Farenheit 451


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
T.U.F.K.A.C.*
Animula vagula, blandula Animula vagula, blandula
Messaggi: 6879
Località: Parthenope
MessaggioInviato: Mar 21 Set 2004 21:34 pm    Oggetto:   

Ave, discendenti del glorioso Impero Romano.....

sidew ha scritto:
Ceriglia? non era la cediglia? Comunque lo puoi inserire tranquillamente nel forum: François Truffaut. Wink


La d, purtroppo, è poco al di sotto della r.........errare humanum est....

Ave, discendenti del glorioso Impero Romano.....
*The User Formerly Known As Caesar

If I had another chance tonight, I'd try to tell you that the things we had were right
HarryGirl
vampira vampira
Messaggi: 2963
Località: Depression City
MessaggioInviato: Mar 22 Feb 2005 20:23 pm    Oggetto:   

truffaut ha fatto un film eccellente.
davvero, è un film che guarderei in continuazione, splendido. purtroppo, so che è un errore madornale, non ho mai letto il libro, ma la storia(almeno da come l'ho potuta vedere nel film) è davvero interessantissima.bello, molto molto bello, lo consiglierei a tutti quelli che non hanno avuto occasione di ammirarlo.
"Guar....da...mi"sussurrò. Gli occhi verdi incontrarono i neri, ma dopo un attimo qualcosa nel profondo di questi ultimi svanì, lasciandoli fissi e vuoti.
pick
Ospite

MessaggioInviato: Ven 25 Feb 2005 16:52 pm    Oggetto: Re: Farenheit 451   

EvilHeadWebal ha scritto:
sini ha scritto:

Ci hanno tratto un film qualche anno fa, ma come al solito non regge il confronto.

HAHAHAHA....e ripeto HAHAHAHA...ti piacerebbe!! Laughing ...
Shocked dai, dimmi che stai scherzando, quel film è bellissimo...non che io abbia un grande amore per Truffaut, ma quel film è splendido. Rolling Eyes


Se uno parte dall'ultimo film, Finalmente Domenica, o da La Camera Verde, non può amare molto Truffaut - questione di gusti, ovviamente - . Restando alla Fantascienza vista dalla Nouvelle Vague, comunque, preferisco l'approccio di Godard (cfr. Lemmy Caution, Missione Alphaville). Farenheit 451 non mi ha mai convinto fino in fondo come film (non preoccuparti, Franz, non ripeterò QUI il perché, tu già lo sai... Wink ) al di là della sua derivazione letteraria.
IlBozo
Hobbit
Messaggi: 39
Località: Cremona
MessaggioInviato: Lun 14 Mar 2005 14:29 pm    Oggetto:   

FAHRENHEIT 451 di Ray Bradbury e' uno dei miei libri di culto. Il classico racconto di SF costruito su esperienze e tematiche molto profonde, come e' caratteristica di molte opere di SF degli anni 50. Il finale forse e' un po' ingenuo, scontato per noi lettori moderni, ma non dimentichiamoci mai che il libro fu scritto nel 1951 per i lettori del 1951. (e che se alcune cose sembrano scontate oggi e' perche' le hanno fatte nel passato, quando scontate non erano. Wink ) E nonostante questo trasmette riflessioni profonde ed attuali ancora oggi, a riprova del valore dell'opera.
sidewinder
Vala
Messaggi: 934
Località: shumpukan dojo
MessaggioInviato: Mar 12 Apr 2005 12:51 pm    Oggetto:   

Riprendendo l'idea di Farenheit 451 mi viene in mente un altro libro, di Walter Tevis "Mockingbird" che parla di un mondo futuristico in cui e' vietata la lettura... Se non erro su Urania era stato pubblicato con il titolo "Futuro in Trance".
Sidewinder
My blog
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Lun 14 Apr 2008 10:33 am    Oggetto:   

Finito. C'è molta gente che avrebbe bisogno che glielo iniettassero in vena. Forse sono le stesse che meriterebbero la fine che fanno i libri, non so. Mr. Green
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
Ewn Garabandal
Hobbit
Messaggi: 73
Località: Creato
MessaggioInviato: Gio 29 Mag 2008 1:01 am    Oggetto:   

Forse sono state le aspettative troppo alte, prima che cominciassi a leggerlo, che mi hanno reso incompleto il senso di soddisfazione a lettura ultimata.

Lo stile della scrittura, scorbutico, non mi affascina; la narrazione è abbastanza ben costruita, anche se è chiara l'evoluzione tecnica che rende datata l'ambientazione.

E' considerato da più parti un caposaldo della letteratura fantascientifica,e probabilmente lo è; purtroppo, come nel mio caso, l'averne recepito in anticipo le lodi sperticate ha contribuito a inflazionare una sottile delusione finale.
Giulio L.
Hobbit
Messaggi: 39
Località: Roma
MessaggioInviato: Ven 11 Feb 2011 16:33 pm    Oggetto:   

Parlando sempre di Bradbury...Ma chi si ricorda Cronache Marziane?. Raccolta di storie autoconclusive fantascientifiche che avevano tutte come ambientazione comune il pianeta rosso...

"chi vorrebbe andare a vivere su Marte? Io no di certo ".
Darklight
Balrog
Messaggi: 2947
Località: Gotham city
MessaggioInviato: Sab 19 Feb 2011 1:44 am    Oggetto:   

Ray Bradbury è uno scrittore di Sci fi completo, per quanto mi riguarda.
Farheneit 451 l'ho letto dopo che molti me l'avevano consigliato, e l'ho trovato tanto classico quanto moderno e avanguardistico. La scrittura, secca ma mai trascurata, rende perfettamente il genere di fantascenza espressa dal libro. Il finale lo trovo appropriato, fosse stato diverso (in negativo) l'avrei trovato eccessimante nichilista...

Cronache marziane è un'opera totalmente diversa. In ogni caso, la cura di Bradbury è lampante e il libro è un'altra perla di genere IMHO.
Uno scrittore-simbolo del suo genere, per quanto mi riguarda.
"Because he's the hero Gotham deserves, but not the one it needs right now...and so we'll hunt him, because he can take it. Because he's not a hero. He's a silent guardian, a watchful protector...a dark knight. "
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Mer 06 Giu 2012 18:51 pm    Oggetto:   

Oggi si è spento Ray Bradbury all'eta di 91 anni... Crying or Very sad
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
un muspeling
apprendista incendiario
Messaggi: 5312
MessaggioInviato: Mer 06 Giu 2012 19:24 pm    Oggetto:   

Sic transit gloria mundi (et martis). Crying or Very sad
antimodes
Hobbit
Messaggi: 33
Località: Milano
MessaggioInviato: Ven 08 Giu 2012 1:15 am    Oggetto:   

lo sto rileggendo da poco, per la morte dell'autore...e mi piace sempre di più. Quando lo lessi per la prima volta, mi ricordò in qualcosa, vagamente, 1984 di Orwell...sarà anche per questo che l'ho amato. Il film non l'ho mai visto, merita?
"Un uomo o è un artista o una mezzasega, e non deve rispondere a nient'altro, direi, se non alla propria energia creativa."

www.liuzzosfactory.com
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a E la fantascienza? Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum