Come giudicate lo stato di salute del fantasy?


Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Com'e' lo stato di salute del fantasy?
buono 47%  47%  [ 19 ]
Ottimo 27%  27%  [ 11 ]
Pessimo 5%  5%  [ 2 ]
cosi' cosi' 20%  20%  [ 8 ]
Voti Totali : 40

Autore Messaggio
mothra
Hobbit
Messaggi: 78
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 14:00 pm    Oggetto: Come giudicate lo stato di salute del fantasy?   

Attualmente secondo voi com'e' lo stato di salute del fantasy?
Si pubblica abbastanza? Si pubblica materiale interessante ed originale?
Diable Noire
Trickster
Messaggi: 4714
Località: The dark heart of a dream
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 14:05 pm    Oggetto:   

L'ho già scritto nel Tread della fantascienza: secondo me attualmente il fantasy gode di buona salute.
I recenti Film fantasy(SdA, Narnia, HP) e fenomeni editoriali (Hp, Paolini) gli hanno dato una buona visibilità e mi sembra che le case editrici (alcune di più, altre di meno) si sia adeguata.
Si pubblica abbastanza e si dà spazio agli autori giovani, che è la cosa più importante, se poi si decidessero a ristampare qualche classico(Leiber, per dirne uno) sarebbe ancora meglio... Wink
Ovviamente non è un'età dell'oro, ma credo che ci si possa accontentare...
I've spent my entire life doing nothing but collecting comic books... and now there's only time to say... LIFE WELL SPENT!

LouisCypher
Orcopedico da battaglia
Messaggi: 2651
Località: Varese
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 14:53 pm    Oggetto:   

DIco ottimo: al momento sta vivendo un boom come non era mai successo.

Ovviamente la legge dei grandi numeri dice che se hai tante tante nuove opere, hai maggiori possibilità di pescare qualcosa di buono
"Non pretendo di essere stato un grande uomo. Eppure, se io non fossi nato...tante cose sarebbero diverse... Migliori? Non penso"
DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6863
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 15:42 pm    Oggetto:   

Sinceramente non sarei così ottmista...
Si, d'accordo sul fatto della visibilità dl genere dovuta ai successi al botteghino o alcuni best seller sopra indicati, ma non vorrei che questo improvviso successo impoverisse troppo il genere, diciamo che ho paura che per sfruttare il filone ad ora molto in auge, si desse spazio a prodotti di poco spessore.

Ad oggi a parte Erikson e Keyes di nuovi autori interessanti, non ne vedo l'ombra.

Diable Noire ha scritto:
se poi si decidessero a ristampare qualche classico(Leiber, per dirne uno) sarebbe ancora meglio...

Beh... io metterei pure la saga di Elric! E il 90% del catalogo "Fantacollana" della Nord. Wink
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
Casanunda
Bibliotecario di Babele Bibliotecario di Babele
Messaggi: 4288
Località: Locus Horribilis
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 15:48 pm    Oggetto:   

DiVega ha scritto:
Ad oggi a parte Erikson e Keyes di nuovi autori interessanti, non ne vedo l'ombra.


Mi dissocio. E cito Gaiman, Mièville, Martin, Jordan, D'Angelo, Moers.

Che poi possano non piacere è un'altra faccenda, ma la ventata di novità è innegabile.
Diable Noire
Trickster
Messaggi: 4714
Località: The dark heart of a dream
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 16:15 pm    Oggetto:   

DiVega ha scritto:

Diable Noire ha scritto:
se poi si decidessero a ristampare qualche classico(Leiber, per dirne uno) sarebbe ancora meglio...

Beh... io metterei pure la saga di Elric! E il 90% del catalogo "Fantacollana" della Nord. Wink


Volevo metterlo, ma visto che ho tutti i libri su Elric, mentre di Leiber ne ho solo uno... Wink
Se vogliamo anche Wagner sarebbe da ristampare per intero, ma non volevo fare un elenco...
I've spent my entire life doing nothing but collecting comic books... and now there's only time to say... LIFE WELL SPENT!

DiVega
Sword of Orion Sword of Orion
Messaggi: 6863
Località: Dark Border
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 16:42 pm    Oggetto:   

Casanunda ha scritto:
DiVega ha scritto:
Ad oggi a parte Erikson e Keyes di nuovi autori interessanti, non ne vedo l'ombra.

Gaiman, Mièville, Martin, Jordan, D'Angelo, Moers.


Chiedo venia, in effetti avrei dovuto cominciare con... "secondo me".




P.S. Martin credo abbia pubblicato il suo primo libro almeno una decina di anni fa'. Rolling Eyes
Sul suo mantello grigio scuro spiccava una spilla d'argento: un ponte di pietra, illuminato da fiamme di rubino. Un Arsore di Ponti.
Steven Erikson - The Malazan Book of the Fallen
Spaturnio
Bombadil
Messaggi: 850
Località: Far Away
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 16:51 pm    Oggetto:   

DiVega ha scritto:
Sinceramente non sarei così ottmista...
Si, d'accordo sul fatto della visibilità dl genere dovuta ai successi al botteghino o alcuni best seller sopra indicati, ma non vorrei che questo improvviso successo impoverisse troppo il genere, diciamo che ho paura che per sfruttare il filone ad ora molto in auge, si desse spazio a prodotti di poco spessore.

Ad oggi a parte Erikson e Keyes di nuovi autori interessanti, non ne vedo l'ombra.


Quoto: ho votato così così.

Dieci anni fa andava meglio, forse la Fantasy non era così in vista ma la produzione era migliore.
Melian
Ospite

MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 16:57 pm    Oggetto:   

Secondo me buono, ma non mi riferisco al mercato italiano bensì a quello anglofono. Certi autori come Miéville o anche la Clarke, li ho scoperti in inglese prima ancora che arrivassero in italia.
T.U.F.K.A.C.*
Animula vagula, blandula Animula vagula, blandula
Messaggi: 6879
Località: Parthenope
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 18:12 pm    Oggetto:   

Ave,

Melian ha scritto:
Secondo me buono, ma non mi riferisco al mercato italiano bensì a quello anglofono.


Ecco, appunto. Noi siamo messi piuttosto male, c'è un sacco di robaccia.

Frai gli autori bravi più o meno recenti includerei anche la Hobb.

Divus Imperator Dixit.
*The User Formerly Known As Caesar

If I had another chance tonight, I'd try to tell you that the things we had were right
Tigana
Incantatrice
Messaggi: 4213
Località: Corte dei Miracoli
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 21:15 pm    Oggetto:   

Io dico buono, c'erano periodi in cui, nelle librerie della mia città, tutto ciò che di fantasy si poteva trovare era firmato Brooks. Adesso, se non altro, c'è più scelta.


Ho capito, con un'illuminazione segreta, di non essere nessuno. Nessuno, assolutamente nessuno.
FraRebu
Eldar
Messaggi: 318
Località: Ovada
MessaggioInviato: Ven 17 Feb 2006 21:37 pm    Oggetto:   

Io autori italiani che scrivono male non ne conosco..
Theonlyandtheone
The Duke
Messaggi: 2670
MessaggioInviato: Sab 18 Feb 2006 0:56 am    Oggetto:   

FraRebu ha scritto:
Io autori italiani che scrivono male non ne conosco..


Shocked Rolling Eyes



parere personale il momento è buono, paragonato al resto della letteratura può diventare più che buono....ma personalmente sono d'accordo con Di Vega....i nomi che si distinguono si possono veramente contare su una mano....
Con tanti terroristi nel mondo dovevo ammazzarne proprio uno con i piedi piccoli.

John McClane
byron the bulb
Drago
Messaggi: 519
Località: Neverwhere
MessaggioInviato: Dom 19 Feb 2006 11:58 am    Oggetto:   

Credo che il fantasy stia vivendo un periodo di transizione importante, che può aprire degli spiragli interessanti come affossare il genere definitivamente.

Senza dubbio per il fantasy "adolescenziale" sta vivendo un vero e proprio boom, trainato a Harry Potter, come dai film di largo consumo.
E questo può portare a effetti positivi come negativi.
Quelli positivi sono sicuramente legati alla quantità: vengono pubblicati più libri, si aprono spazi per nuovi autori, vengono ripescati dal dimenticatoio vecchi libri fuori catalogo da anni, ecc...

La situazione presenta dei rischi, sul lungo periodo, per chi è in cerca di testi più "maturi". Alla fine gli autori più maturi corrono il rischio di vedere i loro libri sommersi da quelli per ragazzi negli scaffali delle librerie, rendendosi conto di non essere in grado di andare a parlare con un proprio pubblico, e spingendoli verso altri generi (e già adesso molti degli autori più interessanti sono quelli più "borderline", come Gaiman, Mieville, & Co...).

Insomma, si corre il rischio che sul lungo periodo il fantasy divenga sempre più giovane, più canonizzato e quindi meno vario, e tendenzialmente meno profondo... un po' come è successo per la fantascienza negli anni '80.
«Contemplando i musi dei cavalli e le facce della gente, tutta questa viva corrente senza rive sollevata dalla mia volontà e che corre a precipizio verso il nulla nella steppa purperea al tramonto, spesso penso: dove sono Io, in questa corrente?» Temujin
mothra
Hobbit
Messaggi: 78
MessaggioInviato: Mar 21 Feb 2006 11:44 am    Oggetto:   

bene ma togliendo gli autori di Juvenile alla POtter,e togliendo anche autori oramai classici come Martin,Jordan,brooks,Goodkind,Eddings.Feist di nuovo in Italia di valido cosa si pubblica?
E no mi venite a parlare delle varie serie tratte da D and D per favore. Confused
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum