Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
Angus Young
Balrog
Messaggi: 2750
Località: Rovigo
MessaggioInviato: Lun 12 Mar 2007 16:20 pm    Oggetto: Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier   

Come ho accennato nel canale leggere fantasy, ho finito questo libro del "contattato" Eduard Meier. Che dire? SOno alquanto sbalordito...Io sono affascinato dal fenomeno UFO ed alieni (soprattutto per quanto riguarda gli abductions) ma cerco sempre di fare attenzione a non credere a quel che dice il cialtrone di turno. Ma qui mi trovo di fronte ad un bivio: ovvero, mi chiedo come fa ad essere tutto vero, perchè quel che racconta ha dell'incredibile, ma allo stesso tempo mi chiedo come fa ad essere tutto falso...Il protagonosta raconta degli incontri con alcuni alieni provenienti dallle Pleiadi, soprattutto con una donna di nome Semjase e gli rivelano dei particolari incredibili sulla vita nello spazio e sulla nascita e sull'evoluzione del genere umano...Io penso che almeno qualcosa di vero ci deve essere in questo libro..Poi a quanto pare ha subito 17 attentati alla sua vita che gli hanno causato annche la perdita di un braccio...Ci sarà pure un motivo se qualcuno lo voleva morto...Vorrei scambiare dei pareri con chi ha letto il libro o magari con chi conosce questo caso... Very Happy
Take me to Hell Cause I'm going there Hot rods to Hell Helldorado
Take me to Hell I'm going where The devil's there Helldorado!!!
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 14:08 pm    Oggetto: Re: Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier   

Angus Young ha scritto:
mi chiedo come fa ad essere tutto vero, perchè quel che racconta ha dell'incredibile, ma allo stesso tempo mi chiedo come fa ad essere tutto falso


Epilessia, droghe, ipoglicemia.
Possono provocare paranoia.
Possono provocare autolesionismo.
Possono provocare autorevisioni della memoria... insediamento di falsi ricordi fortissimamente sentiti come veri.

Nel medioevo vedevano gli angeli. Oggi vedono gli Ufo.
Misericordia
"MR PISOLONE"
Messaggi: 2642
Località: Ministerium für Staatssicherheit, Berlin-Lichtenberg.
MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 14:16 pm    Oggetto: Re: Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier   

metalupo ha scritto:


Nel medioevo vedevano gli angeli. Oggi vedono gli Ufo.


Applausi Applausi Applausi

Non posso che quotare.
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 14:24 pm    Oggetto: Re: Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier   

Misericordia ha scritto:

Non posso che quotare.


Thanks Very Happy

Angus. Il fenomeno dei falsi ricordi esiste davvero ed è sconcertante. In alcuni casi giudiziari sono emersi casi di persone convintissime di aver subito violenza, della quale di cui s'è dimostrata in aula l'impossibilità oltre ogni dubbio. Solo dopo lunghe sedute psichiatriche le persone con falsi ricordi hanno recuperato i ricordi reali.

Per come la vedo io quel tipo il braccio se l'è tagliato da solo. O se l'è ritrovato tagliato per incidente e si è costruito tutta una storia per spiegarsi l'evento.
Berserker
Hobbit
Messaggi: 82
MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 14:57 pm    Oggetto: Re: Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier   

metalupo ha scritto:

Nel medioevo vedevano gli angeli. Oggi vedono gli Ufo.


Bah..a me sembra abbastanza egoistico pensare che noi siamo gli unici abitanti di un intero universo.
Poi per il fatto dei ricordi falsi o altro non dico nulla..puo darsi che sia il caso di quest uomo..o puo darsi che qualcosa sia vero,nessuno di noi lo puo dire con certezza
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 15:24 pm    Oggetto: Re: Messaggio dalle Pleiadi di Eduard Billy Meier   

Berserker ha scritto:

Bah..a me sembra abbastanza egoistico pensare che noi siamo gli unici abitanti di un intero universo.


Il che non è... con tutta probabilità. Ma gli ufo son panzane.
Angus Young
Balrog
Messaggi: 2750
Località: Rovigo
MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 18:32 pm    Oggetto:   

Prima di tutto vorrei rettificare un errore: il braccio il protagonista lo ha perso in un incidente che non ha a che vedere con il suo coinvolgimento nell'ambito ufologico(ho riletto il passo in cui lo dice). Poi vorrei dire che rispetto i pareri di chi non ci crede (credere o no è un diritto di tutti), però non dobbiamo dimenticare che nulla è impossibile: nel 500 secondo voi avrebbero potuto immaginare che un giorno l'uomo avrebbe potuto spostarsi con una carrozza senza cavalli? Se io tornassi indietro del tempo e raccontassi al mio bisnonno che posso parlare a lunga distanza grazie a una scatoletta larga 5 per 11 cm? Con questo non voglio presumere che tutto ciò che si dice sugli ufo è vero, ma credo non sia giusto nemmeno saltare alle conclusioni dicendo che è tutta una balla a priori...Poi vorrei specificare che il libro l'ho letto con lo stesso spirito di come leggo un libro di Asimov,cioè come un romanzo di fantascienza, e che non l'ho preso come oro colato, però non posso dire di essere rimasto indifferente...Io consiglierei a tutti li leggerlo...Anche perchè (sempre secondo me) offre diversi spunti di discussione riguardo argomenti scottanti, come la religione e gli errori commessi dagli esseri umani in ambito ambientale e bellico...Spero di essermi spiegato.... Wink
Take me to Hell Cause I'm going there Hot rods to Hell Helldorado
Take me to Hell I'm going where The devil's there Helldorado!!!
Misericordia
"MR PISOLONE"
Messaggi: 2642
Località: Ministerium für Staatssicherheit, Berlin-Lichtenberg.
MessaggioInviato: Mar 13 Mar 2007 18:51 pm    Oggetto:   

Parlo del mio campo, l'archeologia. Conta che il libro non l'ho letto (ma mi ripropongo di farlo), però due parole sul rapporto alieni-ritrovamenti archeologici le dico. Pullula di testi che vogliono dimostrare come alcune civiltà, alcuni ritrovati tecnologici, alcune tradizioni culturali, siano figlie di una visita degli ufo in tempo più o meno remoti.

L'archeologia si è evoluta nel tempo, ha prodotto sulla base di una notevole quantità di dati una ricostruzione non certa, ma plausibile del passato e che deriva dall'insieme di tutti quei dati e dei loro collegamenti. Non tutto può essere spiegato, perché i dati oggettivi che abbiamo sono lacunosi e ci troviamo a cercare di ricostruire un grande puzzle con tanti pezzi mancanti ogni volta che affrontiamo un aspetto della storia o preistoria antica. L'atteggiamento della scienza ufficiale è quello di cercare di raggiungere la migliore approssimazione possibile della verità e di mantenere la consapevolezza (e questo e importantissimo) che non si tratta di verità assolute, mai.

Un singolo reperto archeologico non ha forza sufficiente per smontare una ricostruzione del passato che si basa su migliaia di altri oggetti e osservazioni. Una teoria per essere ritenuta valida non basta che spieghi un dato che ci sembra allo stato attuale delle nostre conoscenze incongruo, ma deve inserire quel dato nel quadro, dando spiegazione soddisfacente anche di tutti gli altri oggetti rinvenuti fino a quel momento (ovviamente quelli che hanno qualcosa a che fare con l'oggetto della discussione). Non ha molto senso invece che per spiegare un oopart (out of place artifacts - manufatti fuori posto) si rendano oopart altre migliaia di oggetti. La poca onestà intellettuale di molti di questi pseudoricercatori sta nel fatto che per inseguire le proprie teorie si scordano di tutto quanto non vi rientra (e che il grande pubblico ovviamente non conosce nel dettaglio). O nei casi migliori sono essi stessi dei dilettanti che si credono dotati di genio e intuizioni eccezionali, tale di poter saltare tutta la faticosa fase di raccolta dei dati e della loro analisi per ricreare da tutto l'insieme un quadro coerente: più semplice ignorare le minuzie fastidiose e concentrarsi su un singolo oggetto di sicura attrazione mediatica. Non mi pare che al momento ci si sia abbastanza esercitati con le armi del nemico da renderle efficaci.

Ci saranno indubbiamente delle eccezioni, che si potrebbero riconoscere guardando caso per caso (e certamente ci sono archeologi accademici il cui modo di operare è più vicino a quello dell'archeologia misteriosa che dell'archeologia seria).

Quando poi sulle piramidi giapponesi, vestigia atlantidee e altri esempi, già di per sé dubbi, rinvenuti in luoghi e riferiti a tempi distanti l'uno dall'altro, chi vorrebbe ricostruire un quadro coerente, dandone una spiegazione unitaria, a me sembra solo faccia una forzatura. La presenza di una (o più?) civiltà scomparse (ognuna delle quali si ricostruisce non da un insieme coerenti di dati, ma da un solo un oggetto?) o la testimonianza dell'arrivo degli alieni? beh, lo trovo affascinante. Magari sarà persino vero e persino mi piacerebbe che lo fosse. E' piuttosto rassicurante pensare che anche se dovessimo autodistruggerci, la specie umana risorgerà probabilmente dalle sue ceneri o sarà aiutata da una benevola presenza esterna. Però al momento queste sono teorie non sufficientemente provate e hanno -almeno per me- uno status diverso da quello dell'esistenza dei Romani o dei paleolitici che fabbricavano utensili di pietra. E non mi sembra che siano sufficienti ad intaccare il quadro storico ricostruito finora dalla scienza ufficiale da una quantità ben più notevole di dati, per quanto meno eclatanti.
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mer 14 Mar 2007 10:22 am    Oggetto:   

Angus Young ha scritto:
Poi vorrei dire che rispetto i pareri di chi non ci crede (credere o no è un diritto di tutti), però non dobbiamo dimenticare che nulla è impossibile:


Nel frattempo c'è stato anche Einstein... e una cosuccia chiamata "relatività" e un'altra chiamata "insuperabilità della velocità della luce".

Alias, impossibilità (alta improbabilità?) di solcare distanze spaziali immense.

Ci sono cose molto improbabili.
Ci sono diversi gradi di improbabilità.
Ci sono diversi gradi di desiderabilità di eventi improbabili.
Quello degli Ufo è un evento d'alta improbabilità e d'altissima desiderabilità.
E noi non guardiamo alla probabilità dell'evento, quando scegliamo di crederci.

Un evento molto improbabile, eppur molto più probabile di quello che qui da noi arrivi un Ufo è che mi cada un meteorite in testa. Ma chissà perchè nessuno di noi sta tutti i giorni a interrogarsi su quante probabilità abbiamo di beccarci un meteorite in testa.
L'evento è non desiderabile

E' egoistico pensare che siamo gli unici??? Okay. Mettiamoci in un caso limite. Non limite-limite come quello "siamo soli" ma comunque abbastanza limite:
"ci siamo noi e c'è solo un'altra civiltà".

Ora... quei poveracci lassù staranno chiedendosi... COME ACCIDENTI E' POSSIBILE CHE SIAMO SOLI?

Perchè dalla conclusione (abbastanza ragionevole) che LORO esistano, si salta - illogicamente - alla conclusione che è impossibile che LORO non siano qua?

Aggiungici che delle civiltà più vicine a noi (le uniche che possano raggiungerci?) alcune potrebbero essere troppo indietro (no astronavi?), troppo avanti (estinte? trasfigurate in pura energia?)... o semplicemente troppo aliene perchè noi si possa riconoscerle o interagirci.

Per quel che riguarda il libro... ci credo che non lasci indifferente. La suggestione degli UFO, del paranormale e compagnia bella è molto forte. Per questo ci vuole il doppio di impegno per analizzare criticamente ciò che è sensato e ciò che non lo è. Wink


Ultima modifica di metalupo il Mer 14 Mar 2007 10:35 am, modificato 2 volte in totale
Palin
Re sotto la montagna
Messaggi: 15146
Località: Solace
MessaggioInviato: Mer 14 Mar 2007 10:23 am    Oggetto:   

Fortunatamente inventeremo il motore a improbabilità infinita e risolveremo questi problemucci... Mr. Green
TK7 should, of course, be named Neville – Neville and Luna, a match made in heaven.
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mer 14 Mar 2007 10:34 am    Oggetto:   

Palin ha scritto:
Fortunatamente inventeremo il motore a improbabilità infinita e risolveremo questi problemucci... Mr. Green


Costruisciti l'ufo in casa... in 700 fascicoli settimanali Sorridi
Col primo numero, in regalo, l'apparecchio radiografico per scoprire a quali insensate mutilazioni chirurgiche t'hanno sottoposto gli alieni mentre t'eri addormentato davanti al Maurizio Costanzo Show. Sorridi
Angus Young
Balrog
Messaggi: 2750
Località: Rovigo
MessaggioInviato: Mer 14 Mar 2007 17:28 pm    Oggetto:   

Vorrei ringraziare Misericordia per il suo bel topic molto interessante sull'archeologia e devo dire che sono anche io d'accordo...Il binomio alieni/civiltà scomparse è interessante ed affascinante, ma bisogna sempre andarci piano...Comunque voglio precisare una volta per tutte che io non credo a tutte le fanfaronate che sparano e tante volte anche io sono stato scettico riguardo alcune testimonianze o fotografie...Poi parlando del perchè gli alieni non si sono ancora manfestati apertamente, (sempre parlando per vie teoriche eh?), secondo me, il potivo potrebbe essere che temono che l'umanità non sia ancora pronta per una cosa del genere (ipotesi trattata anche nel libro di Meier)...Potrebbero anche temere uno sfruttamento della loro tecnologia da parte degli uomini potenti...RIguardo le lunghe distanze che ci sono tra noi o loro, non voglio entrare nell'argomento della fisica (non me ne intendo e probabilmente ne uscirei con le ossa sbriciolate Rolling Eyes ), ma chi vi dice che questi qua non hanno un tipo di tecnologia immensamente diversa in tutto e per tutto dalla nostra, magari basate su teorie che non si sognerebbe nemmeno il più geniale scenziato sulla terra? Con questo non voglio fare il bastian contrario, ma solo dire che le soluzione a questi fenomeni e ai tutte le domade riguardanti ciò possono essere infinite...
Take me to Hell Cause I'm going there Hot rods to Hell Helldorado
Take me to Hell I'm going where The devil's there Helldorado!!!
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Mer 14 Mar 2007 19:06 pm    Oggetto:   

Angus, premesso che puoi (e hai diritto a) credere a quello che vuoi e interrogarti su quello che vuoi e la mia stima e il mio affetto o quella di altri per te non scadrebbe di un briciolo (quindi non hai bisogno di giustificarti o precisare che non ci credi Wink Si discute e si chiacchiera Wink ) aggiungo solo un'osservazione a quest'ultimo tuo messaggio: La relatività non è questione di TECNOLOGIA... è un fatto!

Sì... le incognite sono infinite... proprio per questo le panzane proliferano. Wink
Si può dire tutto e il contrario di tutto.

All'atto pratico, centinaia di persone si sono messe d'impegno a esaminare ogni fatto, foto, testimonianza, ipotesi, filmato, ritrovato (ecc... ecc...) d'argomento Ufologico. Con mente aperta (che significa sia senza pregiudizi del tipo "voglio crederci" che del tipo "mi bevo la prima spiegazione che mi piace").

Nessuno ha ancora trovato prove a carico dell'idea che gli avvistamenti di Ufo siano eventi con qualche fondamento di verità.

E se ci pensi la faccenda è del tutto illogica...
Si farebbero di quei viaggi immensi per venire qui e stare acquattati nell'ombra, osservare, prelevare il primo fesso che gli capita davanti e a cui fare cose incomprensibili... e dopo tutta 'sta fatica "Ciao ciao noi si torna a casetta nostra?" Shocked

Sì, so già la risposta a questa obiezione... "Chi può dirci quanto siano alieni al punto che le loro motivazioni sono insondabili, ecc... ecc..."


La spiegazione "tutte fandonie" è così strana? Così inaccettabile?

Se devo immaginare il tragitto che una penna ha fatto cadendo dal tavolo al pavimento, immagino una traiettoria dritta.
Non mi dico che è possibile che sia rimbalzata sulla sedia, poi sul soffitto, poi sul muro, poi sulla finestra, poi sul lampadario, per finire a terra!

Wink Wink Wink Wink
Angus Young
Balrog
Messaggi: 2750
Località: Rovigo
MessaggioInviato: Mer 14 Mar 2007 20:18 pm    Oggetto:   

Beh, ci mancherebbe... Wink ! COme ho già detto non voglio sovvertire le regole della fisica anche perchè non ci capisco un atomo Laughing e rischierei di fare brutta figura,visto che a scuola avevo N.C. (no, non vuol dire Notevoli Capacità, ma Non Classificato Laughing ) , era solo per dire tutto può essere vero, compreso anche quello che non siamo abituati a vedere...
Take me to Hell Cause I'm going there Hot rods to Hell Helldorado
Take me to Hell I'm going where The devil's there Helldorado!!!
metalupo
Ospite

MessaggioInviato: Gio 15 Mar 2007 13:20 pm    Oggetto:   

Angus Young ha scritto:
visto che a scuola avevo N.C. (no, non vuol dire Notevoli Capacità, ma Non Classificato Laughing )


Io avevo N.O.B.E.L. (Non Osservato Bara E Ladreggia) Laughing
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a E la fantascienza? Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum