Naruto


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 49, 50, 51
Autore Messaggio
mr.Woland.theRussian
Nazgul
Messaggi: 446
Località: Walking into eternity along Sandymount strand
MessaggioInviato: Mar 04 Mag 2010 16:59 pm    Oggetto:   

D'accordo con Asher, chi troppo vuole...
Non per essere disfattisti, ma la serie è palesemente stanca, con un sovraffollamento di personaggi poco interessanti o inutili. Un peccato, dato che i rivolgimenti più importanti sarebbero accaduti per cominciare a dare un assetto al finale, comel'alleanza militare fra le varie fazioni ninja, la preparazione del contrattacco ai piani di Madara e l'allenamento definitivo per il controllo del Kyubi da parte di Naruto(spoiler)

Anche per me l'attesa è rivolta oramai solo all'ultimo scontro tra Sasuke e Naruto(e vorrei che vi fossero delle "morti coerenti" Twisted Evil)
"Io sono uno SCRITTORE MISTICO" (M. Bulgakov)

Lettera al Governo, 28 marzo 1930
PerseoeAndromeda
Hobbit
Messaggi: 30
MessaggioInviato: Ven 25 Giu 2010 18:50 pm    Oggetto:   

Naruto l'ho cominciato da poco, sto prendendo pian piano i volumi dell'edizione gold.
Quindi ancora non mi sento di esprimere un giudizio.
In generale i manga shonen sono sempre stati tra i miei prediletti, però Naruto ha un particolare, tipico di tanti manga moderni, che difficilmente digerisco: ovvero questo continuo alternarsi tra dramma e demenzialità che mi spezza troppo la tensione e il coinvolgimento emotivo.
Per dire, ero ancora sconvolta, commossa, colpita dalla storia di Haku e Zabuza, apro il volumetto dopo e mi trovo un susseguirsi di (per me) cretinate, senza voler offendere nessuno, quindi ho fatto fatica a proseguire. Poi mi sono sbloccata e ho trovato altri pezzi carini, ma sono davvero molto indietro, non è di quei manga che mi porta a volerli divorare diciamo Sad
mr.Woland.theRussian
Nazgul
Messaggi: 446
Località: Walking into eternity along Sandymount strand
MessaggioInviato: Ven 25 Giu 2010 21:49 pm    Oggetto:   

Ti direi che le osservazioni sono giuste, ma devi considerare anche un altro aspetto del genere shonen e soprattutto dei titoli commerciali come Naruto: la longevità. Longevità imposta dalla popolarità e dal profitto ovviamente, che per questi successi inevitabilmente si proiettano (e si progettano) a lungo termine. Questo purtroppo incide talvolta sulla qualità del prodotto o sulla coerenza della storia, preferendo ricorrere ad astuzie e formule rodate per avvinghiare un pubblico più ampio, in particolare giovanile, che possa rimanere affezionato per lungo tempo, almeno fino alla maturità e oltre; da cui un bizzarro alleggerimento della sostanza con sdrammatizzazioni eccessive. Se bilanciato, il sistema funziona anche con il proseguire degli anni, altrimenti i lettori più attenti o forse capziosi avvertono un tradimento dello spirito dell'opera originaria, un impoverimento della trama destinata solo a subire inutili stiracchiate con sotto trame riempitive fino a trascinarsi verso un finale irraggiungibile, ormai fiacca e scontata...E' un pericolo cui non sfuggono nemmeno le serie più amate, o quelle divenute un vero cult come Berserk ad esempio, che oltre alla processione estremamente lenta nell'uscita dei capitoli, ha deluso buona parte della sequela per la dissoluzione totale del nucleo storico principale e le cadute di stile.
Ne escono pulite invece serie pregevolissime come "Fullmetal Alchemist"; l'autrice ha saputo costruire e svolgere l' intreccio dall'inizio alla fine, completando e concludendo degnamente l'avventura dei protagonisti, senza dilungarsi inutilmente ma contribuendo alla prosecuzione lineare in modo determinante o significativo in ogni capitolo, pur con tutta la mole di personaggi introdotta e la responsabilità di renderli interessanti nella crescita o nello sviluppo senza deragliare dai binari di partenza, seguendo una parabola di eventi concatenati e concorrenti al finale.

Un'altra formula magica che gli editori e gli autori amano sfruttare per i lettori è il Grande Dramma, quello che fa impennare o straboccare l'emotività di una situazione in modo che risulti stranamente più seria di quanto si creda e infine coinvolgente, sebbene possa essere usata come carta vincente per dimostrare con un certo impegno, squadernando con generosità le personalità e i caratteri conflittuali, quanto credibili siano i personaggi. Il problema con i climax è che se non gestiti con coscienza ma con passione trascinante, rischiano di scadere nel patetismo.
Una buona serie sarà sempre quella in cui il tutto sia amalgamato ed equilibrato, in cui si alternino senza passaggi bruschi momenti leggeri, commediali a momenti di tensione; è banale come conclusione ma è una verità. Anche le avventure più strabilianti, fuori dall'ordinario, anche le tragedie se trattate narrativamente e visivamente come recite da palcoscenico diventano ingenuità d'autore.

In Naruto questa alternanza si evince,pur con qualche scivolata dovuta più alla pratica dell'autore con i soliti clichè del genere che per uno stile originale. Ma non c'è dubbio che l'attrattiva stia anche in quegli episodi sporadici,secondari in cui piccoli drammi autoconclusivi siano di grande impatto(la storia di Zabusa e Haku). I momenti topici,come alcuni scontri, sono occasioni di confronto anche psicologico, hanno un contenuto emozionale importante e non solo conveniente(la battaglia alla Valle della Fine che chiude la prima parte è solo uno dei molti episodi rispondenti).
Ma le logiche di mercato hanno la meglio ed ecco le lungaggini, la demenzialità, le soluzioni semplicistiche, per non parlare delle concessioni alle voglie del fandom eccetera.

Io ribadisco che tutto quello che mi interessa adesso di Naruto è un finale decente che preveda molte mazzate per Sasuke.
Cool
"Io sono uno SCRITTORE MISTICO" (M. Bulgakov)

Lettera al Governo, 28 marzo 1930
Asher_85
Hidden Persuader
Messaggi: 2574
MessaggioInviato: Sab 26 Giu 2010 12:01 pm    Oggetto:   

mr.Woland.theRussian ha scritto:
I lettori più attenti o forse capziosi avvertono un tradimento dello spirito dell'opera originaria, un impoverimento della trama destinata solo a subire inutili stiracchiate con sotto trame riempitive fino a trascinarsi verso un finale irraggiungibile, ormai fiacca e scontata...


Mi hai rubato le parole di bocca Wink
l'assassino
Gran cavaliere del riposo
Messaggi: 2137
Località: Sparta vicino al pozzo
MessaggioInviato: Sab 24 Lug 2010 14:39 pm    Oggetto:   

Negli ultimi 2 capitoli ho avuto la conferma che il 4°hokage è un personaggio fantastico love
2 rette parallele non si incontrano mai e se si incontrano non si salutano
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Fumetti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3 ... 49, 50, 51

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum