Perché non l'ho inventato io?!


Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
pick
Ospite

MessaggioInviato: Mer 06 Ott 2004 16:50 pm    Oggetto:   

Vorrei avere inventato Crag, il protagonista di A Rogue in Space di Frederic Brown.
Messer Forestiero
Nazgul
Messaggi: 422
MessaggioInviato: Gio 07 Ott 2004 17:49 pm    Oggetto: I NOMI TOLKIENIANI   

Quante cose affascinanti del Gran Demiurgo Tolkien avrei voluto inventare io! Pensate alle lingue e al loro uso per creare nomi che sprigionano un impareggiabile senso di antico splendore. Si prova piacere nell'udirne il suono, come succedeva a Tolkien. Vi è un grande potere di suggestione fonetica in certi nomi, nomi che fanno vibrare l'aria o tremare la terra nel pronunciarli. Forse non vi siete soffermati mai più di tanto, ma ve ne accorgete se vi fermate un attimo e nel silenzio pronunciate: Glorfindel, Mithrandir, Laurelin, Gondolin. Subito essi evocano splendore, maestà, purezza, luce. Poi dite: Utumno, Gothmog, Barad-dur, Uruk-hai e specialmente (il nome che più mi suggestiona) MORGOTH. E subito: tenebre, ferro, fruste, fiamme, terrore. Mirate, questo è un vero potere: sapere evocare alla mente una cosa pronunciandone il solo nome. Se non ricordo male per alcuni popoli antichi l'atto stesso del pronunciare un nome o il vietarlo si collegava spesso a riti e magie.
Badb Catha
Hobbit
Messaggi: 82
Località: Torino
MessaggioInviato: Gio 07 Ott 2004 23:38 pm    Oggetto:   

...e vogliamo dimenticare i pochi frammenti di Entese?

Comunque ecco un paio di cose che mi piacerebbe essere capace di fare:

- adeguare la profondità della narrazione alla consapevolezza del personaggio attraverso il quale viene focalizzato il punto di vista...

- adeguare il dialogo alle caratteristiche di chi parla
Aliser
Balrog
Messaggi: 1398
MessaggioInviato: Ven 08 Ott 2004 15:54 pm    Oggetto:   

Concordo con Badb, adeguare la narrazione e il dialogo a seconda del personaggio...

Cmq non c'è niente che avrei voluto inventare al posto di altri scrittori solo, ho strutturato la magia in maniera simile a Jordan e quando ho letto il suo primo libro mi è pigliato un colpo...
melusina
Sorella Bene Gesserit
Messaggi: 1528
Località: Amburgo
MessaggioInviato: Ven 08 Ott 2004 17:19 pm    Oggetto: Re: I NOMI TOLKIENIANI   

Messer Forestiero ha scritto:
E subito: tenebre, ferro, fruste, fiamme, terrore. Mirate, questo è un vero potere: sapere evocare alla mente una cosa pronunciandone il solo nome. Se non ricordo male per alcuni popoli antichi l'atto stesso del pronunciare un nome o il vietarlo si collegava spesso a riti e magie.

Al giorno d'oggi so che esistono etnie che assegnano ai neonati due nomi, uno pubblico e uno segreto: quello pubblico è quello con cui la persona si fa chiamare quotidianamente, quello segreto non può essere rivelato con leggerezza dato che conferisce appunto un potere magico sulla persona stessa. Il nome non è una pura convenzione, o almeno esiste un nome "vero", in una misteriosa lingua perfetta, che per alcuni era quella usata da Dio con Adamo ed Eva... figo, no?
Melusina
Che nessuno mi guardi quando nel buio della mia dimora dismetterò le vesti e parlerò coi pesci e coi serpenti. [by Anna Maria Bonfiglio]
MagicamenteMe
PrimaNonna PrimaNonna
Messaggi: 11760
MessaggioInviato: Ven 08 Ott 2004 17:25 pm    Oggetto: Re: I NOMI TOLKIENIANI   

melusina ha scritto:
Al giorno d'oggi so che esistono etnie che assegnano ai neonati due nomi, uno pubblico e uno segreto: quello pubblico è quello con cui la persona si fa chiamare quotidianamente, quello segreto non può essere rivelato con leggerezza dato che conferisce appunto un potere magico sulla persona stessa. Il nome non è una pura convenzione, o almeno esiste un nome "vero", in una misteriosa lingua perfetta, che per alcuni era quella usata da Dio con Adamo ed Eva... figo, no?


E' praticamente quello che è scritto ne il "coso" di Samarcanda.
Citazione:
Ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare: Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, Palin che ha usato Vista
byron the bulb
Drago
Messaggi: 519
Località: Neverwhere
MessaggioInviato: Ven 08 Ott 2004 17:34 pm    Oggetto: Re: I NOMI TOLKIENIANI   

melusina ha scritto:

Al giorno d'oggi so che esistono etnie che assegnano ai neonati due nomi, uno pubblico e uno segreto: quello pubblico è quello con cui la persona si fa chiamare quotidianamente, quello segreto non può essere rivelato con leggerezza dato che conferisce appunto un potere magico sulla persona stessa. Il nome non è una pura convenzione, o almeno esiste un nome "vero", in una misteriosa lingua perfetta, che per alcuni era quella usata da Dio con Adamo ed Eva... figo, no?


Oh, ci sono delle cose bellissime sui nomi delle persone. Ora sto uscendo e non ho tempo di raccontare, ma nomi tenuti segreti se ne trovano spesso... Spesso i nomi cambiano al variare dell'età o del contesto. A Bali, mi pare, ognuno assume nove nomi nell'arco della propria vita.

Carino il nuovo avatar mel, anche se mi ricorda un 2-2... Embarassed
«Contemplando i musi dei cavalli e le facce della gente, tutta questa viva corrente senza rive sollevata dalla mia volontà e che corre a precipizio verso il nulla nella steppa purperea al tramonto, spesso penso: dove sono Io, in questa corrente?» Temujin
virae
Waylander
Messaggi: 2952
Località: Dros Delnoch
MessaggioInviato: Ven 08 Ott 2004 17:44 pm    Oggetto:   

Aliser ha scritto:

Cmq non c'è niente che avrei voluto inventare al posto di altri scrittori solo, ho strutturato la magia in maniera simile a Jordan e quando ho letto il suo primo libro mi è pigliato un colpo...



Concordo con Aliser: anche a me è successo di inventare delle situazioni, dei personaggi per poi ritrovarle in qualche libro... è abbastanza frustrante! Anche perchè, se poi un giorno si diventa famosi, come si dimostra che l'idea ti è venuta senza "attingere" da altri?
""The earl and the legend will be together at the wall. And the men shall dream, and the men shall die, but shall the fortress fall?"
[Legend- Gemmell]
Feanor
Eldar
Messaggi: 317
MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 16:04 pm    Oggetto:   

Dunque dunque, meglio approntare una schematizzazione per non risultare troppo dispersivo:
-da Il Silmarillion:
anzitutto la musica degli Ainur e la distorsione nella sinfonia apportata da Melkor, da cui conseguì la prima iraconda lezione di Iluvatar, inenarrabile proemio all'evoluzione di Arda, una concezione di creazione e potere eterea, trascendente, ancestrale, essenzialmente spirituale, che schernisce con la sua possente intangibilità le manifestazioni del potere, assolutamente materiali e istrioniche, della quasi assoluta maggioranza dei romanzi; la creazione dei Silmarilli, in cui l'assenza della descrizione esplica ancora più eloquentemente la forgiatura, ed esalta, anzichè depauperare, la munificenza di tali gioielli; la gloria nella morte di Hurin; la pervicacia e l'ostinazione con la quale Maedhros persegue la riconquista dei Silmarilli, opponendosi anche alla volontà dei Valar e alla profezia di Mandos; lo scontro tra Fingolfin, irrefrenabile nella sua orgogliosa disperazione, e Morgoth, raramente due personaggi sono riusciti a sublimare tanto profondamente ed intensamente il loro valore; il sacrificio di Fingon per la salvezza di Beren, leale fino all'immolazione nei confronti del giuramente che lo legava a Barahir... tutto questo anche in omaggio al mio "collega" Messer Forestiero Wink Cool
Il Signore degli Anelli:
le parole di Tom Bombadil, rispondendo alla domanda di Frodo riguardo chi fosse egli veramente: "Il più anziano, ecco chi sono. Ricordate, amici, quel che vi dico: Tom era qui prima del fiume e degli alberi, Tom ricorda la prima goccia di pioggia e la prima ghianda. Egli tracciò i sentieri prima della Gente Alta, e vide arrivare la Gente Piccola. Era qui prima dei Re e delle tombe e degli Spettri dei Tumuli. Quando gli Elfi emigrarono all'Occidente, Tom era già qui, e prima che i mari si curvassero; conobbe l'oscurità sotto le stelle quand'era innocua e senza paura: prima che da Fuori giungesse l'Oscuro Signore". Ecco, in così poche parole Tom Bombadil svela scenari tanto maestosi ed atavici, orizzonti tanto ampi e lucenti, storie tanto sognanti ed eroiche, che quasi ci si dimentica della reale dimensione in cui si svolge la vera storia, cui si accavvallano e si sovrappongono infinite trame non narrate, e si viene proiettati in un'universo abbacinante e sconfinato; lo scontro fra Gandalf il Bianco e Saruman ormai irreparabilmente corrotto.
Earthsea: i veri nomi delle cose, idea che si riferisce alle più alte filosofie, fondate anche su spunti biblici, di linguaggio e comunicazione.
Ciclo di Coldfire: la caratterizzazione del Grande Adepto; il fae, l'essenza che materializza, assoggettando la popolazione, incubi e paure.
Legend, tradotto come La Leggenda dei Drenai: gli attimi appena precedenti la morte di Serbitar e le sue riflessioni; la morte di Druss e la successiva commemorazione, celebrata da Ulric stesso, nelle file dei Nadir.
Gardens of the Moon: la morte che infligge Dragnipur, la spada di Anomander Rake.
La Ruota del Tempo: lo scontro fra Rand ed il Tenebroso nel finale di The Eye of the World, l'aura che avvolge la leggenda di Lews Therin Telamon.
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 16:30 pm    Oggetto:   

Feanor, hai appena battuto il record di spoiler in un unico post Shocked

Va bene che li ho letti quasi tutti ... ma mettici la scritta Spoiler, così chi non li ha letti evita di rovinarsi le sorprese Wink
griffondor
Sommo cerimoniere Sommo cerimoniere
Messaggi: 15157
Località: (A.S.) Roma - Stadio Olimpico
MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 16:31 pm    Oggetto:   

Sei ancora in tempo per modificare Wink
NIPOTE di Pick


(There's a heartbeat
And it never really died)
Salkaner il Nero
Nazgul
Messaggi: 430
Località: Insubria
MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 16:49 pm    Oggetto:   

Coren ha scritto:
E l'onda potenziale della magia sartan e patryn?


quella, anch'io.

o il pantheon della Rosa del Profeta
L'ipse dixit è la tomba del pensiero
http://www.ltsn.tk
Melian
Ospite

MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 17:44 pm    Oggetto:   

Concordo con chi ha parlato del Silmarillion e del Signore degli Anelli.
Aggiungerei il pantheon di divinità creato da Lord Dunsany e la suggestione delle novelle scritte da Lady Wilde, ispirate alle leggende irlandesi dei Tuatha-de-Danan diventati poi i Sidhe,
Mi è sempre piaciuto questo passo (vado a memoria):
"Splendida era la vista della cavalcata dei Tuatha-de-Danan. Sette volte sette destrieri, ciascuno con un gioiello, simile ad una stella, sulla fronte, e sette volte sette cavalieri, tutti figli di re, nei loro verdi mantelli con frange d'oro, e elmi dorati sulle loro teste, e armature d'oro, e ciacun cavaliere con una lancia dorata in mano."
Queste poche righe sono, per me, sufficienti per immaginare un intero mondo fatto di magia e abitato da creature fatate; l'essenza del Fantasy.
Ciao
Feanor
Eldar
Messaggi: 317
MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 20:58 pm    Oggetto:   

Embarassed
Come già accaduto con Negrore, devo ancora scusarmi per l'assenza degli spoiler nei miei messaggi, e chiedera scusa a quanti io abbia rovinato la sorpresa. Crying or Very sad Confused
E ringraziare chi come Pato e Griffondor mi redarguisce o mi corregge, con gli errori che commetto dovrebbero essere molti di più a farlo. Wink
-Kruppe-
IppoPato IppoPato
Messaggi: 14989
Località: Darujhistan
MessaggioInviato: Ven 12 Nov 2004 21:01 pm    Oggetto:   

Feanor ha scritto:
Embarassed
Come già accaduto con Negrore, devo ancora scusarmi per l'assenza degli spoiler nei miei messaggi, e chiedera scusa a quanti io abbia rovinato la sorpresa. Crying or Very sad Confused
E ringraziare chi come Pato e Griffondor mi redarguisce o mi corregge, con gli errori che commetto dovrebbero essere molti di più a farlo. Wink


Nessun problema Feanor e fortuna che Andrea ti ha fermato in tempo, io ho finito solo il primo libro della sua trilogia e se leggevo per errore degli spoiler potevo divenire sanguinario Twisted Evil Mr. Green Mr. Green Mr. Green
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Leggere fantasy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum