lista libri


Vai a pagina 1, 2  Successivo
Autore Messaggio
metroid
Hobbit
Messaggi: 17
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 13:05 pm    Oggetto: lista libri   

ciao gente.

rubo l'idea a qualcuno se proponessi un topic fisso o qualcosa di simile ove trovare solo( no commenti che influenzano) autore, titolo, casa editrice di libri che sono piaciuti?consigli di titoli a persone che come me non conoscono bene il genere. roba per capire, per sapere. per amare il genere? i nuovi usciti li leggo nelle novità del sito... ma i classici?

grazie.


vi informo che questo topic è copia incollato su un sito simile sempre della delos....
Rikus
Ex rivoltoso Ex rivoltoso
Messaggi: 6917
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 13:24 pm    Oggetto:   

Io la trovo una bella idea.
Un elenco di consigli,al meno non si va in giro per tutto il forum in cerca di idee...
Io consiglio:
Tutta la Saga di Shannara di Terry Brooks, dalla Spada di Shannara in poi...
Poi consiglio vivamente Cronache delle Terre Emerse di Licia Troisi...
E ancora la Pentalogia del Prisma di Troy Denning, primo libro Passaggio Smeraldo...
Internet è stata una grande scoperta, ma l' Uomo non era ancora pronto.
Negróre
dannatamente umano
Messaggi: 2562
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 14:52 pm    Oggetto:   

La saga di Earthsea, Ursula K. Le Guin.
2 tomi, per un totale di 5 romanzi. Il primo si intitola proprio "La saga di Earthsea", il secondo "I darghi di Earthsea". Editrice Nord.

Il Signore degli Anelli. Basta andare in una qualsiasi libreria e te lo tirano addosso, senza sapere l'editore e l'autore... Wink

Di Terry Brooks (Mondadori... anche questo te lo tirano dietro, anche se con un po' di cattiveria in più), visto che è stato nominato, ti consiglio "Le pietre magiche di Shannara" (il secondo della sua, ormai sterminata, saga). Se non ti piace questo, il migliore a detta di molti, lascia perdere il resto di Shannara.
Anche perché, se non conosci il genere, c'è così tanto da leggere che sorbirsi l'intera saga è sciocco (parliamo di 14 libri, di cui il 14° deve ancora uscire: non ha senso).

Molto consigliati, per farsi un'idea delle potenzialità e della varietà del genere, anche i seguenti:
- Roger Zelazny, le Cronache di Ambra (cofanetto fucsia edito da Fanucci, contenente due libri - che a loro volta contengono la pentalogia delle cronache di Ambra).
- La Saga di Elric di Melnibonè, di Michael Moorcock, se riesci a trovarlo. Guarda su Delosstore.com: io l'ho ordinato e mi è arrivato, dopo lunghe ricerche nelle librerie, tutte infruttuose. Editrice Nord.
- Morgan Llywellyn: è fantasy storica, ma te la consiglio lo stesso. "Il leone d'Irlanda" su tutti. Editrice Nord.

Circa gli autori che molti ti consiglieranno (George Martin in primis, ma anche Robert Jordan, Steven Erikson, Robin Hobb, lo stesso Terry Brooks...), devi considerarli contemporanei. Quindi, se vuoi sapere da dove vengono, leggi prima Ursula Le Guin, J.R.R.Tolkien, Michael Moorcock, Roger Zelazny.
Un sorriso, Andrea
melusina
Sorella Bene Gesserit
Messaggi: 1528
Località: Amburgo
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 14:59 pm    Oggetto:   

Molto molto utile il post di Andrea.
Nonostante non sia indirizzato a me... ne approfitto e me lo trascrivo. Twisted Evil
Melusina
Che nessuno mi guardi quando nel buio della mia dimora dismetterò le vesti e parlerò coi pesci e coi serpenti. [by Anna Maria Bonfiglio]
Feanor
Eldar
Messaggi: 317
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 16:26 pm    Oggetto:   

Come Andrea, anh'io consiglio La Saga di Earthsea e I Draghi Di Earthsea della Le Guin, e, della stessa autrice, due libri di genere fantascientifico, La Mano Sinistra delle Tenebre e I Reietti dell'Altro Pianeta, entrambi eccellenti. In generale, comunque, ogni romanzo scritto da lei è garanzia praticamente certa di rara qualità.
Di Tolkien io suggersico, ancora più del Signore degli Anelli, il Silmarillion, che io stimo la migliore opera fantasy in assoluto, ma considera che non tutti la ritengono tale, soprattutto per lo stile che adotta.
La Saga di Elric di Melnibon di Moorcock è altrettanto imprescindibile, soprattutto per evadere da tutti gli stereotipi.
Andrea ha menzionato questi autori perchè hanno cementato il percorso per gli scrittori contemporanei, io ne cito altri tre che hanno principiato quanto gli altri hanno consolidato. Wink : fondamentali in questa prospettiva, ma anche per la prosa e i contenuti, sono La Storia della Collina Seducente di Morris, anche se questo è un consiglio quasi sicuramente vano Evil or Very Mad ; La Figlia del Re degli Elfi di e Il Paese dello Yann di Dunsany; La Spada Spezzata, La Guerra degli Dei, Il Popolo del Vento e Tempesta di Mezza Estate di Anderson.
Per autori più recenti, assolutamente il Ciclo di Coldfire della Friedman; Le Avventure di Thomas Covenant l'Incredulo di Donaldson, mentre i seguiti, Le Nuove Avventure di Thomas Covenant l'Incredulo, sono nettamente inferiori; la saga del Conclave delle Ombre di Feist.
Per autori contemporanei: L'Occhio del Mondo, La Grande Caccia, Il Drago Rinato, L'Ascesa dell'Ombra e i Fuochi del Cielo, tutti della saga della Ruota del Tempo di Jordan; La Leggenda dei Drenai, Le Spade dei Drenai, La Leggenda di Druss, Waylander dei Drenai, L'Eroe nell'Ombra, Spada nella Tempesta, Falco di Mezzanotte, Cuore di Corvo Shocked Laughing di Gemmell; I Giardini della Luna di Erikson; La Saga delle Sette Gemme dell'Equilibrio di Andrea "Negrore" D'Angelo, che per onestà nel suo intervento precedente non ha nominato. Wink Cool
Infine, se conosci l'inglese, altri due capolavori: The Black Company, primo libro e unico che finora io ho letto della trilogia omonima composta inoltre da Shadow Linger e The White Rose; The Darkness That Comes Before di Bakker, sempre appartenente ad una saga, The Prince of Nothing.
frankifol
Balrog
Messaggi: 1460
Località: roma
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 16:43 pm    Oggetto:   

la trilogia della riftwar saga di feit :
il signore della magia
l'incantesimo di silverthorn
scontro a sethanon.

lo metto tra i classici svisto che il primo è degli anni ottanta.

a, dimenticavo, sono editi da editrice nord. Il terzo uscirà tra un po'
cyrgon
Bombadil
Messaggi: 830
Località: Ai Piedi Delle Montagne
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 18:36 pm    Oggetto:   

David Eddings : saga dei Belgariad/Mallorean
saga degli Elene/Tamuli
And if i ever lose my eyes, if my colours all run dry,
Yes if i ever lose my eyes, Oh if... i won't have to cry no more.
In un mondo di normali lo Zzottato e' re!!
byron the bulb
Drago
Messaggi: 519
Località: Neverwhere
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 18:43 pm    Oggetto:   

Se per classici intendiamo i classici-classici del genere conviene sicuramente partire da William Morris, ma non è certo di facile reperibilità. In Inghilterra i suoi successori principali sono stati Lord Dunsany (sognante e favolistico) ed Eddison (di suo è molto famoso Il serpente Ouroboros, ma a me è piaciuta di più la trilogia di Zimiamvia) e, in Irlanda, Stephens (filosico e sfuggente - la sua opera più famosa è La pentola dell'oro, in Italia si trova anche I semidei, decisamente inferiore).
Ancora dopo appaiono C.S.Lewis (Narnia), Mervyn Peake (La trilogia del Gormenghast), Williams (mai letto niente) e quindi Tolkien.
In realtà prima di Morris si potrebbe risalire al racconto gotico-sovrannaturale, e quindi parlare di autori come Poe, Mary Shelley, Stoker (Dracula), Le Fanu (Carmilla),e via dicendo (Machen, Chambers, ecc..). Il mio preferito resta il tedesco Hoffmann (Notturni), un mito.

In USA il classico per eccellenza è il famigerato Il mago di Oz di Baum, che voleva essere una storia prettamente americana e in grado di uscire dai canoni classici della fiaba.
C'è poi un autore all'epoca famosissimo e oggi dimenticato, Cabell (ricordato soprattutto per Jurgen), e quindi quegli autori legati alle riviste pulp: Lovecraft e, rimanendo strettamente nel genere, Howard (autore del ciclo di Conan) C.L.Moore (Jirel de Joiry), ecc...
Da qui quindi parte tutta una serie di autori come Sprague de Camp (che con Fletcher Pratt scrive il bel Il castello d'acciaio), Anderson (La spada spezzata), Vance (Lyonesse, anche se piuttosto recente, è il ciclo forse più espressamente fantasy) e via dicendo.

Ti hanno già giustamente consigliato gli autori legati al movimento new wave: Moorcock (Elric), Le Guin (Earthsea), Zelazny (Ambra), eccetera.

Gli anni '80 hanno visto il sorgere di lunghe saghe come quelle di Brooks (Shannara, Landover), Weis e Hickman (Dragonlance) Donaldson, Eddings, eccetera, che a me tendenzialmente piacciono poco, ma che hanno decisamente successo.
Terry Pratchett si è affermato come il migliore, e più famoso, autore di fantasy umoristica.

Negli ultimi anni riscuotono molto successo autori come Martin (Le cronache del ghiaccio e del fuoco), Gaiman (American Gods, Nessundove), Mieville (Perdido Street Station), Gemmell (Drenai), Turtledove (Legione Perduta), Mary Gentle (Ash), eccetera.

Rimanendo nei classici, uscendo un po' dal fantasy in senso stretto ma rimanendo del fantastico, credo che uno sguardo a Borges (almeno Finzioni e L'Aleph) posse essere interessante per tutti, almeno per vedere un po' la scuola fantastica latino-americana.

Sempre per rimanere in lingua spagnola consiglio assolumente Ana Maria Matute (Dimenticato re Gudù, Cavaliere senza ritorno), un fantasy ancora poco noto, originale e di grandissimo valore.
Ci sarebbe una ricca tradizione francese che conosco poco e che non è molto diffusa in Italia.

L'Italia non ha una tradizione di romanzi fantasy di successo. C'è il fantastico che ha avuto tanti autori di valore, come Calvino, o Landolfi (La pietra lunare), ma il fantasy in senso stretto ha riscosso successo solo negli ultimi anni: Licia Troisi credo sia colei che ha venduto storicamente di più, ma hanno avuto anche un certo successo Fabiana Redivo e Andrea D'Angelo. Volendo si potrebbero includere Evangelisti (il ciclo di Eymerich), che ha avuto un grande successo internazionale, specie in Francia - ma viene generalmente considerato fantascienza, e Valerio Massimo Manfredi, anche lui ha avuto un grande successo internazionale e che scrive romanzi storici con qualche spunto fantastico.
«Contemplando i musi dei cavalli e le facce della gente, tutta questa viva corrente senza rive sollevata dalla mia volontà e che corre a precipizio verso il nulla nella steppa purperea al tramonto, spesso penso: dove sono Io, in questa corrente?» Temujin
Feanor
Eldar
Messaggi: 317
MessaggioInviato: Mer 08 Dic 2004 23:13 pm    Oggetto:   

byron the bulb ha scritto:
Se per classici intendiamo i classici-classici del genere conviene sicuramente partire da William Morris, ma non è certo di facile reperibilità.

Certo di non facile reperibilità, ma altrettanto certamente di qualità assoluta, secondo me, forse, superato solo da Tolkien.

byron the bulb ha scritto:
Eddison (di suo è molto famoso Il serpente Ouroboros, ma a me è piaciuta di più la trilogia di Zimiamvia)

Chi ho dimenticato! Shocked Mad
Anche la mia preferenza converge verso la trilogia di Zimiamvia, consigliatissima, ma anche per Eddison vale quanto detto per Morris.

byron the bulb ha scritto:

C'è poi un autore all'epoca famosissimo e oggi dimenticato, Cabell (ricordato soprattutto per Jurgen)

Evidentemente non da tutti Cool , ma mi era stato prestato, non annoverandolo nella mia libreria mi era momentaneamente sfuggito Rolling Eyes .

byron the bulb ha scritto:

Gaiman (American Gods, Nessundove)

Dimenticanza grave, quasi, quanto quella di Eddison, soprattutto per American Gods.

byron the bulb ha scritto:

consiglio assolumente Ana Maria Matute (Dimenticato re Gudù, Cavaliere senza ritorno), un fantasy ancora poco noto, originale e di grandissimo valore.

Evil or Very Mad Mad Sono inquietato dal dissolvimento della mia memoria.
Dimenticato re Gudù, a mio giudizio, è il miglior fantasy scritto da una autrice dopo il Ciclo di Coldfire e La Saga di Earthsea.

Piacevolmente sorpreso dei gusti condivisi con byron, e affascinato dalla sua conoscenza e rigore cronologico. Wink
byron the bulb
Drago
Messaggi: 519
Località: Neverwhere
MessaggioInviato: Gio 09 Dic 2004 10:53 am    Oggetto:   

Feanor ha scritto:
Chi ho dimenticato! Shocked Mad


Beh, anch'io non scherzo, visto che non ho nemmeno citato Ende, Marion Zimmer Bradley, la Rowling, Philip Pullman e tanti altri...

Feanor ha scritto:
Evil or Very Mad Mad Sono inquietato dal dissolvimento della mia memoria.
Dimenticato re Gudù, a mio giudizio, è il miglior fantasy scritto da una autrice dopo il Ciclo di Coldfire e La Saga di Earthsea.


Io ammetto di amare tantissimo Dimenticato re Gudù. In cuor mio è il miglior fantasy che abbia mai letto, distanziando di misura tutti gli altri... Ah, se la Matute avesse qualche decennio in meno le avrei già chiesto di sposarmi... Very Happy [C'è anche la mia palese speranza che la Matute venda un po', così magari qualche editore si decide a tradurre Aranmanoth - a leggere un libro in spagnolo ci metterei mesi...]
«Contemplando i musi dei cavalli e le facce della gente, tutta questa viva corrente senza rive sollevata dalla mia volontà e che corre a precipizio verso il nulla nella steppa purperea al tramonto, spesso penso: dove sono Io, in questa corrente?» Temujin
metroid
Hobbit
Messaggi: 17
MessaggioInviato: Gio 09 Dic 2004 13:07 pm    Oggetto:   

grazie ragazzi... molta bella roba... io piglio appunti... grazie....
Melian
Ospite

MessaggioInviato: Gio 09 Dic 2004 13:12 pm    Oggetto:   

Questo fine settimana alla fiera di Milano c'è la Fiera del Libro usato.
Una buona occasione per andare a caccia della vecchia edizione di Elric, che vedo sono in molti a cercare, o altri libri magari a prezzi convenienti. Con la speranza che la sezione fantasy e SF sia ricca e non relegata in qualche angoletto sperduto.
Shirl
Hobbit
Messaggi: 38
Località: Roma
MessaggioInviato: Gio 09 Dic 2004 15:28 pm    Oggetto:   

Le mie saghe preferitre:

Terry Brooks (Shannara e Word&Void)-Mondadori
Terry Goodkind (La spada della verità)-Fanucci
Weis&Hickman (DeathGate)-Armenia
Marion Zimmer-Bradley (Avalon e Darkover)-Tea
Anselm Audley (La saga di Aquasilva)-Nord/Tea
J.K. Rowling (Harry Potter)-Salani
Licia Troisi (Le cronache del mondo emerso)-Mondadori
A cui aggiungo sul mito arturiano:
Jack Whyte (Le cronache di Camelot)-Piemme
Bernard Cornwell (La saga di Excalibur)-Mondadori



Alessia Wink
Tutte le cose sono belle e lo diventano ancora di più quando non abbiamo paura di conoscerle e provarle. L’Esperienza è la Vita con le ali - Paulo Cohelo
Haunted
Hobbit
Messaggi: 20
MessaggioInviato: Gio 09 Dic 2004 16:30 pm    Oggetto:   

ciao Shirl Very Happy
Nynaeve
Nano
Messaggi: 170
Località: Neverland
MessaggioInviato: Gio 09 Dic 2004 17:54 pm    Oggetto:   

io consiglierei anche i tre libri di Artemis Fowl, di Eoin Colfer, editi da mondadori e un libro molto carino, Vento di magia, di Marianne Curley, edito da Salani. gli altri sono già stati tutti citati Smile
To see a world in a grain of sand
And heaven in a wild flower
Hold infinity in the palm of your hand
And eternity in an hour.
(William Blake)
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum