Fantasy e Violenza


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
melusina
Sorella Bene Gesserit
Messaggi: 1528
Località: Amburgo
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 17:07 pm    Oggetto:   

Hieronymus ha scritto:
Il punto è che tipo di violenza. Quella del Fantasy o del Fantastico in genere è una "violenza" SANA, pulita, catartica.

Questa è l’arma dei Cavalieri Jedi, non è goffa o erratica come un fulminatore. È elegante invece, per tempi più civilizzati. [OWK] Wink
Melusina
Che nessuno mi guardi quando nel buio della mia dimora dismetterò le vesti e parlerò coi pesci e coi serpenti. [by Anna Maria Bonfiglio]
Nynaeve
Nano
Messaggi: 170
Località: Neverland
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 17:12 pm    Oggetto:   

uff, nn ho altro da dire, avete detto esattamente ciò che penso, la violenza e la distruzione sono insite nell'uomo, i fantasy hanno come protagonisti uomini (o umanoidi), ne consegue che ci saranno inevitabilmente scene di violenza. per il medioevo, così gettonato, la spiegazione è semplice: essendo un periodo nel quale la superstizione era molto grande e la scienza molto indietro, la magia è più semplice da collocare e da credere. poi, senza la tecnologia moderna le avventure sono molto più difficili da superare, i viaggi sono molto più lunghi e le battaglie migliori.
poi è il mio periodo storico preferito, mi affascina da morire! Very Happy
To see a world in a grain of sand
And heaven in a wild flower
Hold infinity in the palm of your hand
And eternity in an hour.
(William Blake)
Hieronymus
Balrog
Messaggi: 2043
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 17:24 pm    Oggetto:   

Ma a SQuola insegnano ancora colossali menzogne come quella del "Medio Evo dominato dall'ignoranza, la magia, la supersitizione" etc?
Se il ME è il tuo periodo storico preferito allora è il caso di studiarlo meglio perchè non è vero che la "scienza" era molto indietro e la "superstizione" sopravvanzava. Wink
Nynaeve
Nano
Messaggi: 170
Località: Neverland
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 17:33 pm    Oggetto:   

bè, bisogna vedere di quale parte del medioevo parli, io parlo della parte che viene definita dei secoli bui. se poi mi dici che la superstizione nn dominava la vita allora nn so cosa dirti.
[editato per follia momentanea]
To see a world in a grain of sand
And heaven in a wild flower
Hold infinity in the palm of your hand
And eternity in an hour.
(William Blake)


Ultima modifica di Nynaeve il Ven 17 Dic 2004 18:18 pm, modificato 1 volta in totale
Storm
Thor
Messaggi: 3895
Località: Torino
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 17:36 pm    Oggetto:   

Ma non ti ha dato dell'ignorante... Confused
Schiacciare il Nemico, inseguirlo mentre fugge e sentire il lamento delle [loro] femmine.

Nynaeve
Nano
Messaggi: 170
Località: Neverland
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 18:16 pm    Oggetto:   

sn un po' stanca e me la prendo per nulla Embarassed scusate... *coma profondo*
To see a world in a grain of sand
And heaven in a wild flower
Hold infinity in the palm of your hand
And eternity in an hour.
(William Blake)
Hieronymus
Balrog
Messaggi: 2043
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 18:26 pm    Oggetto:   

Nynaeve ha scritto:
bè, bisogna vedere di quale parte del medioevo parli, io parlo della parte che viene definita dei secoli bui. se poi mi dici che la superstizione nn dominava la vita allora nn so cosa dirti.
[editato per follia momentanea]

Ma la definizione "secoli bui" è del '700 post rivoluzione, e è stata abbondantemente sconfessata da tutti i maggiori storici successivi.
Se leggi Le Goff o Duby, o Cardini o altri "storici" del Medio Evo vedrai come i "secoli bui" siano un falso, un'invenzione e come la "superstizione" nell'età di Mezzo non sia mai stata superiore a quella degli altri secoli. Anzi a volte è stata inferiore ( per esempio al 500 e al 600 ).
Non soltanto, ma nel Medio Evo troviamo alcuni tra i maggiori filosofi "razionalisti", tutto il Tomismo si basa sull'aristotelismo e sulla Ratio ( e siamo in pieno Medio Evo ).
Non volevo darti dell'ignorante, ma soltanto farti notare che se ami il ME non puoi sostenere una tesi errata e abbandonata da oltre 50 anni dagli Storici e dalla Cultura.
Wink
Slurpolo
Elfo
Messaggi: 278
Località: Un po' più in là.
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 20:11 pm    Oggetto:   

@Hieronymus: so bene che l'equazione fantasy=medioevo è tutt'altro che verificata, la mia voleva essere una domanda paradossale.

@Tutti gli altri: tante belle risposte, ma non mi soddisfano. Sicuramente la violenza, in qualche misura, fa parte della vita dell'uomo, ma questo non significa affatto che la vita dell'uomo sia solo violenza. La mia domanda, quindi, si può anche leggere: perché, di tutti gli aspetti della vita dell'Uomo, uno che nella fantasy non manca praticamente mai è proprio quello della violenza (mentre, per richiamare l'argomento di un alktra discussione, spesso il sesso è quasi assente)? In fondo uno scopo della fantasy non dovrebbe essere anche quello di farci elevare un po' dalle miserie della vita quotidiana, miserie delle quali la violenza fa parte integrante?
Io credo che sognare sia importante
anche se non tutti quanti i sogni si possono realizzare.
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 21:19 pm    Oggetto:   

Slurpolo ha scritto:
La mia domanda, quindi, si può anche leggere: perché, di tutti gli aspetti della vita dell'Uomo, uno che nella fantasy non manca praticamente mai è proprio quello della violenza (mentre, per richiamare l'argomento di un alktra discussione, spesso il sesso è quasi assente)?


Ah, troppo facile. Perché il sesso è sinonimo di pornografia e di solito si scontra con il finto perbenismo, con il bigottismo e con una certa cosa nata circa due milleni orsono Rolling Eyes.
Slurpolo
Elfo
Messaggi: 278
Località: Un po' più in là.
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 22:08 pm    Oggetto:   

PatoGK ha scritto:

Ah, troppo facile. Perché il sesso è sinonimo di pornografia e di solito si scontra con il finto perbenismo, con il bigottismo e con una certa cosa nata circa due milleni orsono Rolling Eyes.


Intendi dire che per la nostra società la violenza è più accettabile del sesso? Comunque "la cosa nata duemila anni fa" dice di amare il prossimo: secondo me per amare qualcuno è meglio farci sesso, piuttosto che picchiarlo.
Io credo che sognare sia importante
anche se non tutti quanti i sogni si possono realizzare.
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Ven 17 Dic 2004 22:38 pm    Oggetto:   

Slurpolo ha scritto:
Intendi dire che per la nostra società la violenza è più accettabile del sesso?


Per la nostra società qualunque cosa faccia notizia va bene. Però, visto che hai iniziato il discorso, sì. Basta che guardi un telegiornale o comunque il palinsesto di radio e televisione. Trasmissioni sulla violenza, di un tipo o di un altro, ce ne sono a bizzeffe. Trasmissioni sul sesso? Pochissime, troppo tabù come argomento.

Normalmente possiamo vedere immagini dello sterminio degli ebrei della seconda guerra mondiale, degli stermini in cambogia, la guerra nel vietnam, lo scoppio di testate nucleari. Poi, per essere più contemporanei, dei kamikaze palestinesi, dell'esercito israeliano, della guerra in iraq, dei rapiti sgozzati, dei civili uccisi a sangue freddo dai militari di una ben nota superpotenza... ah no, questo non lo vediamo, ci viene detto "vedete, ora non lo mostriamo, ma quello lì ora spara a quello a terra." beh, è come se lo avessimo visto.

Se un coso chiamato Pikachu prende a scosse elettriche un altro mostriciattolo va bene, gli fa solo male, ma censuriamo le mutandine di sailor moon perchè sono indecenti. Shocked

Per pan condicio devo ammettere che esistono trasmissioni sul sesso, da MTV a La7. Anche Mediaset e Rai ogni tanto le fanno, ma di ceto non con la frequenza degli altri. Ultimamente non ci sono manco più gli spot per l'utilizzo di metodi anticoncezionali... beh, sì, mi pare che le due cose non siano assolutamente bilanciate.

Slurpolo ha scritto:
Secondo me per amare qualcuno è meglio farci sesso, piuttosto che picchiarlo.


Questa frase è stupenda, ovviamente la condivido. Purtroppo pare che sia meno tabù picchiare qualcuno che farci del sesso. Sad
AylysRaziel
Deva Guerriera dei Boschi
Messaggi: 1543
Località: L'Antico Regno del Silenzio
MessaggioInviato: Sab 18 Dic 2004 11:14 am    Oggetto: DESPERATION!!   

DarkElf ha scritto:
“ma stringi stringi, il movente è sempre il potere (che "io" che mi sento più forte voglio per me tentando di schiacciare "te")”


Sei una persona particolare sai? Considerando che ho letto da qualche parte che hai 20 anni sei molto matura.
Questa tua definizione mi ha rammendato alcuni testi molto interessanti letti su un libro intitolato Mani di Luce e trattava, tra l’altro, della deformazione dell’aura a seconda della formazione individuale e dei traumi che influiscono su di noi.
A uncino, Porcospino, Medusa erano solo alcune delle definizioni con relativa spiegazione (intuibile dal nome) date alle diverse forme che le nostre aure assumono.
Per es a uncino mostrava l’aura di qualcuno che inforcava l’aura della persona che gli stava di fronte, privandolo dell’energia (il discorso di sentirsi più o meno forti).

DarkElf ha scritto:
“Io ho concluso il mio ragionamento amaramente: è così perché è nella natura umana. La violenza ce l'abbiamo nel DNA”


È vero, ce l’abbiamo ma francamente non ci serve a nulla, perché?
A differenza di due cervi che si scornano per coprire il maggior numero di femmine (il + forte vince e passa alla discendenza la qualità sempre migliore della specie), noi non solo ci scorniamo, ma come virus ci moltiplichiamo in una maniera paurosa. Ora non per andare contro alla mia stessa specie, ma perché succede ciò?
Il mondo non credo che si possa allungare come un tavolo quando hai gente a cena, e di contro non si può nemmeno fare una legge che impedisca alle famiglie di mettere al mondo 10 figli. C’è qualcosa di distorto in tutto questo, che mi porta a pensare, ma prima o poi il mondo esploderà come un palloncino?

Era solo un modo di sfogarmi, non credo che ci sia una risposta ad una simile domanda, scusate ma ne avevo bisogno!
Tigana
Incantatrice
Messaggi: 4213
Località: Corte dei Miracoli
MessaggioInviato: Sab 18 Dic 2004 11:22 am    Oggetto:   

I libri fantasy parlano di uomini, ma non penso che ciò spieghi la presenza della violenza al loro interno. Quasi tutti i romanzi del mondo parlano di uomini, ma la guerra non sempre è l'elemento portante: c'è l'amore , la famiglia, la crescita.
Se nel fantasy si parla di lotta è perchè in esso è riproposta l'eterna lotta del bene contro il male, il desiderio di scoperta, il desiderio di raggiungere un obiettivo e per far questo, si sa, c'è sempre un prezzo da pagare.
T.U.F.K.A.C.*
Animula vagula, blandula Animula vagula, blandula
Messaggi: 6879
Località: Parthenope
MessaggioInviato: Sab 18 Dic 2004 22:15 pm    Oggetto:   

Ave,

PatoGK ha scritto:
Basta che guardi un telegiornale o comunque il palinsesto di radio e televisione. Trasmissioni sulla violenza, di un tipo o di un altro, ce ne sono a bizzeffe. Trasmissioni sul sesso? Pochissime, troppo tabù come argomento.


Andrebbe aggiunto il fatto che allussioni sessuali e ammiccamenti vari abbondano ovunque: se è vero che esistono poche trasmissioni che trattano del sesso in modo serio, è altrettanto vero che il sesso è un ottimo acchiappa-ascolti. E poi piace a tutti, poiché viene propinato in forme sottilmente erotiche che celano scabrosità (bè, non sempre) sotto veli di allussioni e finto-pudore. Tutto ciò non di rado sconfina nella volgarità e nel cattivo gusto.

AylysRaziel ha scritto:
Il mondo non credo che si possa allungare come un tavolo quando hai gente a cena, e di contro non si può nemmeno fare una legge che impedisca alle famiglie di mettere al mondo 10 figli. C’è qualcosa di distorto in tutto questo, che mi porta a pensare, ma prima o poi il mondo esploderà come un palloncino?


E' una questione delicata.
Considerando l'esempio arcinoto della Repubblica Popolare Cinese, la popolazione abbonda per un mucchio di motivi, fra cui non si può dimenticare la radice agricola della stragrande maggioranza della popolazione, per cui più figli significano non solo più bocche da sfamare, ma più braccia e quindi una maggiore speranza di sopravvivenza, e una politica che perseguiva la crescita economica del paese e l'affermazione dell'etnia cinese.
Un altro esempio è rappresentato dall'India, che molti sottovalutano: la popolazione indiana cresce a dismisura, e può contare su una superficie assai ridotta rispetto al territorio cinese, e anche qui i motivi di una tale proliferazione sono prima di tutto culturali.
L'introduzione di sanzioni anche estreme per coloro che contravvengono ai dettami di leggi sul controllo delle nascite ha dato origine a numerosi 'imprevisti': in Cina la popolazione maschile è assai superiore a quella femminile, il che ha determinato una situazione grave di stress emotivo in una buona fetta della popolazione maschile. Le femmine servivano poco all'avanzamento economico, e il loro ruolo era relegato a mere 'incubatrici'. In India la protesta è stata in alcuni stati della federazione assai violenta, poichè una legislazione di questo tipo si scontra contro le convinzioni religiose e culturali di parecchie etnie indiane.
Inutile dire che in entrambi i casi l'introduzione di una rigida normativa sul controllo delle nascite ha sortito scarsi effetti.
E' tuttavia fuori da ogni dubbio che la vecchia Terra non ha mezzi di sostentamento infiniti, sebbene la scienza applicata all'alimentazione abbia fatto molti passi avanti, dunque non c'è posto per tutti se saremo in troppi.....

P.S. chiedo scusa per l'OT

Ave.
*The User Formerly Known As Caesar

If I had another chance tonight, I'd try to tell you that the things we had were right
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Sab 18 Dic 2004 22:38 pm    Oggetto:   

Caesar ha scritto:
Andrebbe aggiunto il fatto che allussioni sessuali e ammiccamenti vari abbondano ovunque: se è vero che esistono poche trasmissioni che trattano del sesso in modo serio, è altrettanto vero che il sesso è un ottimo acchiappa-ascolti. E poi piace a tutti, poiché viene propinato in forme sottilmente erotiche che celano scabrosità (bè, non sempre) sotto veli di allussioni e finto-pudore. Tutto ciò non di rado sconfina nella volgarità e nel cattivo gusto.


Quello non lo considero parlare di sesso, lo considero come un mercato, dove la merce più bella è esposta. Poi che guardare dimenarsi una velina più o meno a tempo con della musica possa essere piacevole per l'occhio maschile non lo metto in dubbio, però non è proprio la stessa cosa che parlare di sesso.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum