Tutti troppo colti


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Lun 22 Nov 2004 21:45 pm    Oggetto:   

palin ha scritto:
PatoGK ha scritto:
Altri autori, tra cui anche Weis & Hickman, danno per scontato che tutti sappiano almeno leggere.

Mah, io non l'ho mica sentita 'sta cosa.....


Quelle motivazioni sinceramente non me le ricordavo Embarassed

Ma dove erano ??? A parte Tanis e Raistlin, che ricordavo anche io, gli altri davo per scontato che sapessero leggere, vuoi per questo, vuoi per quel motivo, ma ... non ricordavo veramente tutte le motivazioni. Però non mi riferivo solo a DL Palin, hai le motivazioni anche per Starshield, La pietra sovrana e DeathGate ???

(non leggerlo con un tono polemico, non c'è )
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Lun 22 Nov 2004 21:49 pm    Oggetto:   

PatoGK ha scritto:
Però non mi riferivo solo a DL Palin, hai le motivazioni anche per Starshield, La pietra sovrana e DeathGate ???


No perché di DeathGate ho letto solo il primo e gli altri non li ho ancora letti (non sono molto in testa alla mia lista di letture, dato che nessuno ne parla in maniera eccezionale)... però ti posso dire che le motivazioni ci sono in Darksword (praticamente l'unica saga di Weiss/Hickmann che ho finito oltre a DL).
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Lun 22 Nov 2004 22:00 pm    Oggetto:   

palin ha scritto:
No perché di DeathGate ho letto solo il primo e gli altri non li ho ancora letti (non sono molto in testa alla mia lista di letture, dato che nessuno ne parla in maniera eccezionale)... però ti posso dire che le motivazioni ci sono in Darksword (praticamente l'unica saga di Weiss/Hickmann che ho finito oltre a DL).


Ho letto solo l'eredità della spada nera, ma non mi sembrava proprio prettamente fantasy. Ricordo male ?
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Lun 22 Nov 2004 22:20 pm    Oggetto:   

PatoGK ha scritto:
palin ha scritto:
No perché di DeathGate ho letto solo il primo e gli altri non li ho ancora letti (non sono molto in testa alla mia lista di letture, dato che nessuno ne parla in maniera eccezionale)... però ti posso dire che le motivazioni ci sono in Darksword (praticamente l'unica saga di Weiss/Hickmann che ho finito oltre a DL).


Ho letto solo l'eredità della spada nera, ma non mi sembrava proprio prettamente fantasy. Ricordo male ?


Oddio, se non è fantasy Darksword non so cos'è fantasy... Però dal titolo mi pare che quello sia il seguito della trilogia e probabilmente ha sforato dalla fantasy... sì dalla trama direi che ha sforato dalla fantasy Smile
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
Hieronymus
Balrog
Messaggi: 2043
MessaggioInviato: Lun 22 Nov 2004 22:38 pm    Oggetto: Re: Tutti troppo colti   

EnKay ha scritto:
Correggetemi se sbaglio: la fantasy si ispira al periodo medievale.

Ebbene, ho letto da qualche parte che nel medioevo il livello culturale era molto basso; perfino i nobili, proprietari di castelli, erano soliti far redigere e leggere missive ai cappellani, perché l'analfabetismo regnava incontrastato.

Il Medio Evo è tutt'altro da quello che la "cultura" post rivoluzione francese ( e poi marxista ) ha voluto farci credere... Non è un periodo "oscuro" "ignorante" e "violento" e "sporco" più di quanto lo siano altri periodi storici. Certamente meno "scorretto" di un XIX secolo, per esempio.
Molta di questa "teoria" è soltanto frutto di errori e di malafede.
Comunque esiste molto Fantasy che si ricollega al Rinascimento, al Barocco o anche all'Età Vittoriana. Vedi Poul Anderson, Tim Powers, Mary Gentle, Robert Howard, o all'età classica con Avran Davidson. Wink
Silveral
Nazgul
Messaggi: 413
Località: Lecce
MessaggioInviato: Mar 23 Nov 2004 20:16 pm    Oggetto:   

Negróre ha scritto:
E se partissimo dalle cose più semplici?
Le "mutande" quella volta non esistevano. "I pilastri della terra" docet - circa la vita medievale -, parlando di qualcosa che molti hanno letto.

Il fatto è che, sinceramente, l'ispirazione al Medioevo non significa che i mondi di cui si legge siano Medioevo. Il mio mondo non lo è affatto. E così vale per tanti altri.
Nel mio caso (posso parlare soltanto per me), la cosa l'ho valutata eccome e scartata immediatamente. Non avevo e non ho alcuna intenzione di perdermi in dettagli storici mentre scrivo fantasy. Mi preoccupo di dare al mio mondo delle regole e di donare al romanzo coerenza interna. Cosa diavolo facessero nel Medioevo non mi interessa.
C'è chi si rifà al Medioevo in modo massiccio (George Martin); ecco, magari uno come lui si preoccupa di certe cose (il risultato piace ad alcuni, non piace ad altri; questione di scelte).

Eppoi, scusate, la finiamo di associare alla coerenza interna di un romanzo il realismo storico?
Sta diventando un "bruttissimo cliché" anche questo.


Esatto. Sono pienamente d'accordo.
..:: Silveral ::..
Silveral
Nazgul
Messaggi: 413
Località: Lecce
MessaggioInviato: Mar 23 Nov 2004 20:21 pm    Oggetto:   

Negróre ha scritto:
E se partissimo dalle cose più semplici?
Le "mutande" quella volta non esistevano. "I pilastri della terra" docet - circa la vita medievale -, parlando di qualcosa che molti hanno letto.

Il fatto è che, sinceramente, l'ispirazione al Medioevo non significa che i mondi di cui si legge siano Medioevo. Il mio mondo non lo è affatto. E così vale per tanti altri.
Nel mio caso (posso parlare soltanto per me), la cosa l'ho valutata eccome e scartata immediatamente. Non avevo e non ho alcuna intenzione di perdermi in dettagli storici mentre scrivo fantasy. Mi preoccupo di dare al mio mondo delle regole e di donare al romanzo coerenza interna. Cosa diavolo facessero nel Medioevo non mi interessa.
C'è chi si rifà al Medioevo in modo massiccio (George Martin); ecco, magari uno come lui si preoccupa di certe cose (il risultato piace ad alcuni, non piace ad altri; questione di scelte).

Eppoi, scusate, la finiamo di associare alla coerenza interna di un romanzo il realismo storico?
Sta diventando un "bruttissimo cliché" anche questo.


Esatto. Sono pienamente d'accordo.
..:: Silveral ::..
griffondor
Sommo cerimoniere Sommo cerimoniere
Messaggi: 15157
Località: (A.S.) Roma - Stadio Olimpico
MessaggioInviato: Mar 23 Nov 2004 20:23 pm    Oggetto:   

Abbiamo capito che sei d'accordo, non serve ribadirlo Very Happy Wink
NIPOTE di Pick


(There's a heartbeat
And it never really died)
T.U.F.K.A.C.*
Animula vagula, blandula Animula vagula, blandula
Messaggi: 6879
Località: Parthenope
MessaggioInviato: Mer 24 Nov 2004 0:06 am    Oggetto: Re: Tutti troppo colti   

Ave, discendenti del glorioso Impero Romano,

Hieronymus ha scritto:
Il Medio Evo è tutt'altro da quello che la "cultura" post rivoluzione francese ( e poi marxista ) ha voluto farci credere... Non è un periodo "oscuro" "ignorante" e "violento" e "sporco" più di quanto lo siano altri periodi storici. Certamente meno "scorretto" di un XIX secolo, per esempio.
Molta di questa "teoria" è soltanto frutto di errori e di malafede.


Esatto! Facciamo un po' di chiarezza storica!
Altro che tempi bui. Periodo d'invenzioni, scoperte e progressi. Il male? Il male c'è in ogni epoca. E l'ignoranza pure.

Il Divino Cesare invia i propri saluti.
*The User Formerly Known As Caesar

If I had another chance tonight, I'd try to tell you that the things we had were right
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum