

Amanar ha scritto:
Premesso che io per ora ho visto solo Vol. 1, che ho apprezzato ma non fino al punto di ritenerlo un capolavoro, vorrei chiedervi quali sono gli elementi che spinge alcuni a definirlo tale. Non e' polemica, sia chiaro, ma vera e propria curiosita' di una persona che pur avendo sempre apprezzato il cinema non si ritiene un esperto. Leggendo la recensione di Vol.2 ho avuto come l'impressione (probabilmente sbagliata) che venisse considerato peggiore perche' c'e' meno azione e meno sangue, e quindi mi sorge spontanea la curiosita' di conoscere altri punti di vista.

Posso dirvi cosa e' piaciuto a me: innanzitutto l'ironia. Piu' di tutto questo film me lo ricordo per le risate che mi sono fatto, con l'impressione che Tarantino non si prendesse mai sul serio anche nelle scene piu' cruente. Poi le citazioni dai film dei samurai giapponesi, i manga, e perche' no anche l'azione e il sangue. Non dimentichiamo che le storie di vendetta di chi ha subito una grave ingiustizia hanno sempre il loro fascino. Poi mi e' piaciuta anche la tecnica cinematografica nel massacro finale quando si passa al bianco nero e al gioco di luci ed ombre per non far vedere troppo sangue. Pero' nonostante tutto non riesco a vederci un capolavoro.


Che cosa rende Volume 1 un Capolavoro? Innanzitutto la dinamicità e l'originalità di Tarantino sia nelle scene d'azione sia nel suo calderone dove vengono mixati tutti i generi underground di serie B come gli Spaghetti Western, i Wu-Xia-Pian cinesi, gli anime giapponesi, lo splatter americano ed altro ancora.

Che cose delude in Volume 2? Non tanto per la mancanza di azione o di sangue, ma per la mancanza del dinamismo che abbiamo trovato ed amato in Volume 1, così come la limitatezza del mixture di generi sempre amato in Volume 1. Volume 2 è senz'altro un lavoro di ottima qualità, ma le aspettative inevitabili di ritrovare un Volume 1 amplificato a mille non hanno avuto le loro soddisfazioni.
eNKay
Gwaihir
Messaggi: 11084
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 16:20 pm    Oggetto:   

Domanda da profano: ma non sono da considerarsi un progetto unico?
26 / 27 gennaio 2009

I giorni della memoria.
Pierre
Hobbit
Messaggi: 5
Località: Parma
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 16:35 pm    Oggetto:   

EnKay ha scritto:
Domanda da profano: ma non sono da considerarsi un progetto unico?


Capirai che effettivamente (come ho specificato nella recensione), mi sono ritrovato in una posizione alquanto scomoda dovendo recensire solo ed unicamente il Volume 2. Purtroppo è una scelta di Tarantino e della Miramax, noi critici abbiamo eseguito (con difficoltà)
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 18:16 pm    Oggetto:   

a parte quello, questa mancanza di dinamicità non mi sembra un parametro di valutazione molto valido.
cioè... non sono le coreografie dei combattimenti o l'action a rendere speciale Kill Bill. è la genialità di ogni singolo momento... cosa che non manca nemmeno nel secondo.
i dialoghi Tarantiniani, l'addestramento con Mei Pai, Elle Driver sarcasticissima, Bud... meraviglioso... sto per piangere... Crying or Very sad
Orgoglioso membro del comitato "Felliniani..ci avete rotto"
franz
Mago Mago
Messaggi: 5731
Località: Milano
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 20:45 pm    Oggetto:   

Drachen ha scritto:
a parte quello, questa mancanza di dinamicità non mi sembra un parametro di valutazione molto valido.
cioè... non sono le coreografie dei combattimenti o l'action a rendere speciale Kill Bill. è la genialità di ogni singolo momento... Crying or Very sad


Dai, Drach, che significa 'la genialità di ogni singolo momento'? Di momenti, nel combattimento in cui si fa fuori un centinaio di avversari, se ne poteva risparmiare assai (e senza bisogno di sforzarmi troppo, di momenti sacrificabili ne trovo molti altri).
- Sei un pessimista o un ottimista?
- Sono un pessimo ottimista


Ultima modifica di franz il Mer 28 Apr 2004 23:26 pm, modificato 1 volta in totale
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Mer 28 Apr 2004 23:22 pm    Oggetto:   

franz ha scritto:
Dai, Drach, che significa 'la genialità di ogni singolo momento' di momenti, nel combattimento in cui si fa fuori un centinaio di avversari, se ne poteva risparmiare assai (e senza bisogno di sforzarmi troppo, di momenti sacrificabili ne trovo molti altri).

io sinceramente mi danno di non aver colto tutto quello che Tarantino ha girato e ideato in Kill Bill. il dvd mi serve per cogliere i momenti persi e credo che lo rivedrò molto più spesso che il SdA. cmq de gustibus. Smile
il prb lo hai già detto tu, Tarantino (come Rodriguez, Carpenter, Cronenberg, Lynch, Tsukamoto, Miike, Kitano, Wenders, ecc ecc) è uno di quelli che o lo ami o lo detesti.
io sono schifosamente di parte. Cool
mea culpa, mea culpa.
Orgoglioso membro del comitato "Felliniani..ci avete rotto"
Emanuele Terzuoli
Eldar
Messaggi: 355
Località: Empoli
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 8:50 am    Oggetto:   

Il problema penso sia proprio questo. Anch'io sono assolutamente di parte. Ho visto ieri il vol.2 e me lo sono goduto scena per scena. Non mi azzarderei, in effetti, a recensire un film come questo perché anche chi mi viene a raccontare che è una fesseria ha le sue buone ragioni e va bene così. Per me è un capolavoro, mi sono piaciute le scene, il modo in cui le ha girate, montate, dotate di colonna sonora. La storia semplicissima non disdegna mai di tenere col fiato sospeso. Gli attori sono ottimi, i dialoghi altrettanto. Il cinema che omaggia è uno dei miei preferiti, vedere il maestro che gioca con la barba come un idiota a me fa ridere di gusto. Insomma, è piuttosto irrazionale, tocca delle corde che qualcuno ha e qualcuno no, tutto qua.
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 9:11 am    Oggetto:   

ema ha scritto:

Non mi azzarderei, in effetti, a recensire un film come questo

e perchè mai? ogni recensione è cmq soggettiva, in ogni caso sei di parte.
quindi non vedo perchè un fanatico di Tarantino sia meno indicato a recensire rispetto a qualcuno che è indifferente alle sue opere.

diciamo che Kill Bill sarà difficile che faccia cambiare opinione a qualcuno che odia Quentin.
Orgoglioso membro del comitato "Felliniani..ci avete rotto"
alice
Hobbit
Messaggi: 54
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 9:51 am    Oggetto:   

a me sono piaciuti entrambi. Gli argomenti della recensione mi sembrano particolarmente poveri. Infatti:
1. la mancanza di azione e di carneficine non solo è opinabile, ma giustificabile proprio con la differenza dei generi cui si ispirano i due volumi. se avesse continuato sulla scia del primo, scometto che qualcuno avrebbe parlato di fotocopia mal riuscita.
2. anche stavolta ci ha stupiti . Poteva ripetersi e non l'ha fatto. Il vol 2 non solo si ispira al western, ma ha un'ironia che è attinta da altri generi e il risultato è un'altra commistione che stupisce. Il vol. 1 nasconde Bill, dissimula l'intreccio, mostra l'azione, sangue e spade. Il Vol 2 dipana la trama, cambia genere, esibisce Bill. Chi è in grado di masticare in due film così tanti generi, personaggi e sfondi e risputarteli in un modo che è "alla tarantino" in ogni fotogramma, scagli la prima pietra.
Dissento dalla recensione e, soprattutto, dal frasi tipo "i dialoghi sono lunghi, lunghissimi, troppo per chi si aspettava un'altra carneficina come quella vista nella Casa delle foglie blu". Mi sembra un'assurdità. Io mi aspettavo cose diverse e le ho avute.
[/b]
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 10:10 am    Oggetto:   

alice è riuscita a dire quello che volevo dire io. Razz Smile
concordo totalmente.
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 10:30 am    Oggetto:   

...mi fa piacere Dratchen. Se ricordo bene è la prima volta che mi dai ragione su qualcosa... Wink
franz
Mago Mago
Messaggi: 5731
Località: Milano
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 10:38 am    Oggetto:   

alice ha scritto:
a me sono piaciuti entrambi. Gli argomenti della recensione mi sembrano particolarmente poveri. Infatti:
1. la mancanza di azione e di carneficine non solo è opinabile, ma giustificabile proprio con la differenza dei generi cui si ispirano i due volumi. se avesse continuato sulla scia del primo, scometto che qualcuno avrebbe parlato di fotocopia mal riuscita.


Come la trilogia del signore degli anelli? Sono perplesso.
La mia impressione è che i sostenitori di Tarantino siano pronti a gridare al capolavoro per qualsiasi cosa il regista faccia. Io credo che ci siano cose buone e altre meno.

alice ha scritto:
2. anche stavolta ci ha stupiti . Poteva ripetersi e non l'ha fatto. Il vol 2 non solo si ispira al western, ma ha un'ironia che è attinta da altri generi e il risultato è un'altra commistione che stupisce. Il vol. 1 nasconde Bill, dissimula l'intreccio, mostra l'azione, sangue e spade. Il Vol 2 dipana la trama, cambia genere, esibisce Bill. Chi è in grado di masticare in due film così tanti generi, personaggi e sfondi e risputarteli in un modo che è "alla tarantino" in ogni fotogramma, scagli la prima pietra.


Poteva ripetersi? Ma il film non si intitola vol. 1 e vol. 2? e sarebbe stato illecito aspettarsi che il 2 fosse una prosecuzione dell'1? Faccio un discorso del tutto generale, visto che non ho avuto ancora modo di vedere il vol. 2., può essere che mi piaccia molto, visto che per il vol.1 non è stato così

alice ha scritto:
Dissento dalla recensione e, soprattutto, dal frasi tipo "i dialoghi sono lunghi, lunghissimi, troppo per chi si aspettava un'altra carneficina come quella vista nella Casa delle foglie blu". Mi sembra un'assurdità. Io mi aspettavo cose diverse e le ho avute.
[/b]


Lecito che tu non sia in accordo con il recensore, meno che tu consideri un'assurdità alcune frasi: a lui era piaciuta la regia del primo film, e si aspettava che Tarantino si ripetesse; non ha avuto quello che si aspettava. Una posizione che non considero più assurda della tua (vado a vedere Tarantino ma spero di vedere cose diverse da quelle che ho visto nel primo tempo del film).
- Sei un pessimista o un ottimista?
- Sono un pessimo ottimista
Drachen
Grande Dragone di Yamato
Messaggi: 1686
Località: reggio emilia
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 11:13 am    Oggetto:   

il punto è che secondo me non si può partire a vedere un film di Tarantino pensando che facca un buon action-movie senza cambiare le carte in tavola durante la proiezione. era da mettere in preventivo (chiaro che poi può non piacere).
quando ha fatto la sceneggiatura di "Dal tramonto all'alba" ad esempio...
due tempi, due films.
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 11:25 am    Oggetto:   

franz ha scritto:

La mia impressione è che i sostenitori di Tarantino siano pronti a gridare al capolavoro per qualsiasi cosa il regista faccia. Io credo che ci siano cose buone e altre meno.


Franz, permettimi, ma il termine capolavoro non è mio. Io ho detto che a me sono piaciuti entrambi e ho anche giustificato le mie osservazioni.
La critica che è stata rivolta al film (in maniera, secondo me, molto poco approfondita) è che non ci sono stati gli stessi massacri e che nel vol 2 è stato abbandonato il genere e il taglio del vol. 1. Ma era proprio l'intento dichiarato del film, anzi, uno dei motivi per cui è stato diviso in due volumi! E poi, scusate, ma dopo che questa povera signorina aveva ammazzato 88 giapponesi da sola e con una spada, a chi andava un bis, sinceramente????


franz ha scritto:

Lecito che tu non sia in accordo con il recensore, meno che tu consideri un'assurdità alcune frasi: a lui era piaciuta la regia del primo film, e si aspettava che Tarantino si ripetesse; non ha avuto quello che si aspettava. Una posizione che non considero più assurda della tua (vado a vedere Tarantino ma spero di vedere cose diverse da quelle che ho visto nel primo tempo del film).


Franz, scusa, così si difende la recensione e non il confronto. Io ho spiegato la mia logica: per me non sono il primo e il secondo tempo, ma sono due film. Mi era piaciuto il primo, così come mi erano piaciuti Le Iene e Pulp Fiction, ma quando vado al cinema mi auguro di non pagare due volte per lo stesso film. Anzi, mi sembra una cosa corretta perfino da un punto di vista commerciale. Se avessi letto: "la regia è scadente perchè...."non sarei intervenuta. avrei accettato la critica, così come ho apprezzato la recensione di Raimondi. Dire "Kill Bill Volume 2 è privo della feroce ironia che ci aveva soggiogato nel primo episodio e la seriosità che lo permea per intero produce spiacevoli effetti collaterali..." è cosa diversa dal dire "i dialoghi tolgono tempo alle carneficine". No?
[quote]
alice
Hobbit
Messaggi: 54
MessaggioInviato: Gio 29 Apr 2004 11:27 am    Oggetto:   

L'ospite, ovviamente, sono sempre io...sorry...
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle recensioni Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum